Nixon e gli alieni

Certamente il coinvolgimento di personaggi come un Presidente di una nazione cosi potente accende la fantasia di molti ufologi e di tanti appassionati del fenomeno UFO. Forse lo stesso Nixon era a conoscenza di una piccola parte della verità dietro il mistero degli UFO

0
1662

Molti personaggi di spicco sono entrati a far parte della storia dell’ufologia: uno di essi è Richard Nixon, 37° Presidente degli Stati Uniti d’America, che guidò il paese dal 1969 al 1974. Gli annali ufologici narrano di una sua visita a una struttura militare in Florida accompagnato dal suo amico, l’attore Jackie Gleason.

A raccontare la storia che vide come protagonisti Nixon e Gleason, testimone suo malgrado di presunti eventi “ultraterreni” fu la seconda moglie del defunto comico, Beverly McKittrick la quale raccontò in un libro inedito sul loro matrimonio che, una sera del 1973, Gleason tornò nella sua casa in Florida sconvolto. Inizialmente restio a dare spiegazioni, Gleason confidò alla moglie che all’inizio della giornata il suo amico, il Presidente Richard Nixon aveva organizzato per lui una visita alla base dell’aeronautica militare di Homestead in Florida.

Nixon, come la maggior parte, se non tutti gli altri presidenti degli Stati Uniti, potrebbe essere stato a conoscenza almeno di alcune delle verità dietro la questione degli UFO e degli alieni? Certamente il coinvolgimento di personaggi come un Presidente di una nazione così potente accende la fantasia di molti ufologi e di tanti appassionati del fenomeno UFO. Forse lo stesso Nixon era a conoscenza solo di una piccola parte della verità dietro il mistero degli UFO, proprio come lo stesso Presidente Jimmy Carter al quale, si racconta, sarebbe stato negato l’accesso ai file sugli UFO dall’allora direttore della CIA George Bush perché erano consultabili solamente “in base alla necessità di sapere”.

Non sappiamo quale sia la data corretta, tuttavia secondo il sito ufoinsight.com, la maggior parte delle fonti afferma che che nel 1974, il presidente Richard Nixon si trovava con Jackie Gleason all’Inverrary Golf and Country Club appena fuori Miami, nel sud della Florida. Entrambi nutrivano un serio interesse per gli UFO e non passò molto tempo prima che la loro conversazione virasse sull’argomento.

Secondo il racconto, riferito dalla moglie di Gleason, Beverly, una sera tardi del 1974 qualcuno bussò alla porta di casa loro. Quando risposero, si trovarono dinnanzi il Presidente Nixon, da solo e senza scorta. La ex moglie di Gleason raccontò che Nixon disse all’ex marito che avrebbe voluto mostrargli qualcosa e che avrebbe dovuto accompagnarlo. Detto questo, con lo stesso Nixon alla guida di una normale utilitaria, i due partirono.

Sebbene possa sembrare molto strano che il Presidente degli Stati Uniti si rechi da solo in un quartiere urbano, anche se benestante, secondo il ricercatore Mack Maloney,Nixon era famoso per le sue elusioni della sorveglianza dei servizi segreti”. I due si sarebbero diretti a sud, arrivando alla base dell’aeronautica militare di Homestead. I due entrarono nella struttura militare dopo che Nixon presentò le sue credenziali alla sicurezza.

Il presidente Nixon accompagnò il confuso, ma incuriosito, Gleason per i corridoi e le stanze della base militare, portandolo in una stanza che conteneva “i rottami di un disco volante” contenuti in diverse grandi casse. In seguito Nixon avrebbe accompagnato l’amico in una strana stanza che conteneva una mezza dozzina di “contenitori simili a congelatori”.

Nixon chiese all’amico di rivolgere la sua attenzione verso i contenitori, o meglio verso ciò che si trovava al loro interno. Gleason mentre scrutava, in un primo momento pensò, si disse, di vedere i corpi di bambini. Tuttavia, dopo pochi secondi si rese conto che, mentre i corpi erano decisamente umanoidi, tuttavia non erano affatto umani.

In seguito Gleason avrebbe descritto le caratteristiche degli esseri a sua moglie. Gli umanoidi avevano la pelle grigia, le teste più grandi di quelle di un normale essere umano e grandi occhi scuri. Ricordava anche che alcune delle strane creature sembravano “piuttosto vecchie” e che la maggior parte erano “terribilmente mutilate”. In effetti, sembrava che le creature fossero state coinvolte in un terribile incidente, forse collegato ai rottami dell’UFO. Finita la visita Nixon riportò a casa l’esterrefatto amico che, nonostante il vivo interesse per l’argomento, apparve scosso alla moglie, che raccontò che l’attore non avrebbe mangiato né dormito per diversi giorni e di certo non sarebbe stato se stesso per diverse settimane.

Una storia del genere per noi scettici va presa con le pinze. Innanzitutto dobbiamo sottolineare l’incongruenza delle date secondo quanto affermato nel sito ufoinsight.com in un articolo pubblicato sul National Enquirer nel 1983 in cui l’ex moglie di Gleason in un’intervista afferma che l’anno dell’incidente era il 19 febbraio del 1973.

Alcuni documenti presi dal sito web della Biblioteca Nixon rivelano che l’allora Presidente era effettivamente in Florida in quella data per partecipare a una riunione. E per di più, partecipò a un torneo di golf sul campo menzionato, un torneo organizzato da Jackie Gleason.

Questo non significa che Nixon abbia effettivamente accompagnato Gleason in una struttura segreta per mostrargli i corpi alieni. La moglie potrebbe aver raccolto le informazioni necessarie e inventato di sana pianta la storia, che ha dei collegamenti con una storia simile, in quanto Nixon fu vicepresidente di Dwight Eisenhower e, come abbiamo raccontato in un nostro articolo, una delle storie sugli UFO più strampalate riguarda proprio quella attribuita a Eisenhower, cioè il suo incontro con gli extraterrestri alla base aeronautica di Edwards in California nel 1954.

Fu Timothy Good, ufologo, violinista anche nella Royal Philarmonic Orchestra a raccontare la presunta vicenda, affermando che gli alieni avrebbero chiesto al Presidente di rendere nota la loro presenza sulla Terra al mondo intero.

Anche Richard Boylan su Edicolaweb, nell’articolo “Eisenhower disse ‘no’” sostenne che, nel ’54, il Presidente Eisenhower partì segretamente per Muroc field, oggi chiamata Edwards, base dell’USAF. Come si osserva, i luoghi non coincidono.

Nixon è stato tirato in ballo in questa strana storia di UFO e di corpi di piccoli esseri grigi dalle grandi teste, ma altri presidenti americani hanno incrociato l’ufologia, Ronald Reagan e Jimmy Carter raccontarono alcune vicende personali che riguardano il fenomeno.

L’interesse di Reagan per gli UFO è noto ancora oggi e diverse affermazioni sul fatto che ci siano “alieni tra noi” e che gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica si sarebbero alleate in caso di un’invasione di alieni da un altro mondo, accese molti dibattiti, come allo stesso modo accadde con le dichiarazioni di Carter che, non solo avrebbe avvistato un UFO durante la campagna per diventare governatore della Georgia nel 1969, ma avrebbe fatto un rapporto ufficiale dell’avvistamento tentando di rendere pubblici quanti più file UFO possibile.

Fonte: https://www.ufoinsight.com/conspiracy/government/nixon-gleason-alien