Monday, 21 Jan 2019

Le speranze che Opportunity si svegli sono ormai al lumicino

Mars Rover Opportunity Team "Resta ancora su un frammento di speranza"

Opportunity NASA: Il rover ha scattato questa foto delle sue ruote sul bordo occidentale del Cratere che stava esplorando nel giugno 2017 – Credit: NASA / JPL-Caltech

Il rover marziano della NASA Opportunity è ormai silenzioso dal 10 giugno, vittima di una mega-tempesta di polvere che ha avvolto per oltre quattro mesi che ha impedito ai suoi pannelli solari di ricaricare le batterie costringendo i tecnici a metterlo in una condizione di ibernazione di emergenza. Il rover, di recente, è stato individuato e fotografato dall’orbita  nella Perseverance Valley.

Nonostante i sei mesi di silenzio, il team di scienziati e tecnici che gestisce il rover, amichevolmente chiamato Oppy, non è ancora rassegnato alla morte del robot atterrato su Marte nel gennaio 2004.

Continuiamo a nutrire una speranza che un rover di quasi 15 anni che ha resistito in condizioni estreme per molto tempo si svegli e parli con noi“, ha detto Ray Arvidson, del team Opportunity.  “Continueremo a provare a comunicare attivamente con Opportunity almeno fino a gennaio“.

Nel frattempo, il team ha iniziato a redigere una proposta di estensione della missione-12 per stabilire cosa potrebbe fare Opportunity se tornasse in funzione. Il piano dovrà essere consegnato alla NASA per metà febbraio.

Non vogliamo essere colti di sorpresa senza proposta e un rover rivitalizzato che ritorna online, diciamo a fine gennaio“, ha detto Arvidson. “La stagione ventosa è appena iniziata, quindi potrebbe succedere.”

In effetti, questo è il periodo in cui sull’emisfero di Marte dove opera Opportunity si verificano forti venti e soprattutto si osserva di frequente il fenomeno dei “diavoli di sabbia“, fenomeno su cui i tecnici contano molto per coltivare la speranza che un soffio di vento possa rimuovere la coltre di sabbia che probabilmente ricopre i pannelli solari del rover e che possano ricaricarsi le batterie per riportare in servizio il robottino a sei ruote.

Insomma, svegliati Oppy!

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: