Monday, 27 May 2019

Ora ci si mettono anche i predicatori. Pentitevi! Nibiru sta arrivando e mancano solo 49 giorni!

Cominciavate a sentire anche voi la mancanza di notizie apocalittiche circa l’arrivo del famigerato Nibiru? Ebbene, l’attesa è finita e, incredibilmente, stavolta non è stato l’ineffabile David Meade, che, evidentemente, non ha ancora finito di scrivere il suo nuovo libro su Nibiru e la Bibbia. Stavolta a parlare di Nibiru, o Planet X, se vogliamo mantenere la cara, vecchia, nomenclatura utilizzata da Meade, è stato un altro noto teorico della cospirazione e predicatore del giorno del giudizio, tale Gordon James Gianninoto.

Come si sa, Il Pianeta X, altrimenti chiamato Nibiru, è da lungo tempo l’icone centrale di una vasta gamma di teorie cospirative, tra cui una serie di esilaranti previsioni secondo le quali il misterioso pianeta attraverserà tutto il sistema solare, avvicinandosi minacciosamente alla Terra dove provocherà forti anomalie gravitazionali, farà uscire il nostro pianeta dalla sua orbita e, per farla breve, provocherà la distruzione del genere umano. Gli annunci sull’arrivo del fantomatico Pianeta X si susseguono da oltre vent’anni, con una punta di 5 o 6 annunci durante il 2017.

Ora questo signore, Gordon James Gianninoto, ha ripreso l’argomento dopo che per un po’ di tempo nessuno ne aveva parlato, forse perché l’ultima previsione di Meade, non so bene se la settima o l’ottava, lo ha dato in arrivo per il 2022, quindi da quel lato per un po’ staranno buoni, da tempo si è detto seguace dell’ipotesi secondo la quale il mitico pianeta vagante Nibiru apparirà improvvisamente nel nostro sistema solare, per lanciarsi sul nostro pianeta, invertirne i poli magnetici, scatenare tempeste gravitazionali accompagnate da terremoti devastanti, eruzioni vulcaniche e tsunami che causeranno l’apocalisse e l’estinzione della razza umana.

Gianninoto, prudentemente, ha affermato che il Pianeta X non si avvicinerà alla Terra direttamente, altrimenti lo avremmo già visto, ma che, essendo un pianeta molto ma molto più grande della Terra, ci colpirà con le sue influenze nefaste dalla distanza di 24 milioni di chilometri e che, quando la fine inizierà, a Nibiru basterà un’ora per spazzare via il 90% dell’umanità.

Insomma, secondo il nostro simpatico complottista, Nibiru, stanco di restare bloccato sul Grande Raccordo Anulare nell’ora di punta, avrebbe deciso di non arrivare più ma di agire da lontano, è la sua esilarante previsione.

All’inizio, avremo terremoti, vulcani, maree altissime, enormi tempeste,” ha tuonato il predicatore, aggiungendo che, “avremo cose di questo tipo che accadranno e nessuno ci avviserà che stanno per accadere. Vi conviene convertirvi alla mia setta e donarmi tutto quello che avete per presentarvi al Padreterno spogli di ogni bene materiale e guadagnarvi il paradiso.”.

Dopo un po’ di tempo, quando finalmente il Pianeta X si sarà allontanato abbastanza da dare tregua ai pochi sopravvissuti, tutti alzeranno lo sguardo e diranno ‘oh mio Dio, come è potuto accadere senza che nessuno ci avvisasse? Come? Chi ci ha mentito? Gianninoto ha poi concluso la sua predica esortando tutti a segnarsi la data sul calendario perché mancherebbero ormai solo 49 giorni al momento in cui i poli si invertiranno ed i mari si alzeranno minimo di 213 metri, come preavviso della tragedia che sta per colpire l’umanità.

Le teorie del complotto basate sul misterioso Nibiru sostengono che il mitico pianeta orbiti intorno al Sole ma abbia un percorso che lo porta a compiere un’orbita completa ogni 3.600 anni. La NASA e il resto della comunità scientifica del globo hanno respinto tutte le affermazioni relative a Nibiru come una bufala.

Resta che, come scrivevamo su questa rivista tempo fa, l’assurda e ridicola ipotesi della fine dal mondo causata da Nibiru, ha talmente tanti seguaci, evidentemente, ad essere generosi, persone credulone e con una cultura inferiore a quella di un bambino della prima elementare, che tutte le menti malate, o cercatori di fama, alla ricerca di un po’ di visibilità ne parlano, sicuro che qualcuno gli crederà.

Credevamo che le previsioni rilasciate da Meade lo scorso autunno avessero ormai superato ogni frontiera del ridicolo ma, come ci ha dimostrato Gianninoto, al ridicolo non c’è mai fine.

Hits: 5373

Share
Potresti trovare interessanti
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: