La US Navy conferma l’autenticità dei filmati UFO usciti sui media qualche tempo fa

Questo non significa che i video mostrino aereonavi aliene, o che la US Navy lo suggerisca. Significa solo che i fenomeni aerei non identificati (UAP) sono oggetti che non possono essere identificati.

0
516
la US Navy conferma l'autenticità dei filmati che uscirono sui media due anni fa

La Marina militare degli Stati Uniti ha confermato per la prima volta che una serie di video inquietanti e sgranati che sembrano mostrare UFO ripresi da aerei che li inseguono sono davvero reali e contengono fenomeni che i militari ancora non sono stati in grado di identificare.

Il sensazionale filmato in questione – che ha iniziato ad apparire su diversi importanti media tra cui il New York Times dal dicembre 2017 in poi – è stato ripreso dai piloti della Marina degli Stati Uniti e reperito, non è chiaro come, da un gruppo di ricerca privato, To The Stars Academy of Arts & Science (TTSA), fondato del musicista rock Tom DeLonge.

Un portavoce della Marina degli Stati Uniti ha dichiarato al sito The Black Vault che i video sono autentici – si tratta della prima conferma ufficiale da parte dei militari che il filmato è autentico e raffigura fenomeni non identificati, sebbene l’abbreviazione UFO (oggetto volante non identificato) non sia più ufficialmente in uso.

La Marina designa gli oggetti contenuti in questi video come fenomeni aerei non identificati“, ha riferito Joseph Gradisher, portavoce ufficiale del vicecapo delle operazioni navali per la guerra dell’informazione, a John Greenewald di The Black Vault.

La definizione ‘Fenomeni aerei non identificati’ viene utilizzata perché fornisce il descrittore di base per avvistamenti / osservazioni di velivoli / oggetti non autorizzati / non identificati che sono stati osservati entrare o operare nello spazio aereo di varie zone di addestramento controllate dai militari“.

Per essere chiari, questo non significa che i video mostrino aereonavi aliene, o che la US Navy lo suggerisca. Significa solo che i fenomeni aerei non identificati (UAP) sono oggetti che non possono essere identificati.

La Marina degli Stati Uniti ha precedentemente utilizzato un altro descrittore per questi strani oggetti: Anomalous Aerial Vehicles (AAVs), e la documentazione trapelata dal Pentagono mostra che l’esercito americano ha studiato i misteriosi fenomeni per diversi anni, anche se non viene ammesso pubblicamente.

La Marina non ha distribuito i video al pubblico“, ha detto Gradisher, lascinado intendere che la copertura mediatica che circonda i video non è mai rientrata nei programmi del Pentagono.

Anche se non ci siamo ancora avvicinati a comprendere la natura di questi fenomeni, il cambiamento nella definizione militare – e la conferma pubblica dei fenomeni non identificati – ha sorpreso alcuni.

Il fatto che la Marina stia usando la definizione ‘Fenomeni aerei non identificati’ dimostra che hanno ampliato ciò che ci si aspetta dai piloti di caccia statunitensi per indagare su qualcosa di sconosciuto nel loro spazio aereo che in passato è stato collegato a uno stigma“, ha commentato Roger Glassel, un ricercatore esperto di UFO.

Se queste indagini sono dovute a un interesse nel trovare la causa del fenomeno UFO – in senso ufologico – o per la riduzione dei rischi di volo o per contrastare le intrusioni non identificate da parte di avversari noti e la capacità di reazione davanti a tecnologia non nota, resta da tutto da capire”.