Sunday, 18 Nov 2018

Elon Musk, l’uomo che sogna il futuro

Elon Musk, Il 47enne CEO di Tesla e SpaceX, proprietario di Solar city e cofondatore di OpenAI, tempo fa dichiarò che non sarà felice finché l’umanità non avvierà la colonizzazione di Marte. Questa, insieme a molte altre sue dichiarazioni, sembra un’idea piuttosto azzardata ma Musk, rispetto a molti altri uomini, ha la mente e il denaro per incidere sul futuro: può farlo accadere.

Una delle curiosità su Elon Musk riguarda il suo essere il CEO di Tesla: nonostante possegga un patrimonio netto intorno ai 23 miliardi e mezzo di dollari, non ha mai preso una busta paga da Tesla, rifiutando ogni anno il suo salario minimo di 56.000 dollari.

Nel marzo scorso, gli azionisti di Tesla hanno approvato un piano che premia Musk con un pacchetto di stock option per un valore complessivo di 2,6 miliardi di dollari che, come riporta la CNBC, verrà versato in 12 tranches. A questo proposito, USNEWS osserva che, se Tesla dovesse raggiungere gli obbiettivi previsti per il prossimo decennio, il valore delle azioni aumenterebbe di conseguenza durante quel periodo di tempo, “il valore del pacchetto di stock option ora in mano a Musk potrebbe arrivare a superare i 50 miliardi di dollari“.

Elon Musk è noto per essere un maniaco del lavoro, non spende soldi in vacanze sontuose o hobby costosi. Invece, l’imprenditore passa la maggior parte del suo tempo in ufficio o negli stabilimenti delle sue aziende, ritirandosi in una delle sue quattro ville di Los Angeles alla fine della giornata.

Ma come ha accumulato tanto denaro, partendo praticamente da zero, quest’uomo considerato un visionario, un po’ pazzo e molto sognatore.

Cresciuto in Sudafrica, Musk è stato praticamente un autodidatta. Ha imparato a programmare e a 12 ha realizzato il suo primo videogioco. La vendita del codice sorgente gli fruttò 500 dollari.

Fonte: Money – OnInnovation / Flickr  CC BY-ND 2.0

Poco prima del suo diciottesimo compleanno, Musk si è trasferì in Canada dove si adattò a svolgere anche lavori pesanti, come spalare grano, tagliare tronchi e pulire la caldaia di una segheria a 18 dollari l’ora, nel 1989 un salario importante per un lavoro simile.

Fonti: MONEY , Esquire – Elon Musk: Tesla, SpaceX e la ricerca di un futuro fantastico – OnInnovation / Flickr CC BY-ND 2.0

Dopo essersi iscritto alla Queens University nel 1990, Musk cominciò a mantenersi vendendo PC assemblati e pezzi di ricambio. “Costruivo qualsiasi cosa potesse soddisfare le esigenze degli altri studenti,” racconta Musk, “da macchine per barare nei giochi a semplici elaboratori di testi a prezzi molto inferiori a quelli a cui li avrebbero trovati nei negozi.

Fonti:  MONEY ,  Esquire  –  Elon Musk: Tesla, SpaceX e la ricerca di un futuro fantastico

Due anni dopo, Musk si trasferì all’Università della Pennsylvania con una borsa di studio parziale. Per coprire il resto della sua retta, Musk e un amico trasformarono la loro casa in un pub che apriva nei fine settimana. Per entrare si pagavano 5 dollari. “In pratica mi pagavo gli studi, college, strumenti e libri di testo compresi. In una notte sola guadagnavo abbastanza per pagare l’affitto di casa per tutto il mese.“, racconta Musk.

Fonti:  MONEY ,  Esquire  –  Elon Musk: Tesla, SpaceX e la ricerca di un futuro fantastico – Shutterstock

Alla fine, Musk si laureò in fisica e in economia alla Wharton School e si trasferì a Stanford per conseguire il dottorato. Questa volta abbandonò gli studi nel giro di pochi giorni per fondare una startup di internet con suo fratello Kimball. Insieme realizzarono Zip2, un software di guida della città per i giornali, partendo con un capitale di 28.000 dollari fornito loro dal padre.

Fonte:  Money– turtix / Shutterstock.com

Quattro anni dopo, nel 1999, vendettero Zip2 per 340 milioni di dollari, da cui Musk ottenne un guadagno netto di 22 milioni. Investì circa la metà dei suo guadagni per cofondare X.com, un servizio di online banking. Presto, l’azienda si fuse una rivale e divenne PayPal con Musk come azionista di maggioranza. Nel 2002, eBay acquistò PayPal e Musk ne uscì con altri 180 milioni di dollari.

Fonte:  Money – 360b / Shutterstock.com

A questo punto Musk iniziò a sognare. O forse l’aveva sempre fatto ma stava aspettando di avere i mezzi per realizzare i suoi sogni: fondò la sua nuova società di esplorazione spaziale, SpaceX. Pochi anni dopo fondò la casa automobilistica dedicata alle auto elettriche, Tesla, e poi SolarCity, un fornitore di sistemi ad energia solare. Il successo di queste compagnie lo portò infine nel club dei miliardari, ma non prima che fallisse.

Fonte: VentureBeat  – YMZK-Photo / Shutterstock.com

Alla fine del 2008, Musk divorziò dalla sua prima moglie e questo gli costò una parte notevole delle sue finanze. Un anno dopo, dichiarò di aver “esaurito i soldi” e di aver vissuto con prestiti da amici mentre cercava di mantenere a galla le sue compagnie. Quando, però, Tesla riuscì a quotarsi in borsa, nel 2010, per Musk si aprì l’olimpo della fortuna: Entro il 2012 apparve, su Forbes, nella lista degli uomini più ricchi del mondo con un patrimonio netto di $ 2 miliardi.

Fonti: VentureBeat , Forbes , TechCrunch – Hadrian / Shutterstock.com
 

Nei cinque anni successivi, Musk accumulò una fortuna di 20,4 miliardi di dollari.

Fonte: Bloomberg – Esther Dyson / Flickr CC BY-NC 2.0

Oggi il CEO di SpaceX possiede oltre 70 milioni di dollari in proprietà residenziali nel quartiere di Bel-Air di Los Angeles. Recentemente ha comprato la sua quinta villa megagalattica, una proprietà da 24 milioni di dollari ancora incompiuta.

Fonte: The Real Deal , Variety – Google Maps

Musk cominciò ad acquistare proprietà a Bel-Air alla fine del 2012, quando acquistò una proprietà di 1,67 ettari per 17 milioni di dollari. La villa di oltre 6000 metri quadrati ha una biblioteca a due piani, un home theatre, una palestra e una cantina di 1.000 bottiglie.

Fonte: variety – Google Maps

Come leader di una delle più innovative case automobilistiche, non sorprende che Musk abbia un’affinità per le auto. Nel 2013, ha pagato in un’asta 920.000 dollari l’auto sottomarina Lotus Esprit utilizzata in un film di James Bond. Oltre a guidare Tesla, possiede due auto a gas: una Ford Model T e una Jaguar E-Type Series 1 Roadster.

Fonte: MONEY , CNBC – WIkimedia Commons CC BY 2.0

Nonostante abbia fondi da spendere, Musk non è un fan delle vacanze sontuose – o di qualsiasi altra vacanza. Nel 2015 dichiarò che, da quando aveva fondato SpaceX circa 12 anni prima, aveva fatto solo due settimane di vacanza.

Fonti: Inc. , quartz – Wikimedia Commons CC BY 2.0

Nell’agosto 2018 Musk ha dichiarato in un’intervista concessa al New York Time di lavorare 120 ore alla settimana. “Ci sono stati momenti in cui non lasciavo la fabbrica per tre o quattro giorni. Questo è stato a scapito della possibilità di vedere i miei figli e incontrare amici“.

Fonte: The New York Times – Tesla Owners Club Belgium / Flickr  CC BY 2.0

Si, perchè Elon Musk ha cinque figli. In un tweet del 2014, Musk dichiarò che portava tutti gli anni i bambini in campeggio. “Credo di essere un buon padre, vedo i miei figli  i bambini per poco più della metà della settimana e trascorro un bel po’ di tempo con loro, li porto con me anche quando esco dalla città.

Fonti: Twitter , Elon Musk: Tesla, SpaceX e la ricerca di un futuro fantastico – OnInnovation / Flickr CC BY-ND 2.0

Nel 2012, Musk ha firmato il Giving Pledge promettendo di donare la maggior parte della sua ricchezza durante la sua vita. Sebbene sia già impegnato nella tutela ambientale e a migliorare il futuro dell’umanità, Musk ha realizzato donazioni considerevoli per le cause che gli interessano, incluso un regalo da 10 milioni di dollari al Future of Life Institute per la regolamentazione dell’intelligenza artificiale.

Fonti: Twitter , Business Insider – jurvetson / Flickr CC BY 2.0

Alla fine della giornata, il multi-miliardario si rilassa con hobby poco costosi come ascoltare musica, giocare ai videogiochi e leggere libri. “Mi piace fare cose normali come uscire con i bambini, vedere gli amici e, a volte, impazzire su Twitter. Di solito, però, penso di più al lavoro.”

Fonte: Business Insider – Wikimedia Commons CC BY 2.0

Da tutto questo esce il ritratto di un uomo passionale, tutto dedito a ciò che gli piace, ai suoi sogni e alle sue visioni. Un uomo che non ha esitato a rischiare tutto quanto aveva in imprese apparentemente impossibili solo per inseguire i suoi sogni.

Forse, uno dei pochi uomini viventi in grado di cambiare il futuro dell’umanità.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: