#DearMoon, la missione spaziale circumlunare di SpaceX per partecipare alla quale il miliardario giapponese Maezawa si è venduto tutto

Maezawa ha affermato che uno dei principali motivi per cui ha deciso di lasciare Zozo, è di avere il tempo di allenarsi per il viaggio intorno alla luna nel 2023 con la Starship : la nuova nave spaziale progettata da SpaceX.

0
183

Ricordate Yusaku Maezawa, il miliardario giapponese che l’anno scorso ha acquistato un volo circumlunare per il 2023 sull’astronave di SpaceX Starship?

Bene, Maezawa, principale azionista ed amministratore delegato dell’azienda di vendita al dettaglio online, ha deciso di vendere la maggior parte del suo pacchetto azionario e dimettersi dal suo ruolo di amministratore di Zozo per prepararsi al suo viaggio spaziale.

Maezawa riceverà circa 2,3 miliardi di dollari in contanti e manterrà una partecipazione del 6% nella società da lui fondata, secondo Forbes.

billionaire yusaku maezawa zozo spacex starship model spacesuit helmet october 2018 AP_18282143630905
Yusaku Maezawa con un modellino della Starship e un casco spaziale di SpaceX il 9 ottobre 2018. – Foto di Koji Sasahara / AP

Maezawa ha parlato dell’accordo durante una conferenza stampa di due ore, giovedì scorso. Nel corso dell’incontro con i media ha espresso rammarico per gli errori commessi nella gestione della compagnia negli ultimi anni e, secondo quanto riferisce Forbes, ha razionalizzato la sua uscita dall’azienda in un modo molto personale: la necessità di prepararsi al volo spaziale del 2023 intorno al luna a bordo della Starship di SpaceX.

Maezawa ha anche confidato che intraprenderà una missione spaziale meno ambiziosa prima del viaggio circumlunare finanziato privatamente da SpaceX. “L’allenamento per andare nello spazio richiederà molto tempo“, ha detto Maezawa, secondo Forbes.

Maezawa annunciò di avere acquistato un volo della Starship di SpaceX a settembre del 2018, nel corso di una presentazione in grande stile insieme ad Elon Musk, fondatore e CEO di SpaceX (All’epoca, la nave spaziale di SpaceX era chiamata Big Falcon Rocket, ma da allora è stata ridisegnata e ribattezzata Starship; Nonostante ciò, gli obiettivi e le capacità principali del velivolo sono simili).

Il magnate della moda, che è anche un appassionato collezionista d’arte, ha chiamato la sua missione sperimentale #dearMoon. Ha in programma di selezionare personalmente un equipaggio che comprenderà un “pittore, un musicista, un regista” oltre ad altri artisti, e forse un paio di astronauti, per “ispirare il sognatore dentro ognuno di noi” con il viaggio intorno alla Luna. La sua speranza è quella che gli artisti producano opere originali grazie ad una fonte di ispirazione che nessun artista ha mai avuto prima.

Musk, interrogato su una sua possibile partecipazione alla missione #dearMoon, ha risposto in modo semiserio dicendo che forse ci saremo entrambi.

In relazione proprio alla missione #dearMoonMusk ha affermato che i progressi nellos viluppo della Starship stanno accelerando “esponenzialmente”.

starhopper rocket ship final launch 150 meters boca chica south texas august 27 2019 trevor mahlman reuters 2019 08 28T000000Z_220527103_RC17E5EF1930_RTRMADP_3_SPACE EXPLORATION SPACEX STARHOPPER.JPG
Starhopper – il primo prototipo della Starship di SpaceX – sorvola il suo launchpad durante un volo di prova a Boca Chica, in Texas, il 27 agosto. – Trevor Mahlmann / Reuters

La Starship sarà un veicolo a due stadi in acciaio di circa 120 metri di altezza. Sarà il sistema di lancio più grande, più potente e paradossalmente più economico del mondo perché, a differenza di qualsiasi altro razzo di classe orbitale oggi, sarà completamente riutilizzabile.

Musk ha anche affermato che SpaceX, con la Starship, potrebbe riportare la NASA sulla superficie lunare e portare i primi umani su Marte. Musk ha, inoltre, prospettavo una versione ancora più grande della Starship.
Nel settembre 2018 Musk dichiarò che lo sviluppo della Starship costerà tra i 2 ed i 10 miliardi di dollari e che i contributi di Maezawa andranno tutti direttamente verso tale obiettivo. “Sta pagando molti soldi che aiuteranno per lo sviluppo della nave e del booster“, ha detto Musk. “Alla fine sta pagando per permettere un giorno al cittadino medio di viaggiare verso altri pianeti“.

Maezawa non ha rivelato quanto sta pagando a SpaceX o in quale programma. Tuttavia, lo scorso maggio ha twittato di non avere “denaro” perché lo usa tutto “immediatamente“. Evidentemente il nuovo afflusso di denaro del magnate della moda potrà aiutare SpaceX a realizzare l’astronave in assenza di finanziamenti pubblici.

spacex starship super heavy stainless steel rocket booster spaceship illustration copyright of kimi talvitie 8
Un’illustrazione della prossima versione della nave spaziale SpaceX (a sinistra), del razzo Super Heavy (a destra) e del sistema di lancio integrato della nave spaziale Super Heavy (al centro). © Kimi Talvitie

Lo sviluppo sta accelerando“, ha commentato Musk ad agosto, aggiungendo in seguito che si sta muovendo “in modo esponenziale“.

SpaceX ha due siti di sviluppo per la Starship: uno a Boca Chica, in Texas, e un secondo a Cocoa, in Florida. Finora, gran parte del lavoro si è svolto nel sito di lancio del Texas, dove SpaceX ha iniziato a costruire il suo primo prototipo, chiamato Starhopper, nel 2018.

Il veicolo serviva a dimostrare che i nuovi motori a razzo Raptor sviluppati da SpaceX sono in grado di far volare un veicolo. Starhopper ha eseguito alcuni brevi lanci di prova, o “salti“, in aprile e luglio, quindi ha fatto il suo ultimo lancio sperimentale dal Texas ad agosto. Durante il volo finale Starhopper si è alzato a circa 150 metri di altezza prima di atterrare su una apposita piattaforma di cemento realizzata ad alcuni centinaia di metri da quella di decollo

SpaceX sta spingendo per completare due prototipi più grandi, alti circa 55 metri, chiamati Starship Mk 1 e Mk 2 rispettivamente in Texas e Florida. Ciascuno dovrebbe essere in grado di orbitare attorno alla Terra per provare e perfezionare il lancio, il rientro e le tecnologie del sistema di atterraggio.

documenti FAA appena pubblicati si riferiscono a questa parte del programma di sviluppo della Starship come “Fase 3“. Musk ha twittato il 28 agosto che SpaceX temterà di lanciare la Starship Mk 1 a circa 20 chilometri di altezza sopra il Texas ad ottobre, per poi tentare un lancio orbitale “poco dopo“.

Musk ha aggiunto che renderà noto un aggiornamento sul programma generale di sviluppo della nave stellare il 28 settembre. In precedenza, aveva detto che la presentazione si terrà a Boca Chica, per far avere all’evento uno sfondo appropriato.

Starship Mk 1 sarà completamente assemblato in quel momento“, ha detto.