Sunday, 18 Nov 2018

Non sempre è UFO ciò che UFO sembra…

di Oliver Melis

Le missioni Apollo ebbero un grande impatto emotivo su tutta l’umanità e per decenni hanno continuato a stimolare discussioni che spesso tirano in ballo la teoria che la conquista della Luna fu un enorme complotto o che fu un complotto l’aver nascosto all’umanità la storia che gli alieni seguissero passo dopo passo le varie fasi delle missioni con la complicità di tecnici e astronauti.

Celebre la bufala, ancora in voga, dei dialoghi radio dove si sarebbe parlato di UFO durante la missione Apollo 11 e all’UFO avvistato da Buzz Aldrin (l’oggetto in realtà era uno dei quattro pannelli del terzo stadio che proteggevano il LEM), altri avrebbero visto gli UFO in un filmato preso dall’abitacolo dell’Apollo 16.

In alcuni fotogrammi compariva un oggetto non identificato che apparentemente seguiva la capsula. Questo è uno di quei fotogrammi, estratto dai filmati restaurati in occasione dei 40 anni dello sbarco sul suolo selenitico:

Dall’oblò dell’Apollo 16 si vede qualcosa di misterioso, un oggetto sferico che emana luce e sembra avere una protuberanza…

Gli ufologi azzardarono diverse teorie, l’oggetto volante si stagliava sopra la Luna e sembrava seguire la capsula Apollo costruita da una specie primitiva che cercava di raggiungere il proprio satellite, alcuni azzardaroino ipotesi del tipo: Gli alieni hanno seguito le missioni umane facendo in modo che la giovane e spericolata nuova razza che si apprestava a compiere i primi passi nel cosmo, non si facesse male.

Ma la NASA identificò subito il misterioso oggetto che tra l’altro non era in volo libero che non era altro che un braccio che sosteneva un faretto per illuminare le attivita extraveicolari degli astronauti, le famose EVA, qui sotto potete vedere l’immagine presa dallo stesso finestrino di osservazione dell’Apollo 17 e fare le dovute comparazioni.

Non sempre le cose sono come ci sembra che siano…

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: