Monday, 19 Nov 2018

L’astronauta di Solway


di Oliver Melis per Aenigma

Siamo negli anni 60, Jim Templeton porta la famiglia a fare delle foto in mezzo ad un prato verde in Inghilterra. Decide di fare qualche foto alla figlia con un mazzo di fiori, posa perfetta per l’epoca. Al ritorno porta a sviluppare le foto e, tra le tante, trova la foto che apre l’articolo: Chi è quella figura misteriosa in tuta bianca che compare dietro la testa della piccola? Templeton non ricorda nessuno a parte loro, lui, la moglie e la bambina. Mistero.

In men che non si dica la foto fa il giro del mondo e come accade spesso una miriade di teorie cercano di spiegare la strana presenza: per alcuni si tratta di un uomo invisibile che viene catturato dallo scatto della macchina fotografica, per altri un essere di un’altra dimensione o ancora un astronauta o un viaggiatore nel tempo. Alcuni fanno notare che il misterioso individuo sembra scherzosamente posare per l’ignaro fotografo. Forse questa è la volta buona, forse del tutto casualmente Templeton ha catturato l’immagine di un extraterrestre o comunque di qualcuno che non appartiene a questo mondo, la foto prende il nome di “Solway spaceman” e diventa famosissima.

Ma c’è ragione a tutta questa fama? apparentemente si, apparentemente…

La realtà, come al solito, si scontra con la fantasia.

La foto secondo la Kodak è autentica, cioè non viene riscontrata nessuna manipolazione quindi mette in palio una fornitura a vita di pellicole a chi avesse dimostrato che la foto era un falso. Come mai la Kodak avrebbe promesso un premio del genere? Semplice, perché sicura che la foto non era falsa, infatti quel giorno Templeton ha fotografato una terza persona presente nella scena, le prime due erano lui e la figlia, la terza, come ricorderete è la moglie…

Su internet troverete una foto scattata il medesimo giorno, che ritrae la bimba e sua madre:

Tagliando le prime due foto si ottengono le immagini poi utilizzate per ricavare dei parametri…

Nella foto a sinistra quello che alcuni hanno scambiato per un apicoltore, altri per un alieno, è chiaramente ripreso di spalle, il sole illumina maggiormente le due scapole ( i colori sono invertiti); si notano 2 puntini lungo la colonna vertebrale. Inoltre, tra le spalle ed il braccio destro, è visibile una linea obliqua, il gomito è rivolto verso la foto quindi è chiaramente di spalle a chi fotografa la scena.


LA foto a destra : la moglie di Templeton presenta gli stessi due puntini, ha un piccolo scialle sul collo, e le maniche non sono presenti, ma il vestito è tagliato sull’avambraccio in maniera obliqua, esattamente inclinato come la linea della prima foto.

Seppure le dimensioni sono differenti e il presunto astronauta sia molto più grande della donna si può ovviare a questo inconveniente confrontando due rapporti, la distanza dei due puntini è giusta ma si può superare questo problema facendo un confronto mediante 2 rapporti. In questa maniera si ottengono numeri adimensionali, senza unità di misura, quindi indipendenti dalla scala di grandezza.

Si può concludere che la foto in questione, pur non essendo manipolata, è il risultato di una sovrapposizione casuale di due immagini riprese nello stesso momento.

Oliver Melis è owner su facebook delle pagine NWO ItaliaPerle complottare e le scie chimiche sono una cazzata

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: