Monday, 24 Sep 2018

L’ESA si prepara a lanciare una nuova missione spaziale nel 2025

L’Agenzia spaziale europea (ESA) sta decidendo quale missione finanziare tra tre possibili proposte.

Le missioni proposte sono chiamate ARIEL, THOR e Xipe e sono tre progetti finalizzati allo studio rispettivamente di esopianeti, fisica spaziale del plasma e le emissioni di raggi X. L’ESA sta per scegliere quale di questi progetti avviare dal prossimo novembre, con il lancio previsto per il 2025.

I tre progetti sono stati presentati come candidati per la prossima misisone scientifica dell’ESA e saranno presentati alla comunità scientifica il un evento previsto a Parigi il 3 luglio 2017.

Ognuno di questi progetti appare estremamente interessante ma, forse, il più suggestivo è ARIEL (Atmospheric Remote-Sensing Infrared Exoplanet Large-survey), che si propone di studiare le atmosfere dei 500 pianeti extrasolari che orbitano intorno a stelle vicine.

C’è molta attenzione, al momento, all’idea di studiare le atmosfere dei pianeti extrasolari perché si ritiene che possa essere uno dei sistemi migliori per rilevare segni di vita al di fuori del sistema solare. Questa missione dovrebbe essere in grado di determinare la composizione chimica e le condizioni fisiche delle atmosfere di parecchi esopianeti.

Il progetto THOR (Turbulence Heating ObserveR), invece, servirebbe a capire come viene riscaldato il plasma cosmico. sarebbe una missione in orbita terrestre e contribuirebbe a comprendere come il vento solare interagisce con il campo magnetico della Terra.

Ultimo ma non meno importante è Xipe ((X-ray Imaging Polarimetry Explorer), che servirebbe a studiare le emissioni di raggi X da cose come supernovae, galaxy jets e buchi neri. L’obiettivo sarebbe quello di capire come la materia si comporta in queste condizioni estreme.

ESA ha tre missioni in preparazione che sono già state avviate. L’Orbiter Solar, che sarà lanciato nel 2018 per studiare la “superficie” del Sole. Euclid, che sarà lanciato nel 2020, che tenterà di mappare la materia oscura e l’energia oscura. Infine, la missione Platone che, nel 2024, si dedicherà alla ricerca di pianeti rocciosi abitabili attorno a stelle simili al Sole.

Per approfondire:

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: