Sunday, 21 Apr 2019

UFO: l’incidente Cash-Landrum

di  Oliver Melis

29 dicembre 1980: Betty Cash con la sua amica Vicki Landrum, e il nipote di 6 anni di Vicki, Colby, si trovavano in auto nei pressi di Dayton in texas. Percorrevano un lungo rettilineo tra gli alberi quando, davanti a loro, compare una luce molto intensa che sembrava emettere delle fiamme. Fermata l’auto, decisero di scendere per osservare lo strano fenomeno.

Descrissero un oggetto dalla forma di un diamante grande quanto una torre per l’acqua che si librava all’altezza delle cime degli alberi, mantenendo la quota grazie all’emissione delle fiammate, almeno cosi parve loro.
Le testimoni, a causa dell’intenso calore, decisero di tornare nell’auto. Betty Cash raccontò che l’auto divenne cosi calda che quando toccò il tettuccio con la mano si scottò, Vicki Landrum notò invece che il cruscotto in vinile era talmente caldo da essere stato ammorbidito tanto da lasciare impressa l’impronta della mano.

Poco dopo, il misterioso diamante salì di quota e fu affiancato da numerosi elicotteri, un numero, secondo le due testimoni, compreso tra i 23 e i 26 velivoli, alcuni dei quali con rotore doppio simili al Chinook CH-47 in uso alle forze armate di molti eserciti. Fin qui, nulla di strano, almeno a prendere in considerazione il racconto a sfondo ufologico, uno dei tanti casi che vanno ad arricchire la casistica mondiale facendo bella mostra in qualche libro o in qualche documentario.

In questo caso però, la storia non si riduce al racconto di quanto vissuto dai tre testimoni ma a qualcosa che accadde in seguito e che ha reso famosa la storia di Betty e Vicki.
Dopo l’avvistamento i testimoni soffrirono di sintomi da avvelenamento da radiazioni, nausea, vomito, debolezza e ustioni sulle parti del corpo esposte direttamente al calore emanato dall’oggetto stesso. Betty Cash finì in ospedale per due settimane ed ebbe necessità di altri ricoveri in seguito.

Il caso Cash-Landrum divenne molto famoso grazie a diversi programmi televisivi che lo hanno raccontato già a partire dal 1981 in una puntata di “That’s Incredible!”. Il caso è stato raccontato anche in spettacoli più recenti come Unsolved Mysteries and Sightings.
Betty Cash e Vichi Landrum fecero causa contro il governo federale chiedendo un risarcimento di 20 milioni di dollari per i danni subiti, a detta loro e di un loro consulente, danni causati da un’operazione militare. Cash e Landrum però non riuscirono mai a dimostrare quanto affermato e la richiesta di risarcimento fu respinta.

La storia dell’avvistamento e delle diatribe conseguenti ad esso è nota alle cronache anche grazie a quanto fatto da John Schuessler, un ingegnere che lavorava per un appaltatore presso il Johnson Space Center della NASA, che era anche un membro del MUFON (il Mutual UFO Network). Vichi Landrum, dopo aver contattato diverse agenzie militari, contattò la NASA che le segnalò Schuessler che si occupò del caso guidando un’inchiesta che finì in un libro uscito nel 1998 “The Cash-Landrum UFO Incident”. Non poteva essere altrimenti.

Brian Dunning, in un articolo pubblicato su Skleptoid.com, analizza il caso e notan che, secondo alcuni, il fatto è reale in quanto ci sono delle evidenze fisiche, delle lesioni, quindi qualcosa deve essere successo. Ma, sottolinea Dunning:
la storia è accaduta come riportato?

Non lo sappiamo con certezza, dobbiamo basarci su quanto raccontato dalle testimoni e non sappiamo se i ricoveri, la perdita di capelli, le ustioni e gli altri sintomi siano la diretta conseguenza dell’esposizione alle radiazioni emesse da un UFO o da un mezzo militare top secret.

Come detto, i testimoni sono stati tutti nei pressi dell’oggetto misterioso e degli elicotteri ma solo Betty Cash ha avuto le conseguenze peggiori; per quanto avvenuto la Landrum ha subito solo scottature e irritazione agli occhi, e lo stesso è segnalato per il nipote di sei anni che era con loro. Nel libro pubblicato da Schuessler sono pubblicate le note di diversi medici che non segnalavano anomalie particolari. Betty Cash si presentò in ospedali 4 giorni dopo il fatto con la faccia gonfia e bruciata, stava perdendo i capelli e aveva mal di testa.

Le scottature e il gonfiore associato scomparvero presto insieme al mal di testa, e quando la Cash fece un controllo due settimane dopo, l’unica condizione rimanente erano chiazze di calvizie sulla testa. I medici concordarono sul fatto che avesse l’alopecia areata, confermata da una biopsia cutanea e dall’esame microscopico dei follicoli. L’alopecia areata è una malattia autoimmune che causa la caduta a chiazze di capelli.  La perdita dei capelli poteva essere spiegata in questo modo, senza per forza associarla all’evento UFO raccontato.

A Betty Cash venne diagnosticato un tumore, in seguito subi un intervento chirurgico al cuore e pochi anni dopo ebbe un infarto. Schuessler concluse che l’UFO era la causa di tutto questo e della sua morte per insufficienza cardiaca, ma come fa notare Dunning, queste sono le principali cause di mortalità naturale e – data la sua storia – probabilmente sarebbe stata la sua causa di morte indipendentemente dalla sua esperienza UFO.

La Landrum ha visto solo un optometrista per la sua irritazione agli occhi, che ha notato che sembrava stesse sviluppando una cataratta. Sul momento non segnalò nessuna ferita ma dopo otto mesi la sua versione cambiò radicalmente: Vikie affermò di aver perso i suoi capelli e le unghie, ma a sostenere le sue affermazioni non c’è nessun referto medico.
I sintomi denunciati da Betty Cash furono attribuiti all’esposizione al calore dell’oggetto e alle conseguenti radiazioni, ma i medici esclusero una possibilità del genere: se a causare i sintomi fossero state le radiazioni, sarebbero state necessarie dosi massicce per giuustificarli, ma tali dosi avrebbero condotto ben presto alla morte dei soggetti esposti.

Anche le scottature hanno creato sospetti, l’unica fotografia mostrata nell’episodio di That’s Incredible, dell’aprile 1981 è stata descritta da Gary Posner, un medico scettico in una e-mail all’autore Robert Sheaffer:

Le braccia di Betty [mostravano] eruzioni cutanee discrete e rotonde che mi fecero sospettare immediatamente che fossero state provocate coprendo le braccia con un indumento che con ritagli circolari per poi esporle alla luce del sole (o ad una lampada solare).
.

Non si menzionavano scottature solari nelle note dei medici dell’ospedale che Schuessler aveva incluso nel suo libro, né di alcuna bruciatura, a parte il gonfiore sul viso. Schuessler aveva scrupolosamente filtrato cosa incluedere e cosa escludere dal libro.

Schuessler ricevette un’offerta dal Dr. Peter Rank, un radiologo e membro di un gruppo chiamato Fondo per la Ricerca sugli UFO, per esaminare le cartelle cliniche di Cash e dare il suo parere medico . Lo fece, e in una lettera a Schuessler, concluse:

Penso che sia importante assicurare a Betty che sulla base delle informazioni mediche che mi hai fornito, non ci siano segni di gravi lesioni fino ad oggi. Potresti anche rassicurare Vicki che la sua cataratta era probabilmente una condizione preesistente e non necessariamente correlata al suo incidente.

Nonostante i pareri discordanti, nel suo libro, Schuessler incluse i fatti che sostenevano la sua tesi secondo cui elicotteri militari avrebbero scortato un pericoloso UFO attraverso i cieli quella notte, ignorando i rapporti che non lo sostenevano. Se i medici dissero qualcosa sulle strane macchie solari di Cash, Schuessler non ne fece mai menzione.

Non sappiamo se la richiesta di risarcimento fatta dalle due donne fosse “in buona fede”, ma alcuni elementi portano ad escluderlo, forse cercavano di dimostrare che la causa dei loro presunti mali fossero da ricercare negli UFO e nei militari e, per alcuni, Cash e Landrum hanno solo mentito cercando nei 20 milioni di $ un chiaro tornaconto personale.

Ci si chiede se le donne stessero cercando di dimostrare che erano state danneggiate dall’UFO e che forse ricordavano Incontri ravvicinati del terzo tipo , il film uscito pochi anni prima, in cui era raffigurata la solarizzazione come la prova principale per testimoniare l’incontro con un UFO.

Una questione non da poco sarebbero gli elicotteri, 23 o forse 26 velivoli, alcuni dei quali a rotore doppio ma il problema è che nel 1980 l’US Air Force non aveva elicotteri a rotore doppio, all’epoca gli elicotteri dell’aeronautica militare avevano le scritte in piccolo e in nero,e sarebbe stato impossibile per Betty e Vicki vederle. Una volta, il Capt. Camp chiese a Vichi Landrum di disegnare esattamente come apparivano le parole, il nipote di 7 anni Colby interruppe e disse “[vuoi dire l’elicottero] che è atterrato a Dayton?” e Landrum lo zittì immediatamente. Chiaramente, stavano mentendo sulla loro descrizione degli elicotteri.

Anche lo stesso oggetto, a forma di diamante può sembrare inspiegabile anche se alcuni scettici hanno proposto un fenomeno celeste o, una mongolfiera come possibile spiegazione di quanto visto dai testimoni. Forse Betty Cah e Vicki Laundrum hanno visto qualcosa che hanno male interpretato, cui poi hanno attribuito i loro problemi di salute in seguito ad un trauma psicologico di qualche tipo.

Betty Cash morì nel dicembre 1998 all’età di 71 anni, mentre Vickie Landrum morì nel settembre 2007, sette giorni dopo avere compiuto 84 anni.

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: