Un appassionato di astrofotografia ha ripreso l’impatto di un bolide su Giove

Un astrofotografo ha potuto fare la foto della vita riprendendo quello che sembra essere il lampo di un impatto, provocato da qualcosa che è esploso nella densa atmosfera superiore del pianeta.

858
Impatto meteorico nell'atmosfera di Giove

In questi giorni Giove è ben visibile nel cielo notturno ed è quindi un ottimo periodo per osservare il colosso del sistema solare con il telescopio. Ebbene, un astrofotografo ha potuto fare la foto della vita riprendendo quello che sembra essere il lampo di un impatto, provocato da qualcosa che è esploso nella densa atmosfera superiore del pianeta.

Il 7 agosto 2019, alle 4:07 UTC, Ethan Chappel è riuscito ad immortalare il rarissimo episodio sulla sua macchina fotografica.

Immagine di Giove stasera“, ha scritto su Twitter. “Sembra un lampo da impatto nella [cintura equatoriale meridionale]“.

Dopo aver controllato il video e aver visto il flash, la mia mente ha iniziato a correre! Ho sentito con urgenza la necessità di condividerlo con persone che avrebbero trovato utili i risultati“, ha detto Chappel a ScienceAlert.

Sulla striscia marrone della nuvola appena sotto l’equatore, all’estrema sinistra, un punto si illumina visibilmente prima di sbiadire – niente come uno dei normali processi di Giove, come un lampo o un’aurora.

In effetti, non assomigliava affatto a un evento di impatto.

Non ho mai visto nulla di simile prima”, ha detto a ScienceAlert l’astronomo Jonti Horner dell’Università del Queensland meridionale in Australia. “È semplicemente mozzafiato“.

L’impatto di un bolide su Giove non è un evento raro. I bolidi, meteore che esplodono a mezz’aria a causa dell’ingresso atmosferico, sono abbastanza comuni sulla Terra, e il nostro pianeta è certamente un bersaglio molto più piccolo e molto meno gravitazionalmente intenso di Giove.

Inoltre, Giove è circondato da oggetti che può attrarre con la sua gravità: sia comete a breve che a lungo termine, nonché asteroidi dalla cintura posta tra il gigante gassoso e Marte.

In effetti, uno studio del 1998 scoprì che il tasso di grandi impatti su Giove è probabilmente compreso tra 2.000 e 8.000 volte il tasso di impatti sulla Terra. Ma ciò non significa che sia facile vederli; in effetti sono stati pochissimi gli impatti ripresi fino ad oggi.

Molti ricorderanno la cometa Shoemaker-Levy 9 che, nel 1994, si spezzò a causa delle forze di marea di Giove e produsse una serie di impatti. Questi avvennero sul lato opposto del pianeta, ma il telescopio da 2,2 metri nelle Hawaii fotografò le firme del calore di questi siti di impatto mentre orbitavano in vista, e Hubble catturò le macchie scure lasciate sulle nuvole di Giove.

Altri impatti sono stati ripresi nel 2009 e di nuovo nel 2010 ma, nonostante la frequenza stimata, vederli accadere è molto raro.

View image on Twitter
View image on Twitter“Si tratta di eventi fugaci, appaiono e scompaiono in pochi secondi”, ha detto Horner a ScienceAlert.

Limitandosi ad osservare attraverso l’oculare del telescopio possono facilmente sfuggire. Molte volte queste cose passeranno inosservate. Inoltre, la metà di questi impatti accade dalla parte opposta del pianeta“.

Il fatto che abbiamo un video in tempo reale dell’evento, e che possiamo vederlo chiaramente illuminarsi e sfumare, è la parte più eccitante“, ha detto. “Significa che possiamo confrontarlo l’impatto con altri bolidi, come la meteora di Chelyabinsk del 2013, per vedere come varia il tempo impiegato da ogni evento per illuminarsi e sfumare“.

Stavo guardando il cielo per vedere le Perseidi quando è successo, quindi non ho visto il flash durante la registrazione“, ha raccontato Chappel a ScienceAlert. “L’ho notato solo in seguito grazie a un ottimo software chiamato DeTeCt di Marc Delcroix, progettato appositamente per trovare questi flash“.

È anche possibile che l’impatto abbia lasciato una cicatrice che può essere studiata da altri strumenti, ad esempio la sonda di Giove JunoI primi rapporti suggeriscono che l’impatto è stato troppo piccolo per produrre una cicatrice, ma potremmo essere fortunati.

Non sappiamo ancora quanto fosse grande l’oggetto, ma dovrebbe essere relativamente grande per produrre un evento visibile dalla Terra.

Per chi volesse tentare la fortuna con la fotografia di Giove, Chappel ha gentilmente fornito un elenco delle sue attrezzature su Twitter.

In ogni caso, un evento indimenticabile per un astronomo dilettante.

Fonte: ScienceAlert