Monday, 19 Nov 2018

Bolle d’acqua per sostituire le bottiglie di plastica

Le bottiglie di plastica potrebbero presto essere un ricordo del passato grazie a queste incredibili bolle d’acqua commestibili create da una start-up con sede a Londra.

Le bolle d’acqua, chiamate Ooho!, sono composte da alghe brune, lavorate con la “sferificazione”, una tecnica della gastronomia molecolare che solidifica la parte esterna dei cibi preservando i liquidi all’interno. La membrana è commestibile e, a contatto con la saliva, si scioglie liberando l’acqua ma si può anche semplicemente bucare. Niente va sprecato e il prodotto non consumato, biodegradabile, viene eliminato nel giro di 4-6 settimane.

Il team che sta dietro questa brillante idea si chiama Skipping Rocks Lab, un gruppo di laureati in ingegneria dell’ RCA e dell’Imperial College di Londra, che per primo ha introdotto il loro concetto innovativo nel 2013. Da allora, grazie al  hanno lavorato sodo per rendere il loro sogno una realtà, e attraverso una pagina di crowdfunding hanno raccolto oltre 600k GBP (750K USD).

C’è da aggiungere che un’idea simile è stata realizzata anche da tre spagnoli, Rodrigo García González, Guillaume Couche e Pierre Paslier che, per questo, si sono aggiudicati il Lexus Design Awards 2014.

Il costo di produzione delle bolle d’acqua si aggira intorno al centesimo a pezzo.

Dato che gli Stati Uniti da soli consumano circa 35 miliardi di bottiglie di plastica all’anno, e considerando che alle bottiglie d’acqua di plastica occorrono centinaia di anni per decomporsi, l’idea della start up londinese è sicuramente meritevole di successo, per il bene dell’ambiente.

Per saperne di più: Skipping Rocks Lab | Crowdcube

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: