Nuovo coronavirus, aggiornamento 17 febbraio 2020

Sembra rallentare la progressione delle infezioni in Cina; sono infatti arrivati a 71.335 i casi confermati a livello globale, con 1.775 decessi e 11.135 pazienti guariti.

499
aggiornamento nuovo coronavirus 17 febbraio 2020

Sembra rallentare la progressione delle infezioni in Cina; sono infatti arrivati a 71.335 i casi confermati a livello globale, con 1.775 decessi e 11.135 pazienti guariti.

Due decessi sono stati registrati fuori della Cina, portando il totale dei morti fuori dei confini cinesi a 5. Nel mondo, oltre la Cina, sono ora 28 i paesi in cui è stato confermato almeno un caso di nuovo coronavirus per un totale di almeno 780 casi.

  • Australia  (almeno 15 casi)
  • Belgio  (almeno 1 caso)
  • Cambogia  (almeno 1 caso)
  • Canada  (almeno 7 casi)
  • Egitto (almeno 1 caso)
  • Finlandia  (almeno 1 caso)
  • Francia  (almeno 12 casi, 1 decesso)
  • Germania  (almeno 16 casi)
  • Hong  Kong  (almeno 57 casi, 1 decesso)
  • India  (almeno 3 casi)
  • Italia  (almeno 3 casi)
  • Giappone  (almeno 414 casi, di cui 357 su nave da crociera, 1 decesso)
  • Macao  (almeno 10 casi)
  • Malesia  (almeno 22 casi)
  • Nepal  (almeno 1 caso)
  • Filippine  (almeno 3 casi, 1 decesso)
  • Russia  (almeno 2 casi)
  • Singapore  (almeno 75 casi)
  • Corea del Sud  (almeno 30 casi)
  • Spagna  (almeno 2 casi)
  • Sri Lanka  (almeno 1 caso)
  • Svezia  (almeno 1 caso)
  • Taiwan  (almeno 20 casi, 1 decesso)
  • Thailandia  (almeno 35 casi)
  • Emirati Arabi Uniti  (almeno 9 casi)
  • Regno Unito  (almeno 9 casi)
  • Stati Uniti  (almeno 15 casi)
  • Vietnam  (almeno 16 casi)

Nel frattempo, stanno montando polemiche nei confronti della Cina dopo che fonti interne hanno fatto sapere che il leader cinese XI era al corrente della situazione a Wuhan fin dal sette gennaio. Ricordiamo che la Cina ha atteso fino al 20 gennaio prima di ammettere di avere dei problemi. A questo riguardo, una missione di esperti dell’organizzazione mondiale della sanità è ora in Cina dove verificherà, tra le altre cose, l’effettiva situazione numerica dei contagiati.

Gli Stati Uniti hanno evacuato i propri connazionali dalla nave da crociera Diamond Princess. Su oltre 3.600 persone a bordo della nave si sono registrati finora 356 casi confermati di infezione da nuovo coronavirus. Sono oltre 300 i cittadini americani evacuati dalla nave e trasportati in volo negli Stati Uniti, tra loro 46 sono risultati positivi al nuovo coronavirus.