Monday, 20 May 2019

Quasi pronta per il lancio la navicella Dragon Crew

Nuove foto postate da un tour ufficiale delle strutture di lancio del PadX 39 di SpaceX rivelano che SpaceX ha effettivamente completato i preparativi di integrazione e preflight della Dragon Crew, la prima navicella della compagnia destinata a trasportare un equipaggio, nonché il nuovo razzo Falcon 9 Block 5 che effettuerà il lancio il prossimo 17 gennaio.

Il lancio, noto come Demonstration Mission 1 (DM-1), sarà condotto senza equipaggio a bordo per garantire che le prestazioni e le caratteristiche della navicella rientrino nei parametri di progetto, dando alla NASA i dati necessari per certificare Crew Dragon per il lancio degli astronauti già a giugno 2019.

View image on TwitterView image on Twitter

A parte il fatto che tutto (o quasi) l’hardware necessario per il debutto del Dragon Crew può essere visto in queste quattro foto, questa è anche la prima volta che SpaceX ha rilasciato una foto reale completa del veicolo spaziale di nuova generazione. Una particolarità sta nel fatto che i nuovi pannelli solari di cui è dotata la navicella sono posizionati all’estremità posteriore del cargo, modellati in odo da potersi ripiegare lungo la scocca, riducendo sensibilmente i rischi durante lo spiegamento.

View image on TwitterView image on Twitter
Piuttosto che dispiegare i suoi pannelli come ali, la Dragon Crew avrà sempre le sue celle solari pronte e in attesa di generare energia, il veicolo spaziale dovrà  semplicemente esporre metà del suo tronco verso il Sole. Secondo alcuni tecnici coinvolti nella realizzazione di questa sezione della navicella, garantire l’adattamento tra le singole celle e sottosezioni ed evitare i problemi causati da diversi coefficienti di dilatazione termica (restringersi ed espandersi al variare della temperatura) non è stato un compito facile e ha portato a molti, molti mal di testa ultime settimane di integrazione e test. Da un punto di vista meno oggettivo, il nuovo array solare della Dragon Crew è assolutamente sbalorditivo, e sarà un peccato vedere questa parte della navicella dissolversi nel corso del rientro in atmosfera dopo ogni lancio.

Pragmaticamente parlando, è estremamente soddisfacente vedere tutto l’hardware (sia il razzo che il veicolo spaziale) efficacemente sotto lo stesso tetto della piattaforma di lancio da cui presto decolleranno. Proprio come il Falcon Heavy, il Commercial Crew Program (CCP) della NASA è stato afflitto da ritardi nelle tempistiche di lancio, originariamente previste per il 2017 sia per Boeing che per SpaceX. Da allora, sia la burocrazia della NASA che alcuni effettivi problemi tecnici hanno ritardato ulteriormente il lancio per entrambe le compagnie.

Dall’ultimo guasto totale nel settembre 2016, il Falcon 9 e il Falcon Heavy hanno gestito un totale di ben 37 lanci di successo di fila in poco più di 24 mesi.

SpaceX sembra ora pronta per il primo lancio orbitale del Dragon Crew nel gennaio 2019, con la data di lancio attualmente in programma il 17, in attesa della disponibilità della Stazione spaziale internazionale (ISS) e del via libera della NASA. Data la presenza di Falcon 9 B1051 nell’hangar di assemblaggio 39A e il fatto che i tecnici SpaceX sembrano già avere iniziato ad integrare il primo e il secondo stadio, la società potrebbe essere pronta a eseguire una prova generale di accensione completa, con il razzo Falcon 9 e la Dragon Crew posizionate in verticale sul Pad 39A prima della fine del 2018.

Hits: 559

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: