Tuesday, 20 Nov 2018

Elon Musk ritiene necessaria una Space Force. Novità sul BFR e Marte

L’amministratore delegato di SpaceX, Elon Musk, afferma di sentirsi in sintonia con l’amministrazione Trump circa l’idea di creare una Space Force separata dalle altre forze armate.

In un’ampia intervista concessa al sito specializzato in tecnologia Recode, Musk ha sottolineato che anche quando fu creata l’arma dell’aeronautica militare, all’indomani della seconda guerra mondiale, ci furono molte reazioni negative e l’idea fu messa ripetuta mente in ridicolo, anche sottolineando l’inutilità dello spendere tanti soldi per creare un’arma indipendente. Per Musk, la nascita di una Space Force sarà inevitabile ed è bene cominciare a pensarci fin da ora.

Non sappiamo se il fatto che SpaceX e Blue Origin oggi sono le sole aziende private in grado di fornire un adeguato supporto logistico alla nuova branca delle forze armate abbia un qualche peso nella valutazione dell’istrionico imprenditore ma, in ogni caso Musk, nelle sue dichiarazioni, è apparso entusiasta del progetto dando il suo endorsement.

Secondo Musk, “Molta gente non ricorda quanto fu considerato ridicolo ed inutile creare l’Air force ma oggi tutti considerano una cosa ovvia che esista. Così sarà anche per la Space Force: oggi può apparire un’idea controversa ma col tempo diventerà ovvia l’utilità di una forza spaziale.

e

Elon Musk, nell’intervista, ha collegato la Space Force e l’esplorazione spaziale, un’attività tradizionalmente associata ad agenzie civili come la NASA. “Sai, la difesa nello spazio è fondamentale, tutti quei satelliti valgono un sacco di soldi. E poi penso anche che potrebbe essere molto utile per espandere la nostra civiltà quando ci avventureremo nello spazio esterno.

Penso che potremmo avere una base sulla luna, per esempio. Una base su Marte. Bisogna pensare in grande ed espandere l’idea di una Space Force“, ha continuato.

Musk ha riconosciuto nell’intervista di non avere avuto “conversazioni dettagliate” con l’amministrazione Trump sui suoi piani per la Space Force e su quanto seria sia la Casa Bianca nella sua attuazione. “Ma penso che diventerà ovvio nel tempo che una Space Force è una cosa sensata da fare.”

Nell’intervista, che si concentrava più sulla sua altra società, la casa automobilistica Tesla, Musk non ha parlato molto delle attività di SpaceX. Ha, però, confermato che che SpaceX “punta ancora al 2024” per la sua prima missione su Marte, ma ha detto che la prima missione marziana del Big Falcon Rocket (BFR) potrebbe essere senza equipaggio. “Non sono sicuro che ci saranno persone a bordo o no“. Musk aveva detto, in un discorso del settembre 2017, che le prime due missioni verso Marte di SpaceX con equipaggio sarebbero andate su Marte nel 2024 con il BFR, un obbiettivo temporale che lo stesso Musk aveva successivamente indicato come “un’aspirazione“.

Speriamo che ci siano persone a bordo“, ha detto a proposito della missione del 2024. “Ma penso che ci sia una buona possibilità che almeno un velivolo senza pilota vada su Marte. Penso che proveremo a fare questo.”

Musk ha anche aggiunto che sta pensando di battezzare il primo BFR che si recherà su Marte “Heart of Gold“, e ricordiamo che “Cuore d’oro” è il nome dell’astronave con motore ad improbabilità infinità de “Guida galattica per gli autostoppisti”.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: