Thursday, 15 Nov 2018

L’alieno e Papa Giovanni XXIII

Nel 2009 viene pubblicato su youtube un video prelevato dal portale messicano “Tercer Milenio“, tratto da un documentario “Los grandes misterios del tecer milenio“, coordinato dal giornalista ed ufologo messicano Jaime Maussan che con il reporter Johanan Díaz sostiene la tesi che nel luglio del 1961, mentre si trovavano a passeggiare nei Giardini della Città del Vaticano, il Papa Giovanni XXIII ed il segretario particolare Loris Francesco Capovilla, avrebbero incontrato un alieno, disceso da un’astronave atterrata proprio all’interno della Città del Vaticano.

Questa storia, poi riportata anche da altri siti racconta che i due, il Papa e il suo segretario particolare vissero un’avventura particolare:

Camminavamo uno accanto all’altro, come due amici, come avevamo fatto tante volte in quegli splendidi pomeriggi d’estate. Come persone qualsiasi che hanno voglia di starsene un po’ in disparte, fuori dalla routine quotidiana. A un tratto, sopra le nostre teste apparvero luci colorate, arancio, ambra, azzurro e poi accadde l’imponderabile che è difficile da raccontare: le luci si fermarono per qualche minuto sulle nostre due figure che camminavano fianco a fianco, poi il contatto. Una delle astronavi si staccò dallo stormo atterrando nel lato sud del giardino. Il portellone si aprì e dalla carlinga uscì fuori qualcosa… […]
Un essere dall’aspetto assolutamente umano solo che presentava una luce intorno che lo avvolgeva.”

(Fonte: Altra realtà)

Ci sarebbero addirittura le dichiarazioni ufficiali rilasciate, secondo quanto riportato in un video, da Higinio Alas Goméz, Arcivescovo per il Centro America della Chiesa Cattolica Ecumenica di Gesù Cristo, che avrebbe dichiarato “… quando il Papa stava per morire qualcuno gli chiese di quell’evento e lui disse che questo se lo portava nel cuore e che non l’avrebbe ancora rivelato“ sarebbero, se vere comunque dichiarazioni di seconda mano, rilasciate in un congresso ufologico, quindi da prendere con il beneficio del dubbio, come minimo.

Una seconda testimonianza rilasciata è quella dall’architetto Santiago Aranegui, professore alla “Escuela de Arquitectos de la Universidad de Miami Dade College” a “Tribuna Virtual” che, in un’intervista videoripresa, ha narrato dell’episodio occorso al Papa e al suo assistente sostenendo però che a rivelare la vicenda fosse stato lo stesso segretario personale di Giovanni XXIII. L’architetto sostiene che il segretario particolare avrebbe rivelato l’incontro tra il Papa e l’essere alieno a vent’anni dalla morte di Giovanni XXIII, lo avrebbe fatto per iscritto ad un quotidiano inglese sconosciuto e in seguito, sarebbe stata pubblicata da una rivista americana nel 1985: il The Sun.

Non abbiamo fonti che riportino la notizia datata 1985, una notizia che vede il Papa impegnato in un incontro con un extraterrestre avrebbe dovuto smuovere il Vaticano ma a quanto pare da quelle parti hanno altri problemi più pressanti.

La prima fonte certa è datata 24 giugno 1997, quando la rivista The Sun magazine, che è una rivista web, pubblica un articolo oggi non più disponibile che racconta: “According to the June 24, 1997 issue of Sun Magazine, Pope John XXIII predicted in 1962 that visitors from outer space will arrive in chariots of flaming steel in the year 1999, and will share their advanced knowledge with umanity. Our life span will be increased to 150 years or longer and most diseases will be wiped out …“.

nel 1962 Papa Giovanni XXIII predisse che nell’anno 1999 dei visitatori sarebbero giunti dallo spazio esterno, in carri di acciaio fiammeggianti e avrebbero poi condiviso con l’umanità le loro avanzate conoscenze. La nostra breve vita sarà aumentata a 150 anni o anche più e il maggior numero di malattie gravi o infettive saranno debellate”.

La storia assume contorni nebulosi, le fonti scarseggiano e quando ci sono, come quella datata 24 giugno 1997 raccontano una storia diversa, premonizioni che tra l’altro non si sono nemmeno avverate. Ma la storia come mai non è stata smentita? Il Vaticano non si è mai pronunciato in merito e i protagonisti sono ormai defunti, Giovanni XXIII nel 1963 e il suo segretario particolare nel 2016 e fu per oltre un decennio, dal 15 marzo 1953 al 3 giugno 1963 il suo segretario particolare.

A onor del vero, il CUN di Ferrara, la mattina del 6 marzo 2010, alle ore 10 in punto, telefona direttamente l’Arcivescovo Loris Francesco Capovilla il quale risponde subito dopo il primo squillo di telefono. L’interlocutore del CUN di Ferrara espone la faccenda all’arcivescovo che: “con voce fresca, nitida e sicura, ci ha gentilmente risposto, usando parole semplici e cordiali, che nessuno lo aveva ancora avvisato della presenza di tale materiale video presente su Internet e che della vicenda egli non ne sapeva assolutamente nulla.” (Fonte: CUF, Centro Ufologico Ferrarese)

Per la cronaca il giornalista e ufologo messicano Jaime Maussan è noto per aver divulgato moltissime bufale.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: