Sunday, 18 Nov 2018

Il neo druidismo

Il Druidismo, o meglio neo drudismo, è una corrente religiosa considerata parte del fenomeno tutto occidentale detto “neopaganesimo“. Il druidismo moderno è basato su quelle che si ritengono essere le basi religiose tradizionali dell’antica religione celtica, di fatto praticamente estintasi per mano dei romani sia nell’antica Britannia che nelle Gallie, e della sapienza druidica.
C’è da specificare che poco o nulla è giunto fino a noi dei principi fondanti della religione druidica e sulle pratiche dei druidi e gran parte di quel poco è stato estrapolato principalmente dalle tradizioni contadine tramandate per via principalmente orale.

Dal Diciottesimo secolo, nel periodo che si contraddistinse per la nascita in ambienti culturali di una grande passione per l’esoterismo e le antiche religioni, appartengono a questo periodo la nascita di importanti sette esoteriche quali la Golden dawn e la Società Teosofica, alcune società segrete di ispirazione massonica, soprattutto in Gran Bretagna, iniziarono ad utilizzare simboli druidici, come l’Antico ordine dei druidi e la Chiesa del Legame Universale. Queste organizzazioni si ispirarono a Iolo Morganwg per le loro filosofie e simbologie, includendo l’uso della Preghiera del druido. Molti di questi insegnamenti furono in seguito definiti senza fondamenti storici e furono generalmente rigettati dalle successive organizzazioni druidiche.

Le cerimonie dei druidi moderni includono incontri settimanali in luoghi boscosi e molti gruppi si basano sul calendario lunare. In queste cerimonie si praticano l’assunzione rituale degli spiriti (Scotch o Whiskey irlandese allungato con acqua) chiamati acqua della vita (uisce beatha), vengono ordinati nuovi druidi e s’intonano canti e recitati sermoni.

Particolare importanza rivestono le cerimonie rituali che si svolgono nei solstizi, gli equinozi e certi festival periodici detti Sabbat. Durante questi eventi vengono allestite feste e banchetti, si svolgono rituali a sfondo sessuale, si eseguono danze rituali in cerchio e cantici.

Uno dei valori fondamentali del neo druidismo è quello dell’ecologia, considerata l’unica via attraverso la quale è possibile mantenere il legame tra l’uomo e gli spiriti della natura.

Centrale è il concetto dell’Awen, principio e forza cosmica.

Il Druidismo viene spesso erroneamente associato ai siti megalitici come Stonehenge o Avebury.

Negli Anni ’60 del XX secolo la pratica druidica viene sposata dai nuovi movimenti eco-ambientalisti e dagli hippies, che riscoprono il forte contatto tra la natura ed il mondo sciamanico ed infatti  la maggior parte di coloro che praticano oggi il neo Druidismo seguono pratiche e rituali propri dello sciamanesimo.

Attualmente, le principali confraternite neo-druidiche sono sostanzialmente tre: i seguaci dell’irlandese cattolico John Doland fondatore di una confraternita nel 1717, attualmente chiamata Druid Order; i seguaci del carpentiere massone Henry Hurle che nel 1781 ha fondato l’Ancient Order of Druids; i seguaci del muratore gallese Eduard Williams che si faceva chiamare Iolo Morganwag (1747-1826) che pretendeva di essere l’ultimo depositario dell’antico sapere dei druidi. In un quarto ramo vanno a confluire tutte quelle confraternite o sette che non si riconducono alle tre filosofie precedenti.

C’è la tendenza a far confuuire nel “neo-paganesimo celtico” tutto ciò che è distinto dal Cristianesimo, una cultura religiosa pre-cristiana che ingloba sincreticamente elementi folkloristici delle tradizioni antiche, leggende medievali, credenze New-Age e Wicca degli anni ’60.

Forse sarebbe più storicamente corretto indagare sullo “sciamanesimo celtico“, di cui ovviamente non è possibile conoscere alcunchè se non per estrapolazioni e paragoni con le altre popolazioni che lo praticavano fino alle soglie dell’era moderna.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: