La NASA cerca volontari per simulare lunghe missioni spaziali

La National Aeronautics and Space Administration (NASA) sta cercando volontari interessati a trascorrere otto mesi in un ambiente isolato per simulare una missione spaziale di lunga durata.

0
2960
simulazione missioni spaziali

L’agenzia spaziale afferma che il lavoro richiede ai candidati di accettare di trascorrere otto mesi in Russia, dove un piccolo equipaggio verrà tenuto in isolamento per imitare le condizioni delle potenziali future missioni sulla Luna e Marte.

Lo studio di simulazione del volo spaziale della NASA è orientato verso “l’apprendimento degli effetti fisiologici e psicologici dell’isolamento sull’uomo” in previsione del primo volo del Programma Artemis previsto per il 2024.

Il programma Artemis mira a riportare gli astronauti sulla superficie della Luna per effettuare esplorazioni e ricerche approfondite. Le conoscenze acquisite dalla missione potrebbero essere utilizzate anche per preparare potenziali future missioni su Marte.

Oltre a sperimentare il confinamento e l’isolamento avvertiti dagli astronauti nello spazio, l’equipaggio sarà impegnato a condurre esperimenti scientifici, utilizzando applicazioni di realtà virtuale.

I risultati di missioni simulate come questa aiutano la NASA a prepararsi per le sfide della vita reale nell’esplorazione dello spazio e forniscono importanti dati scientifici per risolvere alcuni dei problemi che si potrebbero presentare e sviluppare contromisure“, afferma l’agenzia.

La NASA cerca volontari per il programma di isolamento tra i cittadini statunitensi in buona salute. I candidati devono avere un’età compresa tra 30 e 55 anni e conoscere sia il russo che l’inglese, nonché un livello di istruzione da dottorato di ricerca o, in alternativa, avere avuto addestramento militare. È probabile, comunque, che vi sarà una certa flessibilità su questi requisiti.

L’agenzia non ha rivelato esattamente quanto i partecipanti possono aspettarsi di essere pagati per il progetto di otto mesi, oltre al fatto che “esistono diversi livelli di indennità”.

Gli interessati possono presentare la loro domanda qui.