Wednesday, 21 Nov 2018

Breaking news: Salvati i ragazzi prigionieri in una grotta sotterranea in Thailandia

Il positivo epilogo di questa vicenda  è un successo della cooperazione internazionale. La dedizione e lo spirito di sacrificio del sub dei navy seals thailandesi e dei tanti specialisti inviati da tante nazioni sono riusciti ad avere la meglio sulle difficili condizioni che si erano create per l’inizio della stagione dei monsoni senza concedere il tempo di ricorrere alla disperata all’aiuto proposto dai tecnici di SpaceX di Elon MUsk. Tutti salvi, quindi. Tutto bene quello che finisce bene, ora le autorità thai dovranno, però, capire come è stato possibile che qualcuno abbia avuto accesso al sistema di grotte sotterranee a rischio allagamento proprio durante il periodo dei monsoni…


10/07/2018 ore 14.00: È finita! tutti e 12 i ragazzi ed il loro allenatore sono stati finalmente tratti in salvo. Quelli già usciti nei giorni scorsi hanno ricevuto la visita dei genitori che hanno potuto vederli da dietro un vetro, si teme infatti che la lunga nell’ambiente buio ed umido delle grotte possa avere favorito l’attecchimento di qualche batterio ma, al momento, tutti i ragazzi appaiono in buona salute. La quarantena durerà ancora una decina di giorni poi i ragazzi potranno tornare alle rispettive case.

Ore 16.15: il peggioramento delle condizioni del tempo ha costretto i soccorritori a sospendere le operazioni di salvataggio. L’appuntamento per il salvataggio degli ultimi 4 ragazzi e dell’allenatore è per domani mattina quando si prevede un miglioramento meteorologico.

15.30: Sono ora 8 i ragazzi portati in salvo. Si prevede che entro la serata il salvataggio sarà completato.

12.00: Un altro ragazzo tratto in salvo, si prevede che, se andrà tutto bene, entro le 21 di questa sera tutti i ragazzi e l’allenatore saranno portati in salvo. Nel frattempo i 4 ragazzi salvati ieri sono ancora in isolamento in ospedale ed i genitori non sono ancora stati messi al corrente dell’identità dei ragazzi salvati. Genitori e figli potranno incontrarsi solo dopo l’OK dei medici, sembra vi sia il rischio di malattie infettive dopo tanti giorni passati nell’ambiente buio e umodi delle grotte.

09/07/2018: 06.00: Riprese le operazioni di salvataggio.

 

h 16.20: A quanto pare, le operazioni di salvataggio, iniziate questa mattina alle 5.00, sono state sospese per almeno 10 ore per mettere a punto tutta l’attrezzatura tecnica. Si prevede che i ragazzi e l’allenatore saranno estrattio dalla grotta nella giornata di domani. Intanto è arrivata una precisazione circa i ragazzi già salvati: sono 4 e stanno già tutti in ospedale. Sarebbero ora almeno 90 i sommozzatori coinvolti nell’operazione, 40 Thailandesi e 50 provenienti da corpi di specialisti messi a disposizione da altre nazioni.

h. 16.00: I primi due ragazzi salvati sono ora stati tra sportati dalle ambulanze presso un ospedale per controllarne lo stato di salute. Altri 4 sarebbero ora in salvo presso il campo base dei soccorritori ed in attesa di essere riportati in superficie. Le operazioni di salvataggio vanno avanti.

L’arrivo delle torrenziali piogge monsoniche ha obbiogato il team di salvataggio a rompere gli indugi ed avviare un pericoloso piano di salvataggio, rischioso per i ragazzi ed i soccorritori ma ormai inevitabile.

Come riferisce Sky Mews, questa mattina alle 5.00, un gruppo di 18 sub superspecializzati, 13 stranieri e 5 Navy Seals thailandesi ha iniziato le operazioni per trarre in salvo i 13 giovani dalla grotta posta a quasi un chilometro di profondità.

Non c’è stato il tempo materiale per avviare il piano di salvataggio ultratecnologico proposto dal miliardario Elon Musk, con i monsoni in corso il gruppo dei ragazzi rischia di non essere più raggiungibile per diversi mesi. Inevitabile, dunque, l’avvio della rischiosa operazione di salvataggio che si esitava a mettere in atto, non avendo i ragazzi alcuna esperienza da sommozzatori. Ricordiamo che nei giorni scorsi un ex Navy seal thailandese è morto durante le operazioni di consegna ai dispersi di bombole d’ossigeno.

STando agli ultimi aggiornamenti due ragazzi sono già stati estratti dalla grotta ma si prevede che le operazioni di salvataggio andranno avanti per parecchie ore, forse per un paio di giorni.

 

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: