Sunday, 18 Nov 2018

Rael e il suo movimento pseudoreligioso

Il Movimento Raeliano è un recente movimento religioso basato sulla credenza secondo cui alcuni extraterrestri scientificamente avanzati, chiamati Elohim, avrebbero creato la vita sulla Terra attraverso l’ingegneria genetica. Il movimento crede inoltre che, grazie ad un’opportuna combinazione di clonazione e trasferimento della mente, sia possibile raggiungere l’immortalità.

Rael, cosi si fa chiamare Claude Vorilhon è nato a Vichy, in Francia, nel 1946. Un tempo appassionato di automobilismo e di giornalismo, da giovanissimo fondò e diresse un un giornale sportivo dedicato alle automobili.

Le cronache raccontano che Il 13 dicembre 1973 nel cratere del Puy de Lassolas, una delle formazioni vulcaniche che dominano Clermont-Ferrand, Claude Vorilhon avrebbe avuto un “contatto” del terzo tipo con un extraterrestre alto come un bambino, che, dopo averlo invitato a salire a bordo di una nave spaziale, gli avrebbe rivelato la verità sull’Antico e sul Nuovo Testamento.

Vorilhon racconta quanto gli esseri dello spazio gli avrebbero spiegato sul passato dell’umanità: migliaia di anni fa esseri simili a noi uomini avrebbero capito, dopo incessanti studi, come creare la vita in modo artificiale ma una parte della loro popolazione, ritenendo scandalosa questa scoperta, mandarono in esilio gli scienziati che lavoravano al progetto.

Questi scienziati alieni girovagarono nell’universo finchè non giunsero sulla Terra dove”coloro che sono caduti dal cielo”, secondo quanto narra la Bibbia, crearono gli esseri umani grazie alla loro capacità di manipolare il dna facendoli a loro immagine e somiglianza. L’essere che risultò da questa creazione, però, dimostrò di avere dei difetti e venne per questo escluso dai laboratori che nella Bibbia sono identificati come il “Paradiso terrestre”. In seguito alcuni Extraterrestri, i famosi elohim si uniscono carnalmente con donne della Terra generando il popolo Ebraico.

Ma, ad un certo punto, gli extraterrestri rimasti sul pianeta natale, guidati dal oro leader Satana, avendo osservato l’opera degli scienziati esiliati e convinti che sulla Terra siano stati creati degli esseri pericolosi, decidono di ordinarne la distruzione. Satana provoca una catastrofe sulla Terra, che i testi antichi ricordano come un diluvio, ma secondo le spiegazioni date a Vorilhon dagli extraterrestri la catastrofe sarebbe stata un bombardamento atomico.

Nonostante ciò, un gruppo di extraterrestri riesce a salvare un piccolo gruppo di umani grazie a un’arca, che compare in tanti testi antichi e sulla Bibbia viene chiamata arca di Noè che in realtà, sempre secondo le affermazioni di Vorilhon sarebbe un’astronave.

Dopo il diluvio, gli Elohim si rendono conto di essere stati creati a loro volta da esseri venuti da un altro pianeta (e così via all’infinito) e fanno il voto di non distruggere mai più l’umanità. Anzi, inviano sulla Terra messaggeri (Mosè, Gesù – nato dall’unione fra il capo degli Elohim e una terrestre –, Buddha, Muhammad, e altri ancora) per rivelare la verità, sia pure inizialmente in forma allegorica e velata. Ma nel 1945 (l’anno dell’esplosione atomica di Hiroshima, e del concepimento di Vorilhon) inizia l’epoca dell’Apocalisse: la «rivelazione», l’epoca in cui la verità può essere presentata in termini scientifici e non più allegorici. Finalmente, l’extraterrestre impone a Vorilhon il nome di «Rael» («il messaggero», nome che nelle lingue diverse dal francese è normalmente trascritto dagli stessi seguaci senza la dieresi, quindi non nella forma «Raël» usata nei paesi francofoni), e gli dà una serie di consigli per l’umanità del nostro tempo.

Il libro shock

Nel 1974 “Rael” pubblica “Il libro che dice la verità” e fonda un movimento chiamato MADECH che ha il compito di organizzare l’accoglienza dei creatori degli esseri umani, gli Elohim, ma a causa di contrasti interni Rael lascia il movimento.

Rael il 7 ottobre del 1975 ha un altro contatto, almeno cosi narrano le sue cronache e in questo nuovo incontro con gli alieni viene pure invitato a visitarne il pianeta di provenienza. Al ritorno Rael fa delle nuove e shoccanti rivelazioni, lui sarebbe il frutto di un incontro tra sua madre e un extraterrestre, il capo degli Elohim, Jahvé in persona.

Nel 1976 nasce il Movimento Raeliano e dopo una fortunata serie di conferenze Rael si trasferisce nel Québec canadese dove le minoranze religiose vengono tollerate.

Il movimento raeliano ha una struttura di tipo gerarchico, sono 1500 i membri più coinvolti e circa 50 mila i membri effettivi. Al vertice della catena ci sono le guide e la struttura è divisa in sei livelli, i più bassi, aiuto animatore, animatore, assistente guida, Guida sacerdote, guida vescovo e al vertice la Guida delle Guide, o Guida planetaria, che nel movimento è lo stesso Rael. Esiste dagli anni 90 un ordine religioso del movimento raeliano dedicato alle donne, gli angeli rosa e gli angeli bianchi che si prendono cura affettivamente e sessualmente di Rael, dei 39 profeti e degli extraterrestri o almeno quando questi decideranno di tornare sulla Terra, previsto per il 2035.

Non è finita, in futuro ad accogliere il ritorno degli Elohim saranno i realiani con a capo Rael che progettano anche la costruzione di un ‘ambasciata, in un primo tempo in Israele dove però devono essere superate delle difficoltà forse insormontabili.

Alla fine, la connotazione religiosa e personalisti del movimento raeliano ci dimostra come un caso di “contattismo” venga nel tempo trasformato in un mezzo per raggirare persone, sfruttandole in vari modi. Tutto questo grazie alle esperienze o alle fantasie del presunto contattato che, in buona o cattiva fede finisce per trarre dei vantaggi personali dalle vicende che ha vissuto, vere o inventate che siano.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: