Idee per alleviare lo stress in tempi di isolamento per la Covid-19

Ad oggi non si può ancora escludere del tutto che non si verifichi nuovamente una chiusura totale o parziale (lockdown) che possa nuovamente influire sulla vita di adulti, bambini, anziani e persone fragili, determinando difficoltà, stress mentale, nonché frustrazione, noia, rabbia e insonnia. come alleviare lo stress di un nuovo possibile isolamento?

0
207

In vista dell’arrivo della stagione invernale e l’aumento crescente di contagi da Covid, in molti si domandano se sia possibile ritrovarsi a dover fronteggiare nuovamente una situazione di lockdown.

Senza dubbio la paura di dover rivivere un isolamento sociale e uno stravolgimento della nostra routine, nonché una vera e propria fobia da contagio, anche in caso di un semplice raffreddore stagionale, genera ansia e stress. Tuttavia dover fare i conti con il presente, che vede come protagonista una pandemia e un virus potenzialmente letale che ancora non conosce cura né vaccino è normale sentirsi preoccupati, allarmati e confusi su quello che ci aspetta e sulle nostre abitudini giornaliere e attività lavorative, scolastiche e sociali.

Ad oggi non si può ancora escludere del tutto che non si verifichi nuovamente una chiusura totale o parziale (lockdown) che possa nuovamente influire sulla vita di adulti, bambini, anziani e persone fragili, determinando difficoltà, stress mentale, nonché frustrazione, noia, rabbia e insonnia.

Ma come alleviare lo stress di un nuovo possibile isolamento?

Sicuramente questa volta, data l’esperienza passata, non saremo del tutto impreparati. Per vincere lo stress di un eventuale quarantena proviamo a fare un elenco delle possibili idee e soluzioni da attuare.

Stile di vita: per la gestione dello stress è utile mantenere uno stile di vita sano composto da: una dieta equilibrata, sonno regolare ed attività fisica, allenarsi costantemente, infatti, aiuta a liberare l’ansia, alleviare lo stress e gestire l’umore. E’ consigliabile, inoltre, ridurre o eliminare del tutto l’utilizzo di alcool e sigarette che potrebbero solo aumentare le nostre angosce con un effetto “boomerang”.

Uno studio ha dimostrato come anche l’utilizzo dell’olio di canapa e l’olio di CBD, da associare alla propria dieta, tra i loro benefici, siano utili per combattere lo stress e l’ansia in modo del tutto naturale, infatti sono capaci sia di rilasciare ormoni rilassanti che di calmare la mente. Ma se pur essendo entrambi sinonimo di salute e benessere, sono diversi tra di loro. Scopri qui le differenze.

Sostituire il contatto fisico con videochiamate: come tutti sappiamo, per evitare possibili contagi o in caso di una possibile quarantena, il miglior modo per tenersi in contatto con i propri amici o familiari è il telefono. Al giorno d’oggi grazie alla tecnologia è possibile videochiamarsi e rimanere costantemente in contatto anche visivo con i propri affetti, evitando così una chiusura totale in sé stessi con il rischio di gravi ripercussioni sulla propria salute mentale. Anche l’utilizzo dei social media, se pur virtuale, può essere molto utile per rimanere connessi con il resto del mondo.

Dedicarsi ai propri hobby: un modo per tenere occupata la mente e allontanarsi dalle preoccupazioni è quello di dedicarsi ai propri hobby o a quello che ci piace fare, come ad esempio leggere un libro, guardare un film o una serie tv, suonare uno strumento ecc.

Rilassarsi e meditare: lo stress mette a dura prova l’equilibrio del sistema nervoso, le tecniche di rilassamento come la respirazione profonda, la meditazione e lo yoga, se praticati regolarmente anche una mezz’ora al giorno, possono portarci ad uno stato di sano equilibrio.