Sunday, 18 Nov 2018

Stella di Tabby, proposta una nuova spiegazione per i cali di luminosità

KIC 8462852 è una stella balzata agli onori della cronaca per il suo peculiare comportamento. Da quando è sotto osservazione, oltre un secolo, questa stella denota importanti cali di luminosità. Ne abbiamo già parlato negli articoli “La più misteriosa stella della galassia” e “Nuovo calo di luminosità per KIC 8462852, la stella di Tabby“.

Nel 2015, un gruppo guidato da Tabetha Boyajian, allora dell’Università di Yale, ha scoperto che questa stella, chiamata KIC 8462852, continuava a presentare importanti cali della luminosità apparentemente inspiegabili. Le ipotesi proposte per spiegare lo strano comportamento di questa stella andavano da una nuvola di comete ad un anello di detriti orbitante intorno alla stella fino, addirittura, alla possibile presenza di megastrutture aliene.

Da allora, KIC 8462852 è stata conosciuta anche con il nome di “Stella di Tabby”.

Ora è stata proposta una nuova spiegazione per l’anomalo comportamento della stella di Tabby: la spiegazione dei cali di luminosità potrebbe stare nella presenza di un pianeta simile a Saturno, completo di anelli sconnessi.

Mario Sucerquia e colleghi dell’Università di Antioquia, in Colombia, hanno proposto la possibilità che un grande pianeta dotato di anelli, simile a Saturno, orbiti intorno alla stella. Un tale pianeta smorzerebbe la luce della stella in maniera irregolare durante un transito.

Una sequenza anelli, pianeta, anelli, durante un transito, bloccherebbe una parte della luce della stella in maniera discontinua e variabile.

Per testare questa idea e misurare l’irregolarità, Sucerquia ed i suoi colleghi hanno simulato l’orbita di un pianeta del genere ad una distanza di circa un decimo della distanza tra la terra ed il Sole e hanno scoperto anche un effetto interessante: la gravità della stella influenzerebbe gli anelli intorno al pianeta, stirandoili e deformandoli, questo, a loro parere, potrebbe spiegare ancora meglio le irregolarità osservate nella stella di Tabby.

Keivan Stassun dell’Università di Vanderbilt di Nashville, nel Tennessee, non è convinto, però, da questa spiegazione poiché anche degli anelli sconnessi creerebbero uno schema regolare nelle oscillazioni della luce della stella.

Secondo Sucerquia, altri fattori potrebbero partecipare allo strano comportamento della luminosità di KIC 8462852, come, ad esempio, i frammenti dovuti alla rottura di una luna. Per confermare i suoi risultati, sta confrontando nuove simulazioni con i dati della stella di Tabby.

Il punto di questo lavoro è mostrare alla comunità che esistono meccanismi che possono alterare le curve di luce“, dice Sucerquia. “Questi cambiamenti possono essere generati dalle dinamiche delle lune o degli anelli, e le modifiche di questi sistemi possono verificarsi in tempi talmente brevi da essere rilevati in pochi anni“.

Insomma, la stella di Tabby resta un mistero e le varie teorie via via proposte per spiegarne il comportamento continuano a non convincere pienamente la comunità scientifica. Probabilmente ci vorrà ancora qualche anno per venire a capo dello strano e affascinante comportamento di questa stella.

Fonte arXiv , 1708.04600

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: