Tuesday, 20 Nov 2018

La misteriosa scomparsa della cittadina di Ashley, in Kankas

di Oliver Melis

Questa è l’incredibile storia di una città del Kansas, Ashley appunto, scomparsa insieme a tutta la sua popolazione, dopo un terremoto avvenuto nel 1952.

La spettrale storia di una città conosciuta come Ashley, in Kansas, e il destino dei suoi oltre 670 abitanti, scomparsa dopo un terribile cataclisma nel 1952 è circolata in rete per diversi anni. Questo evento, apparentemente inspiegabile, fu causato da un terremoto che durò mezza giornata e che avvenne al culmine di diverse settimane di strani eventi; la città di Ashley, insieme a tutti i suoi abitanti, improvvisamente scomparve.

Ma se approfondiamo le ricerche e non ci fermiamo superficialmente a quanto riportato dai soliti siti sensazionalistici e cerchiamo qualche menzione storica di Ashley, nel Kansas, non troveremo nulla.
Nessuna città con quel nome compare su nessuna mappa del periodo, né è inclusa in nessun censimento.

Nel marzo 2012, quella che era probabilmente la prima versione della storia di Ashley, Kansas, fu stata pubblicata su un popolare sito per brevi storie dell’orrore in una versione che inizia come segue:

A un certo punto, durante la notte del 16 agosto 1952, la piccola città di Ashley, nel Kansas, cessò di esistere. Alle 3:28 del mattino del 17 agosto 1952, un terremoto di magnitudo 7,9 venne misurato dal Servizio geologico degli Stati Uniti. Il terremoto stesso è stato avvertito in tutto lo stato e gran parte del Midwest. L’epicentro era localizzato direttamente sotto Ashley, nel Kansas.

Quando le forze dell’ordine di stato giunsero in quella che avrebbe dovuto essere la periferia della comunità agricola, trovarono una fessura ardente e bruciante nella terra lunga 1000 metri e larga circa 500. La profondità della fessura non è mai stata misurata.

Dopo dodici giorni, la ricerca a livello statale e locale dei 679 residenti scomparsi di Ashley, nel Kansas, fu convocata dal governo dello stato del Kansas alle 21:15 della notte del 29 agosto 1952. Tutti i 679 residenti furono considerati morti . Alle 2:27 del mattino del 30 agosto 1952, un terremoto di magnitudo 7.5 fu misurato dal Geological Survey degli Stati Uniti. L’epicentro era situato sotto quella che era la sede di Ashley, nel Kansas. Quando le forze dell’ordine investigarono alle 5:32 del mattino, riferirono che la fessura nella Terra si era chiusa.

Negli otto giorni precedenti alla scomparsa della città e dei suoi 679 residenti, eventi bizzarri e inspiegabili sono stati segnalati da dozzine di residenti ad Ashley, nel Kansas, e dalle forze dell’ordine dalla zona.

Questa storia è un classico racconto agghiacciante, ma decisamente di fantasia. Oltre alla versione sopra citata, una storia intitolata “The Disappearance of Ashley, Kansas” è stata successivamente pubblicata sul forum di Reddit r / nosleep, un sito dedicato alla condivisione di opere di horror fiction.
Prima di quelle menzioni su Internet nel 2012, Ashley non esisteva né nella realtà né nell’immaginazione.

Inoltre, solo un terremoto è stato registrato in Kansas nel 1952 e quell’evento si è verificato in aprile e non in agosto. Un terremoto di magnitudo 7,5-7,9 che avesse colpito il Kansas avrebbe avuto una enorme copertura mediatica sia a livello locale, che nazionale, ma non esiste alcuna registrazione di tale evento sismico.

E anche se, secondo la tipica teoria della cospirazione, i poteri che cospirano per nascondere qualsiasi cosa fosse accaduta ad Ashley, la prova dell’esistenza della città rimarrebbe in altri testi, mappe e documenti anteriori al 1952.

È incredibile la capacità della rete di rendere vere anche storie evidentemente partorite dalla fantasia, magari con l’aiuto dei soliti siti gestiti da seguaci di teorie cospirazioniste o, semplicemente, dei siti dediti al sensazionalismo al mero scopo di ottenere click e visualizzazioni.

Fonte: Snopes.com

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: