Tuesday, 20 Nov 2018

La possessione diabolica

di Oliver Melis per Aenigma

La possessione in diversi ambienti, compresi quelli ecclesiastici è ancora ritenuta una condizione in cui una persona è “posseduta” o soggiogata da un essere soprannaturale, un demone, un Dio o un antenato.

Gli ambienti religiosi, se reputano la persona posseduta veramente da un demone, definiscono la vittima della possessione “indemoniata” e in base alla dottrina intervengono mediante una pratica chiamata “esorcismo”.

Il cristianesimo, interpreta la possessione come opera di un diavolo o demone, e questa situazione si chiama “possessione diabolica” o “demoniaca”. Il fenomeno della possessione nasce nei testi sacri: nel Nuovo Testamento, dove lo stesso Gesù libera i posseduti dal demonio.

La scienza medica ha scoperto che molti casi di possessione diabolica sono in realtà da imputarsi a malattie mentali, come la schizofrenia o alcune forme di psicosi o con patologie quali la sindrome di Tourette.

Secondo la Chiesa cattolica, un posseduto dimostra avversione al sacro, possiede una forza fisica amplificata, parla lingue che normalmente non conosce, prevede il futuro, tutti questi sintomi devono coesistere per poter “diagnosticare” una possessione “reale”.

La possessione demoniaca potrebbe essere causata dallo svolgere pratiche occulte, avere ferite emotive o essere lontani dalla fede, dalla preghiera e dalla confessione.

Cosa dice la Scienza

Gli scienziati non sono mai riusciti a rilevare particolari attività durante l’esame di casi di possessione perché le possessioni non sono altro che malattie psichiatriche. Si nota che nei casi di malattie mentali la possessione si sviluppa in base alla cultura del soggetto.

Secondo gli psicologi del CICAP si possono evidenziare anche in assenza di malattia mentale esperienze di possessione diabolica, interpretando erroneamente esperienze naturali all’interno di un dato contesto dove si contempla la credenza soprannaturale. La convinzione di essere posseduti è tipica di diverse sindromi psichiatriche come diverse forme di schizofrenia, deliri depressivi o nevrosi isteriche.

Per un noto esorcista, Padre Amorth, sarebbe il diavolo a nascondersi dietro le malattie per non essere scoperto, ma a quanto pare non vale il detto che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi: se fosse come dice il noto esorcista il diavolo dovrebbe rivedere molte cose e fare meglio le pentole e metterci anche un bel coperchio.

Oliver Melis è owner su facebook delle pagine NWO ItaliaPerle complottare e le scie chimiche sono una cazzata

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: