Sunday, 18 Nov 2018

Cospirazioni del passato che si rivelarono vere

Gli ultimi anni hanno visto un drammatico incremento del pubblico interessato alle teorie cospirazioniste, soprattutto grazie alla vasta eco fornita a queste idee (ma potremmo scrivere, in molti casi, bufale) dai social; il teorico della cospirazionista del 2018 siede, infatti, dietro una tastiera e imposta le pagine di GoFundMe raccogliendo fondi, tanto per riferirsi a fatti recenti, per  lanciare i razzi fatti in casa allo scopo di salire abbastanza in alto da dimostrare che la Terra è piatta o, per rimanere in Italia, per acquistare un drone in grado di raccogliere campioni di aria a determinate quote per dimostrare la realtà dell’inquinamento da scie chimiche.

Le ipotesi di complotto più diffuse sono quelle relative ai vaccini che causano l’autismo, all’idea che il cambiamento climatico globale causato dall’uomo non è reale, molto diffusa sembra essere l’idea che l’inesistente  Nibiru finirà, prima o poi, per schiantarsi sulla Terra cancellandone ogni forma di vita. Insomma, ce ne sono molte tra cui scegliere. Ricerche recenti hanno collegato questo tipo di comportamento alla creduloneria e alla necessità di sentirsi speciali, ma i teorici della cospirazione ribatteranno sostenendo che quest’affermazione è solo un’altro modo per insabbiare la verità.

In alcuni casi, tuttavia,la vita reale finisce per incrociare le fantasie più perverse e vi sono alcune ipotesi di complotto che hanno finito per rivelarsi reali. Ecco otto esempi di casi così fantastici che potrebbero essere stati inventati da un teorico della cospirazione ma sono drammaticamente reali.

La CIA ha davvero sperimentato il controllo mentale attraverso sostanze psichedeliche

La Central Intelligence Agency (CIA) è presente in molte teorie complottiste ma la sua oscura reputazione non è del tutto immeritata. Alcuni articoli pubblicati negli anni settanta rivelarono che il servizio segreto americano provò a controllare la mente attraverso torture psicologiche, droghe psicotrope, radiazioni e shock elettrici in una serie di studi sulle modifiche comportamentali noti come “Progetto MK-ULTRA“.

Tra il 1953 e il 1964 ebbero luogo oltre 150 esperimenti su soggetti umani, molti dei quali riguardavano la somministrazione di farmaci a cittadini statunitensi a loro insaputa e senza alcuna supervisione medica. Lo scopo di questa ricerca era quello di sviluppare tecniche e sostanze da usare contro l’Unione Sovietica e i suoi alleati.

La faccenda acquisì una connotazione ancora più sinistra quando l’allora direttore della CIA Richard Helms ordinò la distruzione di tutti i documenti relativi al progetto MK-ULTRA nel 1973. Sappiamo che questa ricerca è stata responsabile di almeno un ricovero in ospedale e due decessi ma, vista la scarsità della documentazione ancora esistente il costo reale di questo progetto potrebbe essere stato molto più alto.

Il progetto MK-ULTRA ha ispirato diversi successi hollywoodiani. overturefilms / Youtube

Politici e leader del settore hanno intenzionalmente ingannato l’opinione pubblica sui rischi per la salute associati al fumo

Il fumo aumenta il rischio di ictus , enfisema , infertilità e l’incidenza di tutta una serie di tumori. Nel passato, però, Big Tobacco fece tutto il possibile per convincere i consumatori che le sigarette fossero innoque e non si è limitato a questo: Hanno perfino provato a convincere il pubblico che il fumo era salutare, basta dare un’occhiata ad alcune pubblicità vintage, degli anni ’60 e precedenti…

Fu solo negli anni Novanta – quando le prove contro il fumo erano inconfutabili – che le corporazioni del tabacco cominciarono ad ammettere che c’erano rischi per la salute associati al fumo di sigaretta.

E nel 2006, dopo una causa lunga sette anni, il giudice Gladys E. Kessler ha trovato le compagnie del tabacco colpevoli di cospirazione , avendo “represso la ricerca … documenti distrutti … manipolato l’uso della nicotina in modo da aumentare e perpetuare la dipendenza”.

Un esempio di pubblicità delle sigarette negli anni ’60. clotho98 / Flickr CC BY-NC 2.0

… e lo zucchero

Anche l’industria dello zucchero ha per anni nascosto dati e corrotto scienziati per tenere sotto controllo la ricerca scomoda, mentre pubblicizzava Dolci e cartamelle durante i programmi TV per bambini.

Nel 2016, un articolo pubblicato su JAMA Internal Medicine ha rivelato che l’industria dello zucchero aveva finanziato la ricerca negli anni sessanta affinchè venissero sottovalutati i rischi associati al consumo di zucchero bianco raffinato, puntando invece il dito contro il colesterolo ed i grassi in generale.

Ad esempio, uno studio del 2011 propugnava la scioccante (e del tutto non scientifico) rivelazione che i bambini che mangiano caramelle pesano meno di quelli che non lo fanno. Scavando un po ‘più a fondo, si scopre che questa ricerca era finanziata dalla National Confectioner’s Association, un gruppo che rappresenta aziende come Hershey e Skittles.

Aziende come la Coca-Cola hanno coperto i rischi per la salute associati allo zucchero negli ultimi 50 anni. Physics_joe / Shutterstock

Il governo degli Stati Uniti ha davvero indagato sugli UFO

Anche se la famosa Area 51 non ha nulla a che vedere con alieni ed UFO, lo scorso anno il Pentagono ha confermato che il governo degli Stati Uniti ha indagato su “anomali minacce aerospaziali“, in poche parole, sugli UFO.

Tra il 2008 e il 2011, il Programma di identificazione delle minacce aerospaziali avanzate ha ricevuto quasi 22 milioni di dollari, pochi in proporzione al budget annuale del Dipartimento della Difesa supera i 600 miliardi di dollari. Alla fine, le indagini non ha portato a nulla e il programma è stato chiuso – almeno a quanto dicono le fonti ufficiali.

Avvistamento UFO 1937. Malcolm Dee / Flickr  CC BY-NC-ND 2.0

… e impiegò scienziati nazisti dopo la seconda guerra mondiale

Per coloro che non hanno visto il dottor Stranamore, il personaggio principale del film è un ex nazista con un grave caso di sindrome della mano aliena che lavora come consulente scientifico del presidente degli Stati Uniti, che a intermittenza chiamava “Mein Fuhrer”.

La premessa sembra inverosimile, ma si dice che sia stato modellato su Wernher von Braun, che era solo uno dei 1600 scienziati ex nazisti alle dipendenze del governo degli Stati Uniti dopo la sconfitta tedesca nella seconda guerra mondiale. Il programma, chiamato Operazione Paperclip, fu esposto nei media come il New York Times nel 1946.

Alcuni di questi scienziati sono stati coinvolti nel Progetto MK-ULTRA . Von Braun, tuttavia, fu messo al lavoro come direttore della  Divisione Operazioni di Sviluppo dell’Agenzia per i missili balistici dell’esercito. Possiamo dire che Von Braun influenzò pesantemente il programma spaziale americano fino alle missioni lunari. Durante il nazismo, era stato coinvolto nel programma missilistico V-2.

L’ex nazista, Wernher von Braun. NASA / Wikimedia Commons

L’acqua può influenzare il sesso di una specie di rane

Alex Jones, conduttore radiofonico di estrema destra e teorico della cospirazione della fama di Infowars , ha affermato che alcune sostanze chimiche nell’acqua stanno trasformando le rane in gay. Mentre non sembrano esserci molte prove a sostegno della sua “teoria” secondo cui l’acqua sta influenzando la sessualità delle rane, alcuni studi sembrano suggerire che le sostanze chimiche prodotte dall’uomo hanno effettivamente effetto sul sesso di specie di rana.

Un articolo del 2010 dell’Università della California, Berkeley, ha rilevato che almeno uno su 10 rane maschi esposti all‘atrazina, un comune pesticida, sperimenta uno squilibrio ormonale che li rende effettivamente femminili. Producono estrogeni, si accoppiano con i maschi e persino depongono le uova. Più recentemente, alcuni studi hanno dimostrato che le sostanze chimiche presenti negli stagni suburbani e nei sali stradali possono anche influire sul sesso di una rana.

Mentre il ruolo delle sostanze chimiche prodotte dall’uomo nell’ambiente può essere problematico da un punto di vista riproduttivo , non c’è nulla di innaturale nel cambiare sesso tra gli animali. Gamberetti , pesci pagliaccio , coralli e rane hanno tutti la capacità di farlo. Non vi sono inoltre prove che suggeriscano che le sostanze chimiche presenti nell’acqua  possano influenzare la sessualità umana o implicare che il governo degli Stati Uniti stia cercando di rendere i bambini gay con il succo di frutta , come sostiene Jones.

Rana di canna dipinta agghiacciante su una foglia. feathercollector / Shutterstock

Il servizio sanitario pubblico assisteva alla morte di uomini di colore della sifilide inutilmente, in nome della scienza

La sifilide è una malattia sgradevole che, se non curata, può causare cecità, paralisi e morte e fino alla scoperta della penicillina non c’è stata cura. Tuttavia, ciò non giustifica il trattamento non etico subito dai neri di bassa estrazione sociale reclutati per prendere parte a un programma per monitorare il naturale progresso della malattia.

Lo “Studio Tuskegee della sifilide non trattata nel maschio negro” venne avviato nel 1932, quando furono arruolati 600 uomini della contea di Macon, una regione dell’Alabama. Di questi, 399 avevano la sifilide. Gli uomini furono ingannati e dissero che avrebbero ricevuto cure per “il sangue cattivo”, che, effettivamente non ricevettero.

Quel che è peggio, i ricercatori continuarono l’esperimento dopo che, con la scoperta della penicillina nel 1945, fu possibile curare la sifilide. L’esperimento, inizialmente previsto per sei mesi, andò invece avanti per 40 anni. Per qualche ragione, i medici decisero che era nell’interesse della medicina osservare gli uomini morire di morte lenta e dolorosa senza motivo. La ricerca si concluse nel 1972, dopo che il New York Times pubblicò una storia sullo studio. Durante lo studio, 28 uomini morirono di sifilide, altri 100 per cause correlate e 40 coniugi hanno contrassero la malattia dal partner.

Negli anni Quaranta, esperimenti simili si svolgevano in Guatemala, dove centinaia di uomini e donne erano intenzionalmente infettati dalla sifilide.

Medico che inietta un soggetto con quello che è presumibilmente un placebo. Governo degli Stati Uniti / Commons di Wikimedia

Il governo degli Stati Uniti ha avvelenato le forniture di alcolici, di proposito

I politici introdussero il proibizionismo nel 1920 per frenare l’abitudine al bere della nazione americana, ma i bar clandestini si moltiplicarono e il contrabbando (la produzione illegale e la distribuzione di liquori) era molto diffuso. Apparentemente, mettere in campo qualcosa non è sufficiente per cambiare realmente il comportamento delle persone, quindi il governo degli Stati Uniti elaborò una soluzione drastica, molto più sinistra: avvelenare la fornitura illegale di liquori.

Per fare questo, il governo iniziò ad aggiungere tossine come il benzene e il mercurio all’alcol verso la metà degli anni ’20. Il più letale, tuttavia, era il metanolo, altrimenti noto come alcol di legno, una sostanza che si trova normalmente in prodotti industriali come il carburante e la formaldeide. Bere questa roba può causare paralisi, cecità e persino la morte. In totale, si stima che circa 10.000 persone siano morte a seguito della crociata morale del governo.

Alla fine, neanche l’avvelenamento della fornitura di liquori si rivelò sufficiente sufficiente a smorzare il gusto della gente per l’alcol e la pratica venne progressivamente abbandonata. Il proibizionismo terminò nel 1933, ma il governo adottò una tattica simile nella lotta contro l’uso della marijuana negli anni ’70.

content-1518192795-5-divieto-disposa
Il vice commissario di polizia di New York, John A. Leach, osserva funzionari impegnati ad eliminare alcolici (probabilmente velenosi) durante il proibizionismo. Fonte sconosciuta / Wikimedia Commons

 

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: