UFO in Canada nel 1792

A Manitoba, in Canada, negli ultimi 200 anni sono stati segnalati circa 2000 avvistamenti di oggetti volanti non identificati.

0
1729

Secondo l’associazione “Ufology Research”, che ha sede a Winnipeg, in Canada, a Manitoba negli ultimi 200 anni sono stati segnalati circa 2000 oggetti volanti non identificati. Oggi li chiamiamo in un’altro modo, UFO o UAP ma questo conta poco, quello che è importante è che questi oggetti pare non appartengano solo alla nostra epoca ma sono piuttosto un fenomeno che accompagna l’uomo da secoli, almeno cosi ritengono gli ufologi che si occupano di catalogare le osservazioni ricorrendo anche a vecchi documenti o vecchi articoli di giornale.

Chris Rutkowski ha studiato gli UFO per 25 anni, realizzando un’analisi annuale degli avvistamenti avvenuti in territorio canadese e ha scoperto che i registri del governo, della RCMP e degli Stati Uniti mostrano che Manitoba ha una lunga storia di avvistamenti.

“Non è un fenomeno recente”, ha affermato. “Non è un fenomeno che è un prodotto della televisione e dei film odierni. Queste cose risalgono a parecchi anni fa. Le persone sono state affascinate dalle cose che apparivano nel cielo e hanno cominciato a chiedersi se siamo soli nell’universo”.

Il primo incontro documentato risale al 1792 e proviene da due esploratori, David Thompson e Andrew Davy, che si trovavano nel nord del Manitoba, dove dissero di aver visto diverse bizzarre meteore precipitare nel ghiaccio. Il diario di Thompson descrive come una notte i due furono sorpresi da una brillante “meteora di forma globulare” che “appariva più grande della luna “.

Il racconto continua: “Colpì il ghiaccio del fiume, con un suono simile a una massa di gelatina, fu frantumato in innumerevoli pezzi luminosi”, si legge nel diario. “La mattina dopo siamo andati a vedere quali segni aveva lasciato questa meteora, ma non siamo riusciti a scoprire nessuna traccia”.

Rutkowski afferma che altri avvistamenti sono stati segnalati dalla polizia, dai piloti e da persone comuni, che hanno visto di tutto, dalle insolite luci nel cielo, ai dischi volanti, fino a segnalare alieni argentei. Secondo Rutkowski i resoconti dei testimoni hanno temi e descrizioni comuni, quindi suggeriscono che “siamo visitati“.

“Ciò non significa che gli alieni stiano invadendo il Canada in alcun modo, ma significa semplicemente che ci sono segnalazioni insolite di cose nel cielo”, ha aggiunto. “Sicuramente questo significa che probabilmente non siamo soli nell’universo e che ci sono altre civiltà aliene là fuori da qualche parte, ma non ci sono prove di ciò“.

L’indagine canadese del 2014 di Ufology Research ha raccolto oltre 1.000 casi UFO avvenuti in Canada. L’ultimo rapporto sugli avvistamenti di Manitoba ha riscontrato che la maggior parte si è verificata durante i mesi estivi, tra le 22:00 e la mezzanotte.

Ecco alcuni degli altri avvistamenti descritti nel rapporto:

20 maggio 1967: Stefan Michalak si trovava nelle vicinanze del lago Falcon alle 12:15 pm quando vide due oggetti a forma di disco atterrare su una grande roccia piatta. Si avvicinò e sentì due voci simili a quelle umane. Venne colpito da gas caldo, che incendiò i suoi vestiti. In seguito i suoi disturbi lo portarono a perdere peso, sul suo corpo rimasero segni di bruciature (sul petto e sullo stomaco).

10 aprile 1975: Bob ed Elaine Diemert erano diretti al loro aeroporto privato in Carman e videro arrivare una grande luce rossa. Aveva una cupola in cima e pulsava. I Diemerts continuarono a vedere oggetti a forma di disco anche in seguito. Quindi, a partire dal 7 maggio 1975, iniziarono gli avvistamenti notturni che durarono per mesi.

4 marzo 1977: Mr. S stava guidando verso est diretto verso la sua fattoria vicino a Sundown quando vide una fonte di luce ovale vibrante e luccicante a circa cinque metri davanti a lui. Non faceva rumore e non sembrava solida. Continuò a guidare e si imbatté in tre “persone” in piedi sulla strada davanti a lui. Disse che erano alti circa un metro e mezzo e avevano la forma di birilli, le teste bulbose, un collo stretto e un corpo svasato “come una gonna”. Mr S non riuscì a frenare e li investì. Raccontò di non aver avuto il tempo di frenare per evitare l’impatto. Tuttavia i presunti esseri sembrarono scomparire prima dell’impatto.

9 ottobre 1989: una famiglia stava visitando il Fort Whyte Nature Center quando videro un oggetto bianco a forma di boomerang sospeso in aria sopra Winnipeg. Ai bambini fu detto di salire in macchina, così non avrebbero visto il il misterioso velivolo. Mentre gli adulti guardavano, l’oggetto ruotava lentamente e mostrava un rigonfiamento sul lato inferiore.

1 novembre 1992: Karen, un’infermiera residente a Winnipeg, si svegliò alle 2:00 circa a causa di un forte tonfo alla porta di casa sua. Si alzò e trovò due “piccole persone” alte circa 3 piedi e 1/2 nel soggiorno. Avevano grandi occhi rotondi, ma nessun’altra caratteristica. Indossavano lunghi abiti bianchi. Le hanno “detto” attraverso la telepatia che volevano portarla a fare un giro nello spazio. Karen disse che in seguito si trovò in una grande stanza simile a un hangar che conteneva una nave a forma di sigaro. Entrarono lei e i due esseri. Vide una sala di controllo con sedie, schermi e pulsanti. Le creature premettero i pulsanti e presto vide molte stelle sugli schermi. All’improvviso, si ritrovò di nuovo nella sua stanza.

25 febbraio 2012: erano circa le 7 di sera quando due testimoni di Winnipeg videro un oggetto discoidale con luci rosse attorno al suo perimetro. Volava in orizzontale, ma si girò su un fianco e si lanciò verso il loro veicolo. L’oggetto svanì davanti ai loro occhi quando era a meno di cinque metri da loro.

Questi racconti sono simili ad altri avvenuti in altre parti del mondo, ma nonostante il grande numero di casi catalogati nessuna prova, nessuna evidenza fisica della presenza degli extraterrestri è mai stata trovata.

Gli ufologi continuano il loro lavoro, continuano a scrivere i loro libri e a fare le loro conferenze affermando che “essi sono già qui“.

Vorremo avere le loro granitiche certezze ma per fortuna la scienza ci ha insegnato altro.

Fonte: Ufology Research