Betelgeuse si sta affievolendo ma (probabilmente) non sta per esplodere

Una delle stelle più brillanti del nostro cielo, Betelgeuse, una gigante rossa, famosa per il fatto che un giorno diventerà una supernova, è diventata notevolmente più debole da fine ottobre. Ecco cosa pensano gli astronomi.

0
3740
Betegeuse
Betelgeuse ripreso alla luce ultravioletta dall'Hubble Space Telescope e successivamente potenziato dalla NASA. Il punto bianco brillante è probabilmente uno dei poli di questa stella. Immagine via Andrea Dupree / Ronald Gilliland / NASA / ESA / Britannica.com .

La stella supergigante rossa Betelgeuse – che si trova nella costellazione di Orione – è una delle stelle più facili da riconoscere nel cielo notturno. È anche una delle stelle più grandi che conosciamo, con un raggio che si estende fino alla distanza di Marte dal nostro sole, forse Giove!

Questa stella è anche famosa per il fatto che un giorno esploderà e apparirà nel nostro cielo come una supernova, diventando visibile di giorno e  illuminando La luna di notte.

Nelle ultime settimane, tuttavia, Betelgeuse è tornata ad attrarre l’attenzione degli scienziati. Gli astronomi sono entusiasti del fatto che – da un paio di mesi – questa stella, finora così luminosa, si sta affievolendo. Nella terminologia degli astronomi, la stella sta svenendo.

Cosa sta succedendo? Potrebbe essere un segno che Betelgeuse sta per esplodere come una supernova? 

Gli astronomi ritengono che probabilmente è ancora presto, ma consideriamo i fatti.

Grande immagine stellare di una stella rossa, con orbite di pianeti del sistema solare sovrapposte.

Questa immagine, realizzata con l’Atacama Large Millimeter / submillimeter Array (ALMA), mostra Betelgeuse – una delle stelle più grandi conosciute. Nella parte millimetrica dello spettro, la stella è circa 1.400 volte più grande del nostro sole. L’annotazione sovrapposta mostra quanto è grande la stella rispetto al nostro sistema solare. Betelgeuse inghiottirebbe tutti e 4 i pianeti terrestri – Mercurio, Venere, Terra e Marte – e persino il gigante gassoso Giove. Solo Saturno ed i pianeti più distanti sarebbero oltre la sua superficie. Immagine via ESO .

Carta stellare della costellazione di Orione con contorno e stelle etichettate.

Betelgeuse è normalmente una delle 2 stelle molto luminose nella costellazione di Orione il Cacciatore. L’altra stella luminosa è Rigel. Notare Betelgeuse e Rigel su entrambi i lati della fila corta e dritta di tre stelle medio-luminose. Quella fila di stelle rappresenta la Cintura di Orione. Puoi facilmente trovare questo modello nel cielo – queste 3 stelle in una fila dritta – se guardi. Guarda approssimativamente lungo il sentiero che il sole percorre durante il giorno.

View image on Twitter
Betelgeuse è una stella variabile ben nota, i cui alti e bassi di luminosità sono stati monitorati per anni da astronomi dilettanti e professionisti che lavorano con l’American Association of Variable Star Observers (AAVSO). Ecco perché sappiamo che ci sono più cicli per la luminosità crescente e decrescente di Betelgeuse. È concepibile che – i cicli di luminosità toccano il minimo – la stella possa apparire eccezionalmente debole, come accade ora.
View image on Twitter
Ma il fatto che rimane è che Betelgeuse è ora più debole di quanto non sia mai stata in passato.
E questo è ciò che ha causato alcune speculazioni sul fatto che Betelgeuse potrebbe essere in procinto di diventare una supernova.
Gli astronomi, però, stanno considerando questa idea con molta cautela. Secondo loro è improbabile che Betelgeuse esploda in un qualsiasi momento dei prossimi 100.000 anni e forse non succederà nemmeno entro il prossimo milione di anni.
Quali potrebbero essere altre possibili cause per l’insolito comportamento di Betelgeuse?
Alcuni astronomi hanno anche suggerito che il cambiamento di luminosità potrebbe essere dovuto a una sorta di eruzione di gas o polvere o cambiamenti nella luminosità della superficie della stella.View image on TwitterMa cosa accadrebbe se Betelgeuse esplodesse?
Questa stella è relativamente “vicina“, ma è ancora a circa 430 anni luce dalla Terra. Nota anche che le determinazioni della distanza sono difficili, specialmente per le stelle supergiganti rosse che variano di luminosità in modo imprevedibile come fa Betelgeuse. Le stime della distanza variano e sono spesso riviste, con alcune che sono arrivate fino a 650 anni luce.
Indipendentemente dalla sua distanza precisa, Betelgeuse non è proprio vicinissima. Eppure, normalmente, è una delle stelle più luminose nel cielo della Terra. Il motivo è che Betelgeuse è una stella supergigante. Ed è intrinsecamente molto brillante.
Tale brillantezza ha un prezzo, tuttavia. L’enorme energia di Betelgeuse richiede che il suo combustibile sia consumato rapidamente (relativamente parlando), e in effetti Betelgeuse è ormai vicino alla fine della sua vita.
Un giorno non lontano (dal punto di vista astronomico), finirà il carburante, collasserà sotto il suo stesso peso e poi rimbalzerà in una spettacolare esplosione di supernova.
Quando ciò accadrà, Betelgeuse si illuminerà enormemente per alcune settimane o mesi, arrivando a diventare luminosa come la luna piena e visibile alla luce del giorno.
Quando accadrà? Probabilmente non durante le nostre vite.
View image on Twitter

 

 

 

 

 

 

 

 

In conclusione: la brillante stella rossa Betelgeuse nella costellazione di Orione il Cacciatore è diventata notevolmente più debole negli ultimi mesi.

Significa che sta per esplodere?

Probabilmente no, dicono gli astronomi, ma nessuno lo sa per certo…