I Rettiliani

Gli alieni mutaforma che governano il mondo fanno parte di una delle teorie cospirazioniste più famose. Il suo autore è l'inglese David Icke auto proclamatosi discendente di Gesù

Il complotto dei rettiliani

Nel vasto magma del complottismo mondiale, è estremamente radicata l’idea che un gruppo selezionato di potenti di fatto governi il mondo alla faccia non soltanto dei popoli, ma anche degli Stati sovrani. Sono élite che si collocano tra il potere finanziario e l’esoterismo. In questa lista non possono mancare gli Illuminati, la Massoneria, le grandi famiglie bancarie internazionali, gli ebrei ed il famigerato gruppo Bilderberg, un selezionato panel di esperti, imprenditori ed uomini politici che partecipano a un incontro annuale, per discutere temi di tipo politico, economico e bancario, il cui primo incontro si tenne per la prima volta nel 1954 all’Hotel de Bilderberg, a Oosterbeek nei Paesi Bassi.

Questa eterogenea congrega di affaristi infiltrerebbe i gangli delle principali organizzazioni sovranazionali (FMI, ONU, Ue) e dei grandi governi, soprattutto dell’Occidente, decidendo di fatto i destini del mondo.

In questo scenario cupo dove pochi eletti governano il gregge di pecore dell’umanità, un ruolo fondamentale è svolto da uno dei leader del complottismo inglese: David Icke. Nato a Leicester nel 1952 ex calciatore, uomo politico e conduttore televisivo, agli inizi degli anni Novanta inizia a sostenere di discendere direttamente da Gesù e che Dio lo ha riportato sulla Terra per sconfiggere le forze oscure che minacciano il mondo.

Con il tempo precisa la sua teoria scrivendo libri che diventano dei veri e propri best sellers. Icke sostiene che queste forze oscure, rappresentate da potenti uomini d’affari e politici che infiltrano tutti i gangli della società umana, non sono altro che “alieni mutaforma”, che lui chiama “rettiliani”, provenienti dalla costellazione del Drago, distante “solo” 309 anni luce dal sistema solare.

Il libro che teorizza questa silente invasione aliena esce nel 1999 con il titolo The Biggest Secret: The Book That Will Change the World. Icke “rivela” che il pianeta sarebbe controllato da un Nuovo ordine mondiale, manovrato da una razza di umanoidi rettiliani chiamati la Fratellanza Babilonese (Babylonian Brotherhood). Secondo Icke, come affermato in una intervista rilasciata nel 1999, gli umanoidi rettiliani sarebbero una presunta forza occulta che manipolerebbe e controllerebbe l’umanità. La razza sarebbe costituita da esseri alti 2,13 m,  bevitori di sangue e proverrebbe dal sistema stellare Alpha Draconis.

I Rettiliani hanno la capacità di assumere forme ed identità umane e secondo le farneticazioni di Icke, alieni mutanti sarebbero la famiglia dei reali inglesi, George W. Bush, Bill e Hillary Clinton, Tony Blair, Barack Obama, Donald Trump, George Soros (immancabile), ma anche Mark Zuckerberg, Justin Bieber, Miley Cirus e così via.

Per Icke il disegno è semplice quanto mostruoso: “La gente comune è indotta in massa a credere che la normale causa degli eventi del mondo siano le conseguenze di forze politiche note, o eventi casuali e incontrollabili. Tuttavia, la storia dell’umanità è manipolata a ogni livello… Ora potreste chiedervi fino a quali terribili attività questa gente possa arrivare. Questi individui organizzano incidenti in tutto il mondo, che poi richiedono una risposta dall’opinione pubblica (bisogna fare qualcosa), e in cambio permettono a questi potenti di fare qualsiasi cosa questi abbiano desiderato fare sin dall’inizio”.

L’invasione rettiliana di Icke è quasi la perfetta copia di una fiction di fantascienza degli inizi degli Anni 80 V-Visitors nella quale un’invasione aliena è favorita e preceduta da creature mutaforma presenti sul nostro pianeta da molti anni. Nonostante l’evidente assurdità di questa teoria complottista, Icke vende migliaia di libri ed effettua tour di conferenze sempre molto affollate.

Al vasto pubblico degli amanti delle cospirazioni, per chiunque sia dotato di massa, è preclusa la possibilità di viaggiare alla velocità  della luce, né importa che nessun mutaforma sia mai stato scoperto, e tanto meno si soffermano sulle profonde ed improbabili diversità evolutive tra noi e questi alieni,  che consentirebbero ai “rettiliani” di assumere perfettamente la forma umana ingannando non soltanto miliardi di persone ma anche sofisticate diagnostiche mediche, servizi segreti e tutti i governi terrestri.

Quello che conta è che i Rettiliani sono fra noi…