Thursday, 15 Nov 2018

Captato un Fast Radio Burst con caratteristiche insolite

Gli astronomi hanno captato un nuovo Fast Radio Burst (FRB). Si tratta del ventiduesimo segnale di questo tipo ad essere individuato. È durato solo pochi millisecondi e, per arrivare a noi, ha dovuto attraversare una regione della Via Lattea dalle caratteristiche particolari.

Il segnale, noto come FRB 150215, è stato rilevato il 15 febbraio 2015, dal Parkes Telescope in Australia, una struttura che ormai specializzata nella caccia ai FRB. Lo studio  è stato accettato per la pubblicazione nelle Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.

Avere individuato FRB 150215 è già abbastanza importante in sé ma, questo FRB è stato registrato in diretta, permettendo agli astronomi di raccogliere molte più informazioni del solito, come la polarizzazione dei lampi radio. Quando la luce è polarizzata, i campi elettrici puntano nella stessa direzione. Il team ha misurato che il 43 per cento della luce da FRB 150215 era polarizzata linearmente.

Dei 22 FRBs noti, solo su quattro era stato possibile misurare la polarizzazione. In un caso non c’era polarizzazione, uno aveva polarizazione lineare, uno circolare e uno presentava  sia polarizzazione lineare e circolare. Nel caso di FRB 150215, i ricercatori sono stati in grado di fare un passo avanti. Hanno misurato la rotazione di Faraday della polarizzazione causata da campi magnetici. Questo ha permesso di seguire i campi magnetici tra noi e la fonte. Maggiori sono i campi magnetici, maggiore è la rotazione di Faraday.

Il risultato di questa valutazione è stato che per FRB 150215E questa quantità era pari a zero. Secondo gli astronomi, questo significa che il segnale di FRB 1500215 ha viaggiato attraverso una regione densa della Via Lattea che ha, sorprendentemente, pochissima interazione magnetica. Si tratta di un fatto abbastanza insolito.

“Questo FRB sembra aver trovato una linea di visuale molto particolare attraverso la galassia,” Ha twittato Emily Petroff, l’autore dello studio.

I ricercatori hanno cercato di individuare la fonte che ha prodotto il segnale. La ricerca è stata effettuata con 11 telescopi che hanno cercato di individuare segnali a raggi gamma, onde radio, raggi X, ottici e le emissioni di neutrini, senza però riuscire ad individuare la fonte.

“Non è stata determinata una locazione precisa per FRB 150215; tuttavia, l’evidenza osservativa dallo scoppio in sé è coerente con un’origine al di fuori della Via Lattea “ ha scritto il team nel documento.

Finora, solo in un caso, FRB 121.102, si è riusciti ad identificare la fonte ma FRB 121.102 è un caso particolare in quanto si tratta di un FRB che si ripete. Gli astronomi sono ancora incerti su ciò che provoca questi segnali, ma ognuno ci dà più indizi.

Il Farst Radui Burst è un fenomeno astrofisico di alta energia che si manifesta come un impulso radio transitorio, con durata di pochi millisecondi. Si tratta di lampi molto luminosi nella banda radio, non risolti, a banda larga, provenienti da regioni del cielo esterne alla Via Lattea. Le componenti in frequenza di ciascun lampo presentano un ritardo, legato alla lunghezza d’onda, che permette di esprimere una misura della dispersione. I valori ottenuti per i lampi osservati sono tali da escludere che le loro sorgenti appartengano alla Via Lattea; mentre sono coerenti con una propagazione attraverso un plasma ionizzato. Sull’origine dei lampi radio veloci, ancora sconosciuta, sono state suggerite spiegazioni sia naturali, sia anche artificiali, che rimangono per lo più ipotesi speculative.

La denominazione di ciascun lampo radio veloce è composta dalla sigla FRB seguita dalla data di rilevazione nella forma “AAMMGG”. Il primo lampo radio veloce (FRB 010724) è stato scoperto nel 2007 in dati di archivio raccolti il 24 luglio 2001 dall’osservatorio di Parkes, con il radiotelescopio di 64 m di diametro. Da Parkes sono stati rilevati ben 16 dei 18 FRB scoperti tra il 2001 e il 2016. FRB 121102, rilevato il 2 novembre 2012 con il radiotelescopio di Arecibo, è l’unico del quale sono state rilevate delle ripetizioni.

[amazon_link asins=’B06XWYY9PY,B00692THU2,B00649AF0G,B002SYKS80′ template=’ProductCarousel’ store=’982430213536′ marketplace=’IT’ link_id=’3ac94545-38e3-11e7-a234-ab16419fafee’]

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: