Sunday, 18 Nov 2018

Non solo “Florence”: la stagione degli uragani si annuncia con 4 potenti tempeste

Come ogni anno, in questo periodo inizia la stagione degli uragani e, puntuali, eccoli.

Il primo ad essere stato individuato è stato l’uragano Florence che sta anche ingenerando non poche preoccupazioni sulla costa orientale degli Stati Uniti essendo stato classificato di classe 4.

Sono tre i potenti uragani che stanno muovendosi attraverso l’Oceano Atlantico verso la costa orientale degli Stati Uniti e i Caraibi, mentre un’altra forte tempesta si prepara ad abbattersi sulle isole Hawaii. Nel frattempo, i satelliti meteorologici GOES della National Oceanic and Atmospheric Administration forniscono alcune vedute spettacolari delle tempeste viste dallo spazio.

Il satellite meteorologico GOES-East, che tiene costantemente d’occhio la costa orientale e l’Atlantico, ha catturato alcune immagini mozzafiato dell’uragano Firenze, della tempesta tropicale Isacco e dell’uragano Helene che si avvicinano alle Americhe.

Florence, un uragano di categoria 4 potenzialmente molto distruttivo, sta per abbattersi sulla North Carolina o sul South Carolina, l’arrivo sulle coste di questi stati è previsto per giovedì 13 settembre.

Staccato di qualche giorno lo segue Helene, un uragano di Categoria 2 che probabilmente si esaurirà sull’Atlantico senza arrivare sulla costa orientale degli Stati Uniti, stando a quanto dice l’ultimo aggiornamento del National Hurricane Centre (NHC), una divisione di NOAA.

Circa a metà strada tra l’uragano Firenze e l’uragano Helene c’è la piccola ma pericolosa tempesta tropicale Isacco, fino a ieri era considerata un uragano ma è poi stata declassata a tempesta tropicale.

Secondo le previsioni, Isaac raggiungerà domani le Piccole Antille centrali e poi la parte orientale del Mar dei Caraibi per poi abbattersi in pieno su tutta l’area del Mar dei Caraibi nel fine settimana, sempre secondo le previsioni del NHC.

Dall’altro lato del globo, sull’oceano Pacifico, la tempesta tropicale Olivia sta puntando decisa verso le Hawaii muovendosi da est. Olivia era n urugano di categoria 4 ma, durante la settimana in cui ha imperversato sul Pacifico, al largo della costa ovest degli Stati Uniti, si è notevolmente indebolito ed è stato ora declassato a temepsta tropicale.

Insomma, la stagione degli uragani si presenta alla grande, gli effetti del riscaldamento globale continuano a sentirsi in maniera non indifferente e, per ora, possiamo solo sperare che non si ripetano le devsatazioni perpetrate lo scorso anno dall’uragano Maria.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: