Monday, 21 Jan 2019

Il senato americano approva lo Space Frontier Act che prolunga la vita della ISS fino al 2030

Lo scorso 20 dicembre il Senato degli Stati Uniti ha approvato la legislazione che riforma le norme sull’uso commerciale dello spazio.

Il Senato ha approvato con unanime consenso lo Space Frontier Act, un disegno di legge presentato a luglio dal senatore Ted Cruz (R-Texas) e co-sponsorizzata dai Senatori Bill Nelson (D-Fla.) E Ed Markey (D -Mass.) Il Comitato del Commercio del Senato aveva sostenuto il disegno di legge in agosto.

Il disegno di legge approvato include diverse modifiche rispetto alla proposta autorizzato dal comitato. Tra le nuove disposizioni figurano sezioni che richiedono studi sull’uso congiunto di strutture militari per i lanci commerciali e sui modi per migliorare l’integrazione dei sistemi di lancio e rientro nel sistema nazionale aerospaziale.

La nuova legge rinomina l’Office of Space Commerce all’interno del Dipartimento del Commercio come il Bureau of Space Commerce che sarà guidato da un Assistant Secretary for Space Commerce, un cambiamento richiesto dal Dipartimento del Commercio per elevare l’importanza dell’ufficio. Il disegno di legge stanzia un fondo di $ 10 milioni all’anno per il dipartimento per gli anni fiscali dal 2020 al 2024.

Il progetto di legge è dedicato principalmente alle riforme dei lanci commerciali e ai regolamenti di telerilevamento, ma estende anche l’autorizzazione a gestire l’ISS dal 2024 al 2030. Cruz e Nelson hanno incluso tale estensione dopo essersi opposti al piano dell’amministrazione inserito nella richiesta di bilancio dell’anno 2019 relativo alla fine dei finanziamenti diretti per l’ISS nel 2025.

La versione approvata dal Senato include una nuova sezione che autorizza la NASA ad avviare un programma di commercializzazione dell’orbita terrestre bassa “per incoraggiare il massimo utilizzo commerciale e lo sviluppo dello spazio da parte del settore privato degli Stati Uniti“. La NASA ha cercato di avviare tale programma nella sua richiesta di budget per il 2019 che potrebbe portare all’installazione di moduli commerciali sulla ISS e, successivamente, su nuove stazioni spaziali commerciali.

Lo Space Frontier Act compie un passo fondamentale per continuare le operazioni e l’utilizzo della Stazione Spaziale Internazionale fino al 2030, consentendo agli Stati Uniti do non cedere la bassa orbita terrestre alla Cina e attua significative riforme per modernizzare le regole per i lanci ed il riutilizzo dei vettori e semplifica le norme per le operazioni non governative“, ha dichiarato Cruz.

Le riforme in questo disegno di legge aiuteranno le aziende spaziali commerciali ad effettuare due lanci al giorno in Florida“, ha spiegato Nelson. “Estendere la vita della Stazione spaziale internazionale nel prossimo decennio, come fa questo disegno di legge, assicurerà anche che l’America rimanga un leader nell’esplorazione spaziale“.

Eric Fanning, presidente e amministratore delegato della Aerospace Industries Association ritiene che lo Space Frontier Act porrà le basi per la futura legislazione sull’uso commerciale dello spazio. “Questo disegno di legge bipartisan è una dichiarazione forte a sostegno della crescente industria spaziale commerciale americana“, ha detto dopo l’approvazione del disegno di legge. “Non vediamo l’ora di lavorare con i membri del Congresso il prossimo anno per far approvare la legge dello spazio commerciale e firmare la legge, garantendo la presenza americana nello spazio“.

Il disegno di legge permette l’estensione di un anno dell’autorità della NASA per l’affitto delle sue strutture a società, noto come leasing per uso potenziato.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: