Thursday, 13 Dec 2018

In aumento il margine operativo di SpaceX sui razzi

La maggior parte degli osservatori probabilmente non ha notato che c’è stato un notevole miglioramento nel margine di profitto di SpaceX con gli ultimi lanci di razzi.

Elon Musk ha detto che sarà presto in grado di riutilizzare anche le due metà della carenatura del muso.

Le due metà sono abbastanza leggere ma costano circa 6 milioni di dollari. SpaceX addebita circa 62 milioni di dollari per lancio, realizzando un profitto operativo superiore al 30%. SpaceX ha impermeabilizzato le carene e ha installato dei paracadute su di esse in modo che non vengano danneggiate nel momento in cui scendono sulla superficie dell’oceano.

Il riutilizzo delle carene permetterebbe a SpaceX di aumentare ulteriormente il margine di profitto sui lanci futuri, incrementandolo di un altro 10%.

Nell’ultimo lancio, SpaceX ha riutilizzato con successo lo specifico primo stadio del Falcon 9 block 5 per la terza volta ed è ancora rientrato a terra con successo e potrebbe essere ulteriormente riutilizzato per lanci futuri. È noto che il primo stadio rappresenta circa il 70% del costo del razzo. SpaceX sta dimostrando di essere in grado di riutilizzare i primi stadi per quattro o più volte e, probabilmente, SpaceX sarà in grado di raggiungere l’obiettivo di dieci riutilizzi per ogni primo stadio. In realtà, SpaceX per dieci riutilizzi intende prima di dover effettuare importanti interventi di manutenzione per ulteriori lanci. Il primo stadio del Falcon 9 potrebbe, potenzialmente, arrivare a collezionare centinaia di lanci.

Ovviamente, recuperare il primo stadio, ispezionarlo e provvedere alle manutenzioni necessarie ha un costo. Così come il rifornimento di carburante necessario per un nuovo lancio.

Supponendo che SpaceX abbia un prezzo fisso di 62 milioni di dollari per un lancio di un Falcon 9, e che mantenga il margine di profitto del 30% senza presupporre la possibilità di riutilizzarne il primo stadio, il costo di partenza per un Falcon 9 non riutilizzabile è di 43,4 milioni di dollari.

Il costo del primo stadio è il 70% di 43,4 milioni, cioè 30,4 milioni. Un altro costo di $ 6 milioni è la carenatura. Si tratta di cifre fatte ufficialmente dallo stesso Elon Musk. Assumendo che le carenature avranno gli stessi livelli di riutilizzo del primo stadio, l’83,9% dei costi viene riutilizzato. “A perdere” sono solo i 7 milioni di dollari che costa il secondo stadio.

SpaceX sta dimostrando di poter spalmare i costi del primo stadio e della carenatura in 4-10 lanci. Se dovesse riuscire ad effettuare costantemente 4 lanci per ogni primo stadio, il costo è di $ 16,1 milioni per lancio oltre a recupero, manutenzione e ispezione inclusa la seconda fase. Se riuscisse ad arrivare a dieci lanci, il costo per lancio scenderebbe a 10,6 milioni di dollari per lancio oltre ai costi di recupero, manutenzione e ispezione incluso il secondo stadio. $ 7 milioni per lancio il secondo stadio.

Insomma, SpaceX sta riuscendo ad abbattere drasticamente i costi dei lanci spaziali. L’urlo “Noooo !!!” che è echeggiato dopo l’ultimo lancio effettuato con successo da SpaceX e ha recuperato anche le carene dell’ogiva, era l’urlo di dolore dei dirigenti dell’ULA (United Launch Alliance) e di Ariane. L’Agenzia Spaziale Russa ha già rinunciato da tempo ad effettuare lanci commerciali. Se non effettueranno rapidamente adeguamenti tecnologici in termini di riusabilità le altre compagnie che effettuano lanci commerciali rischieranno di essere surclassate dal crollo dei costi indotto da SpaceX.

SpaceX, inoltre, sarà in grado di guadagnare 46 milioni di dollari per ogni lancio solo arrivando a riutilizzare quattro volte il primo stadio e le carenature,  nel caso riuscissero ad arrivare a dieci lanci il guadagno per ogni lancio salirà a 51 milioni di dollari. A quel punto, il margine operativo di SpaceX sarà del 74%.

Ovviamente, il calcolo dei costi non include le spese indirette come quelle relative a ricerca, sviluppo e vendita, le spese generali e quelle amministrative. SpaceX ha costi di ricerca e sviluppo certamente molto alti ma, di fatto, si avvia a monopolizzare il mercato dei lanci spaziali.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: