L’eclusione dagli appalti per i lanci militari potrebbe obbligare SpaceX a rivedere i suoi piani

0
553

Nei 16 anni dalla fondazione della Space Exploration Technologies Corporation di Elon Musk, SpaceX, la società ha trasformato il mercato spaziale commerciale. Ha dimostrato che i servizi di lancio possono essere forniti a un costo molto inferiore rispetto a quanto si pensasse in precedenza. Ha dimostrato che gli stadi dei razzi possono essere riutilizzati con successo. E ha ripetutamente compiuto imprese che nessuna società commerciale avrebbe contemplato in passato.

Senza dubbio, SpaceX è un pioniere. Ma i pionieri qualche volta finiscono male. La vita di Nikola Tesla, l’inventore e futurista al quale è stata intestata l’altra grande impresa di Musk, offre un esempio di come anche i geni possano perdere la loro strada nel paesaggio simile a una giungla delle industrie neonate. SpaceX ha cambiato il mondo, ma non è ancora certo se il suo sia un modello di business sostenibile.

Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui Musk non ha quotato SpaceX – anche se gli analisti stimano il suo valore fino a 28 miliardi di dollari. La ragione dichiarata pubblicamente è che Musk non vuole che estranei possano mettere bocca nei suoi piani per mandare gli astronauti su Marte, come preludio alla creazione di una colonia permanente sul Pianeta Rosso. È una visione ispiratrice, ma pubblica o privata, ci sono alcune serie sfide che l’azienda dovrà superare prima o poi.

Quello che segue, in ordine decrescente di difficoltà, è una lista delle cinque sfide più importanti che SpaceX dovrà affrontare nel breve termine – molto prima che gli umani possano camminare sul Pianeta Rosso. 

Una navetta spaziale Dragon di SpaceX si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale, cui consegnerà un carico. WIKIPEDIA

Ristagno del mercato commerciale Il mercato globale dei lanci spaziali commerciali non è grande. Bryce Space & Technology, un gruppo che si occupa di analisi, calcola circa 6 miliardi di dollari l’anno. SpaceX è arrivato a dominare quel mercato offrendo prezzi scontati per collocare satelliti per comunicazioni in orbita geosincrona, l’orbita che consente loro di rimanere sopra un punto specifico della superficie terrestre.

Sebbene SpaceX abbia ottenuto quasi la metà del mercato lo scorso anno, la domanda di lanci di geo satcom è stagnante. Dopo una media di 17 all’anno tra il 2003 e il 2015, la domanda è diminuita nel 2016. La media degli ultimi tre anni è di otto lanci all’anno. Arianespace, il più grande concorrente di SpaceX nel mercato commerciale, afferma di aver bisogno di dieci lanci all’anno per rimanere redditizio. La domanda più bassa è considerata dagli analisti come la “nuova normalità” per questo settore e il numero di fornitori di servizi di lancio, sta crescendo.

Accesso al mercato militare. L’US Air Force, che gestisce i programmi spaziali di sicurezza nazionale, ha recentemente aggiudicato contratti di sviluppo per una nuova generazione di veicoli di lancio. I concorrenti erano quattro e SpaceX è stata l’unica azienda a non ottenere contratti. Questa deve essere stata un’amara delusione per Musk, che ha lottato per anni per ottenere la certificazione necessaria per i lanci del Falcon 9 a scopo militare.

SpaceX può ancora competere nella seconda fase del programma, ma sembra che il governo non intenda finanziare lo sviluppo di un nuovo veicolo di lancio o di un motore a razzo per SpaceX. Quel veicolo, precedentemente noto come Big Falcon Rocket, è fondamentale per i piani futuri di SpaceX, un fatto che si riflette nel suo nuovo nome, “Super Heavy-Starship“. Sarà il più grande razzo mai costruito, adatto a supportare missioni con equipaggio umano verso Marte, ma l’Air Force sta cercando qualcosa di più prosaico, come un Falcon 9 aggiornato. 

Sicurezza dello spazio civile. L’amministratore della NASA James Bridenstine è andato su tutte le furie quando ha saputo che Elon Musk aveva fumato marijuana su un podcast e ha ordinato una revisione di sicurezza delle due società che hanno contratti per portare astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale a partire dal prossimo anno (l’altro è Boeing). Bridenstine ha motivo di essere nervoso, perché gli astronauti statunitensi hanno dovuto ricorrere ai razzi russi da quando lo Space Shuttle è stato ritirato nel 2011. L’amministrazione di Brindestine sarà giudicata innanzitutto per come gestirà il ritorno dei lanci di astronauti dal suolo americano e per i costi che questo comporterà.

La revisione della sicurezza delle operazioni interne delle due compagnie riguarderà “tutto e qualsiasi cosa che potrebbe avere un impatto sulla sicurezza“, secondo l’Amministratore associato della NASA. Il comitato consultivo sulla sicurezza dell’agenzia spaziale ha sottolineato nel suo rapporto annuale 2017 che “la NASA dovrebbe aspettarsi che entrambi i fornitori mostrino una cultura della  sicurezza  appropriata per il volo spaziale umano“. È difficile conoscere tutti gli elementi che saranno presi in considerazione prima dell’inizio della revisione, ma i fattori culturali possono influenzare le scelte di progettazione, il comportamento operativo, la ricettività ai rischi e altri problemi relativi alla sicurezza degli astronauti. Ad esempio, SpaceX è l’unica società di lancio che propone di rifornire i suoi razzi mentre gli astronauti sono a bordo. Ciò potrebbe essere interpretato come un’inclinazione culturale ad accettare un rischio maggiore di quanto sia ritenuto prudente.

Debole redditività aziendale. Secondo alcuni media, SpaceX genera ricavi per circa $ 2,5 miliardi ogni anno, e nei 12 mesi terminanti a settembre ha prodotto guadagni per $ 270 milioni prima di pagare interessi, tasse e ammortamenti . Tuttavia, secondo Bloomberg la società di Musk ha incluso i pagamenti anticipati da parte dei clienti nei suoi calcoli degli utili escludendo alcune spese di ricerca. Senza tali rettifiche la società avrebbe subito una perdita.

Questo non è così sorprendente, perché la strategia di SpaceX è stata quella di dominare il mercato dei lanci offrendo prezzi più bassi rispetto a qualsiasi altro concorrente. I prezzi scontati significano margini sottili, anche dopo aver preso in considerazione la strategia aziendale di integrazione verticale di Musk (che dovrebbe minimizzare i costi). Tuttavia, se l’azienda non è in grado di generare margini di tutto rispetto durante il suo picco di attività di lanci, 20 lanci fino ad ora nel 2019, quante prospettive ha mai di fare soldi reali? Musk dice che SpaceX non nasce per fare soldi ma per andare su Marte, ma questo porta a una sfida finale, esistenziale.

Requisiti patrimoniali sovradimensionati . Andare su Marte è costoso. Richiede molti tipi di apparecchiature costose che al momento non esistono, a partire da quel grande successore del veicolo di lancio Falcon 9. SpaceX sperava che l’Air Force avrebbe aiutato a pagare il conto per lo sviluppo della sua nave stellare Super Heavy (capace di sollevare un centinaio di astronauti contemporaneamente), ma il risultato della recente gara per i lanci militari sembra precluderlo. Quindi SpaceX dovrà generare i finanziamenti necessari internamente o cercare finanziamenti esterni.

Nel frattempo, la compagnia ha intrapreso un piano per lanciare in orbita 7.500 piccoli satelliti per creare una costellazione in grado di fornire un servizio Internet a banda larga praticamente ovunque sulla Terra. Ciò potrebbe un giorno offrire a SpaceX grandi opportunità di guadagno al di fuori del mercato dei lanci, ma a breve termine richiede molti fondi di investimento. I rischi sono difficili da quantificare, ma enormi: così enormi che altre società con risorse molto maggiori hanno scelto di non perseguire un simile progetto. Se SpaceX generasse i tipi di resi tipicamente associati a una società tecnologica di successo, l’onere finanziario potrebbe essere sopportabile. Ma sembra che i piani di investimento di SpaceX non siano sincronizzati con la capacità dell’azienda di aumentare il capitale necessario.

Chiunque abbia seguito la saga di SpaceX fino a questo punto sa che sarebbe sciocco dare per scontati i suoi piani aziendali. Elon Musk sta perseguendo una precisa visione del futuro dell’umanità nello spazio. Ma se si considera la portata delle sfide che SpaceX deve affrontare, è difficile sfuggire alla conclusione che alcune modifiche alla visione saranno necessarie.