Bufale: il complotto dei rettiliani

Ad un occhio non abituato i rettiliani appaiono in tutto e per tutto come dei normali esseri umani, grazie alla loro tecnica di mimetizzazione, basterebbe, però, aprire la nostra mente alla possibilità che esistano per spezzare l’incantesimo. O almeno così affermano alcuni personaggi dalla "mente aperta" mentre guadagnano soldi vendendo libri o facendosi pagare per tenere conferenze.

0
11396
Il complotto dei rettiliani

Fino a 65 Milioni di anni fa, i dinosauri erano al specie dominante sul pianeta Terra, molti di essi avevano raggiunto dimensioni colossali, mentre alcuni avevano imparato a volare e sembrava che nulla potesse contrastare il loro dominio.

Un giorno, però, circa 66 milioni di anni fa, un meteorite enorme meteorite cadde sulla Terra provocando profonde alterazioni climatiche che portarono alla quasi totale estinzione dei dinosauri;  Si salvarono solo quelli volanti che evolsero in uccelli, ma questa è un’altra storia.

Altre specie animali riuscirono a evolvere ed occupare gli spazi lasciati liberi dai dinosauri, tra i quali i nostri antenati che, nel corso degli ultimi 65 milioni di anni, diedero vita a varie specie di ominidi per arrivare, infine, all’homo sapiens.

Ciò che resta oggi dei grandi sauri che un tempo dominarono il pianeta, come abbiamo detto, sono gli uccelli.

La scomparsa dei grandi sauri, ebbe, secondo alcuni, la grave conseguenza di lasciare campo libero sul nostro pianeta ad una razza aliena, i rettiliani.

Secondo alcuni recenti sondaggi, alcuni milioni di esseri umani negli Stati Uniti e in occidente in generale, credono che la nostra specie condivida il pianeta con degli esseri di origine aliena dissimulati sotto forma umana: i rettiliani.

Questi esseri, nel remoto passato, avrebbero ibridato il proprio DNA rettiliano extraterrestre con il Dna terrestre di noi sapiens, acquisendo così la capacità di mutare il proprio aspetto per apparire esseri umani.

L’ibridazione sarebbe stata effettuata al fine di dominare in modo occulto il nostro pianeta e la nostra civiltà e permetterebbe, come abbiamo visto, a questi esseri di mascherarsi da umani per poter accedere ai ruoli chiave della nostra civiltà per poterci sfruttare e controllare. I rettiliani sarebbero ovunque, occuperebbero posti di potere e di influenza in campo politico, economico, militare e artistico, nello spettacolo e dell’informazione.

Secondo alcuni siti che seguono e approfondiscono l’ipotesi del complotto dei rettiliani, la politica dei più importanti stati del mondo sarebbe infestata da questi alieni. Ad esempio, tutta la genealogia della famiglia Bush, Obama e famiglia e anche Trump sarebbero dei rettiliani sotto mentite spoglie.

Questo significa che, almeno secondo chi crede a questa teoria del complotto, la democrazia e le elezioni sarebbero una vera e propria farsa o peggio. Anche la regina Elisabetta, Madonna, l’ex presidente americano Clinton con la famiglia al completo, Putin, l’attrice Angelina Jolie, la cantante Lady Gaga e molte altre stelle del mondo dello spettacolo sarebbero alieni rettiliani e rettiliane sarebbero anche le famiglie dei personaggi di potere in Italia, Berlusconi, Monti, Draghi.

L’identificazione è molto semplice, bastano delle foto o dei video e un programma di fotoritocco, evidentemente i rettiliani non hanno pensato a frenare lo sviluppo dei software digitali quando ne avevano la possibilità ed oggi, grazie ad alcune menti illuminate che hanno aperto gli occhi,  ne pagano le conseguenze venendo, sempre più numerosi, smascherati dagli attenti osservatori dalla mente aperta.

Secondo alcuni siti web gestiti da persone con la mente aperta, i rettiliani proverrebbero da Beta Draconis, una stella della costellazione del Drago. Secondo le informazioni riportate in questi siti, i rettili di Beta Draconis sarebbero esseri evolutisi come guerrieri e con mentalità dominatrice, manipolatori ed ingannatori.

Ad un occhio non abituato i rettiliani appaiono in tutto e per tutto come dei normali esseri umani, grazie alla loro tecnica di mimetizzazione, basta però aprire la nostra mente alla possibilità che esistano per spezzare l’incantesimo, notando così i piccoli particolari che li contraddistinguonoIl dettaglio più inconfutabile e senza dubbio la membrana x, che copre i loro occhi mascherandoli da occhi umani. Tale membrana copre quasi tutto l’occhio, ad eccezion fatta della parte centrale nera, che è ben visibile quando assume la forma di X, V o Y, dovuta al movimento della membrana“.

Nemici irriducibili dei rettiliani sarebbero “i grigi“, altra razza di alieni che si muove continuamente, quasi inosservata, sulla Terra di cui, però, ci occuperemo in un prossimo articolo.

Questi esseri fanno un po’ venire in mente i mostri che volevano impossessarsi della Terra nella saga Jeeg robot d’acciaio o i rettili combattuti in un’altra saga di successo, la squadra Getter. Arrivando agli anni ottanta perché non citare i Visitors? Esseri extraterrestri che celavano la loro natura di rettili sotto delle maschere che li rendevano simili a noi umani.

Questi film e telefilm, uniti ad altri messaggi subliminali, secondo alcuni, sarebbero tracce disseminate un po’ ovunque in modo occulto dai nemici dei rettiliani per avvisarci di quello che ci sta accadendo.

I teorici della cospirazione trovano queste tracce un po’ ovunque nella storia, anche nel più lontano passato o addirittura nella Genesi del genere umano, identificando il serpente che tentò l’uomo nel popolo rettiliano definendo questi esseri intelligenti, scaltri e manipolatori.

Si è occupato di questa strana faccenda l’ineffabile David Icke, che con i suoi scritti ha diffuso con notevole successo la sua teoria del complotto sui rettiliani scrivendo anche un volume dal titolo: “Guida alla cospirazione globale – E come fermarla”. Sulla copertina dell’edizione italiana non mancano simboli massonici, volti di uomini di potere e l’imperscrutabile occhio rettiliano.

Come sempre queste teorie del complotto sono il tentativo di dare risposte semplici a argomenti molto complessi, raggiungendo il risultato di guadagnare visibilità e denaro.