Wednesday, 21 Nov 2018

David Icke, il padre di (quasi) ogni complotto


David Vaughan Icke, 66 anni, ex calciatore, ex politico, ex speaker radiofonico ed ex giornalista si può considerare a buon ragione, uno dei principali promotori di numerosissime ipotesi di complotto.

Tutto cominciò nel marzo 1990 quando una medium gli disse che egli era un guaritore mandato a sanare la Terra, che era stato scelto per il suo coraggio e che era stato indirizzato allo sport per imparare la disciplina. Secondo il messaggio, avrebbe lasciato la politica e sarebbe divenuto famoso, scrivendo cinque libri in tre anni, finché un giorno ci sarebbe stato un grande terremoto in cui «il mare reclamerà la terra», a causa del cattivo comportamento degli esseri umani che starebbero abusando delle risorse terrestri.

In effetti, quando Icke rese pubblica questa profezia, il partito dei verdi inglesi, nel quale militava, lo espulse dalle sue fila.

Nel 1991, in un’intervista rilasciata durante uno show televisivo affermò di essere il figlio di Dio, costringendo il conduttore a bloccarlo e ad impedirgli di continuare l’intervista.

Da allora Icke divenne uno dei maggiori promotori e teorici delle teorie del complotto; pubblicò numerosi libri riguardo alla teoria della cospirazione globale e, tutt’ora, effettua tournée in tutto il mondo, in cui illustra le sue teorie ma anche gli aspetti più giornalistici di esse, discutendo dell’attuale situazione mondiale e dei suoi retroscena, dagli attacchi dell’11 settembre 2001 alla guerra d’Iraq del 2003, dal conflitto israelo-palestinese alla crisi economico-petrolifera del XXI secolo.

Secondo Icke l’universo è in realtà una matrice olografica e un gruppo segreto di umanoidi rettiliani, riuniti nella Fratellanza Babilonese (Babylonian Brotherhood), detta anche Fratellanza del Serpente, controlla l’umanità attraverso altre dimensioni; Icke ha anche affermato che molti esponenti di primo piano della politica e dello spettacolo, ad esempio Barack Obama, George W. Bush, la Regina Elisabetta II, Bill Clinton, Tony Blair, Kris Kristofferson, Bob Hope e il cantante country Boxcar Willie, sono dei rettiliani, avvalorando le sue affermazioni con le testimonianze di Christina Fitzgerald, amica della Principessa Diana Spencer, e parecchi uomini precedentemente abusati da pedofili o estratti dal proprio nucleo familiare. La soluzione da lui proposta consiste nell’analisi di ogni informazione ricevuta oltre qualunque pregiudizio, nella selezione di sentimenti altruistici e umanitari indipendentemente dalle provocazioni a emozioni opposte che vengono tentate dagli Arconti (tramite la forma fisica dei rettiliani) in occasioni quali falsi attentati, false crisi economiche e allarmi d’inquinamento ambientale.

Nel 1999 Icke scrisse e pubblicò The Biggest Secret: The Book That Will Change the World, nel quale affermò che il pianeta sarebbe controllato da un Nuovo Ordine Mondiale, manovrato da una razza di umanoidi-rettiliani chiamati la Fratellanza Babilonese (Babylonian Brotherhood). Secondo Icke, questi rettiliani sarebbero esseri alti più di due metri, bevitori di sangue e proverrebbe dal sistema stellare Alpha Draconis.

Egli affermò anche che Christine Fitzgerald, una confidente della Principessa Diana confidò a lui che Diana stessa credeva che la famiglia reale inglese fosse collegata ai rettiliani e che loro stessi fossero in grado di trasformarsi. Icke da allora ha pubblicato un gran numero di altri testi sugli stessi temi. I suoi ultimi lavori vedono in George W. Bush, anch’egli un rettiloide, uno dei ruoli centrali in quella che Icke definisce la cospirazione dell’11 settembre (9/11 conspiracy). Ad essa apparterrebbero molti leader politici, tra cui alcuni presidenti statunitensi come George W. Bush e Barack Obama.

« Le mie ricerche suggeriscono che è da un’altra dimensione, la quarta dimensione inferiore (lower fourth dimension), che il controllo e la manipolazione sarebbero orchestrati. Altre persone sanno che lo è dalla dimensione astrale (lower astral dimension), la leggendaria casa dei demoni e delle entità nei loro rituali di magia nera… » (D. Icke, The Biggest Secret: The Book That Will Change the World)

Secondo lui queste famiglie di potenti si accoppierebbero solo tra loro per mantenere la purezza genetica e non perdere la capacità di trasformarsi in rettiliani.

Icke ha scritto che la famiglia Rothschild avrebbe pianificato l’ascesa al potere di Adolf Hitler per puntare al controllo di Israele, terra considerata energeticamente proficua per gli Illuminati. I personaggi-rettiliani, secondo le testimonianze riportate da Icke, sarebbero dediti a sacrifici umani, avidi di sangue umano e di violenze carnali su dei minorenni e manipolerebbero la gente con riti satanisti e con l’ingegneria sociale. Icke descrisse lo shape-shifting (cambiamento di forma) come un «Fenomeno riportato da testimoni che hanno visto persone (molto spesso in posizioni di potere) trasformarsi di fronte ai loro occhi, da una forma umana a una forma rettiliana e poi ritornare a quella originale».

Altro caposaldo delle teorie di Icke è l’idea che il mondo sia sotto il controllo di un governo segreto. Icke ha pubblicato sedici libri esponendo le sue opinioni, che sono in genere considerate un insieme di New Age(malgrado le sue smentite), cospirazionismo politico ed apocalittico, mescolate con quello che alcuni considerano una visione antisemita.

Nel 1996, nel suo libro … and the truth will set you free ( e la verità vi renderà liberi), affermò che questo governo era finanziato da banchieri e affaristi come i Rothschild e Rockefeller, sebbene in seguito abbia chiarito che considera gli ebrei membri della classe dirigente non ebrei, ma lucertole. Secondo il giornalista inglese Simon Jones, Icke affermò che:

« La gente comune è indotta in massa a credere che la normale causa degli eventi del mondo siano le conseguenze di forze politiche note, o eventi casuali e incontrollabili. Tuttavia, la storia dell’umanità è manipolata ad ogni livello… Ora potreste chiedervi fino a quali terribili attività questa gente possa arrivare: questi individui organizzano incidenti in tutto il mondo, che poi richiedono una risposta dall’opinione pubblica (bisogna fare qualcosa), permettendo a questi potenti di fare qualsiasi cosa questi abbiano desiderato fare sin dall’inizio. »

L’aspetto New Age della filosofia di Icke, prevede che la gente viva in una coscienza multidimensionale e che si dovrebbe abbandonare la falsa esistenza fornita dal governo mondiale, che porterà la gerarchia al collasso. Icke cita nelle sue opere in particolare la prima e seconda guerra mondiale, l’Olocausto, l’attentato di Lockerbie, l’attentato di Oklahoma City, il conflitto serbo-bosniaco e gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 come esempi di eventi causati dal governo segreto, arrivando a teorizzare un controllo e una responsabilità da parte di esso sulla maggior parte degli eventi negativi degli ultimi tre secoli. Michael Barkun, nel suo studio del 2003 sulla sottocultura della cospirazione, A Culture of Conspiracy: Apocalyptic Visions in Contemporary America, scrive che Icke è «il più fluente degli autori cospirazionisti, e dà ai suoi scritti una chiarezza raramente trovata in testi del genere».

Bisogna dire che molta ispirazione alle teorie di Icke deriva da alcuni fumetti della Marvel, in particolare si ritrovano alcune delel tematiche sviluppate da Icke negli episodi degli anni 60-70-80 dei Vendicatori e nei Fantastici 4.

Altre evidenti fonti di ispirazione di Icke sono certamente I protocolli dei Savi di Sion, la teoria dell’antico astronauta e la presunta Fratellanza del serpente.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: