Venerdì SpaceX lancerà i primi 60 satelliti della costellazione Starlink che forniranno internet ultraveloce in tutto il mondo

0
405
costellazione starlik

“SpaceX” si appresta a lanciare la prima serie di 60 satelliti “Starlink” a bordo di un Falcon 9 che li porterà fino alla quota orbitale prevista di 440 chilometri. Dopo i test effettuati lo scorso anno la compagnia di Elon Musk ha ricevuto dalla “FCC”( Federal Communications Commission) l’autorizzazione al lancio di 4.425 satelliti nello spazio per costruire una rete orbitale che consentirà di commercializzare connessioni internet ultraveloci.

A differenza dell’attuale Internet via satellite, questi dispositivi si troveranno in un’orbita molto più bassa, e offriranno una velocità molto più elevata, senza i limiti massimi di utilizzo che hanno i sistemi satellitari attuali. Relativamente ai dubbi sollevati circa le tempistiche necessarie per poter offrire il servizio,”SpaceX” prevede di iniziare a vendere internet ad alta velocità tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Secondo i rapporti “SpaceX” prevede che la sua rete satellitare su scala mondiale andrà a regime nel 2027, anche se i primi utenti nordamericani potranno iniziare utilizzare il servizio già dal prossimo anno.

L’obiettivo è che questo nuovo sistema offra una robusta linea Internet ad alta velocità, specialmente nei paesi in via di sviluppo e nelle aree rurali di nazioni sviluppate che restano tuttora colpite dal “digital divide“. Il servizio offerto da SpaceX permetterà di superare le attuali difficoltà che incontra chi desidera avere internet ultraveloce in zone non servite dalla fibra ottica, inoltre, stando a quanto riferito da SpaceX, i costi previsti saranno sicuramente concorrenziali anche nelle aree che già dispongono di connessioni ad alta velocità.

SpaceX prevede, dopo il lancio dei primi 4.425 satelliti, di ampliare la rete arrivando fino a 12.000 satelliti che permetteranno una completa copertura mondiale.

Elon Musk ha chiarito che la rete sarà in grado di fornire un servizio efficiente dopo il lancio dei primi 400 satelliti. L’operatività e la copertura miglioreranno quando le unità che comporranno la costellazione saranno almeno 800. I lanci successivi amplieranno capacità e copertura del sistema. I satelliti saranno man mano dislocati su piani orbitali diversi.

Sarà possibile seguire il lancio tramite il canale You Tube di SpaceX:

Il lancio del Falcon 9, è stato fissato per le 04:30 CEST del 24 maggio 2019. SpaceX prevede di effettuare dai due ai sei ulteriori lanci per il sistema Starlink, entro la fine dell’anno.