Si può riuscire a sconfiggere la presenza dei germi?

I microbi sono un vero e proprio mondo invisibile che le persone non possono vedere, molto probabilmente, nonostante si pulisca molto accuratamente, si depositano quasi subito sulle superfici dopo pochi istanti. Cosa si può fare per poterli tenere più lontano possibile?

0
297
Woman in medical protective mask with an antibacterial antiseptic gel for hands disinfection from bacteria during flu virus outbreak, coronavirus epidemic and infectious diseases. Covid ncov

I microbi sono un vero e proprio mondo invisibile che le persone non possono vedere, molto probabilmente, nonostante si pulisca molto accuratamente, si depositano quasi subito sulle superfici dopo pochi istanti.

Molte persone, soprattutto adesso, ma anche prima, centinaia di volte si sono disinfettate le mani, pulito i posti su cui ci si appoggiava, utilizzato delle salviette o usato gomiti, piedi o spalle per non toccare gli oggetti usati dagli altri, specialmente nei bagni, con la speranza di non imbattersi nei germi nocivi per la salute. Magari ci siamo anche chiesti se tutte queste accortezze servano veramente a tener lontano i germi.

Emily Sickbert-Bennett, direttrice del programma di prevenzione delle infezioni del Centro medico dell’Università della Carolina del Nord, la UNC, e professore associato di epidemiologia e malattie infettive presso la UNC School of Medicine, ritiene che non è proprio cosi.

A tal proposito spiega che: “Ci sono più batteri dentro e sui nostri corpi che cellule. In fin dei conti esistono milioni di batteri, che si trovano naturalmente ovunque, nell’acqua, nel suolo e sugli altri animali, da per tutto insomma”.

Bisogna specificare però che non tutti i batteri sono nocivi per la salute, anzi, la maggior parte di loro sono del tutto innocui. Potrebbero diventare pericolosi se finissero nel posto sbagliato, come nel caso dei batteri dello stafilococco, che vivono in modo innocuo nel naso delle persone, ma possono divenire mortali se entrano nel flusso sanguigno.

Esistono anche un’altra tipologia di virus, che sono costantemente patogeni, e che quindi creano sempre un rischio di malattia. Emily Sickbert-Bennett, in merito spiega che: Questo è il caso del COVID-19. Questi sono i virus più pericolosi di cui la gente si preoccupa maggiormente quando si cerca un modo per potersene sbarazzare”.

Ma esiste un modo appropriato per poter mantenere più possibile il nostro ambiente privo di questi cattivi microscopici?

Emily Sickbert-Bennett, risponde alla domanda spiegando che l’obiettivo da porsi non è mantenere le superfici prive di germi, ma impedirgli di causare le infezioni. Inoltre, aggiunge che: “Possiamo anche disinfettare continuamente le superfici con salviette e spray, magari inizialmente si otterrà una perfetta igienizzazione, una condizione però che durerà molto poco, perché le superfici verranno presto contaminate di nuovo da altri germi, è inevitabile”.

Ogni volta che due superficie entrano a contatto, come ad esempio una maniglia di una porta con le mani, i microbi vengono veicolati. Inoltre, i microbi si possono reinsediarsi nell’aria, in maniera anche piuttosto veloce sulle superficie disinfettate.

Quindi, c’è qualche speranza per mantenere il nostro ambiente lontano da questi cattivi microscopici? Sickbert-Bennett, ha detto che la domanda migliore da porsi non è come mantenere le superfici prive di germi, ma come impedire che i germi trovati nei nostri ambienti causino infezioni.

Le superfici possono essere disinfettate con salviette o spray domestici tutti i giorni, e questo certamente elimina i microbi che si trovano su quelle superfici, nonostante ciò tendono comunque ad essere continuamente contaminate. Ogni volta che due superfici interagiscono, come la maniglia di una porta e un dito, i microbi vengono scambiati. Inoltre, i microbi nell’aria possono reinsediarsi rapidamente su superfici appena disinfettate.

Sickbert-Bennett, spiega che: La cosa fondamentale è pensare alla catena dell’infezione, quali sono i modi affinché un microbo come un virus infetti qualcuno. Quali sono i punti da dover interrompere, in modo tale da bloccare la catena di contagi?”.

La risposta è che, sebbene esistano microbi dannosi che riescono a entrare nonostante tutto nella tua casa o sulla tua pelle, la cosa importante da fare è assicurarsi che non arrivino in un punto in cui possono causare un’infezione.

La COVID-19 per far si che riesca a creare problemi al nostro organismo, deve entrare nel sistema respiratorio o negli occhi di una persona. Per far ciò che non accada bisogna lavarsi le mani prima di toccare il naso, la bocca e gli occhi, così facendo la trasmissione si interrompe.

Quindi, il consiglio su come poter contrastare i virus è quello di tenere ad esempio fuori l’E. Coli dall’intestino cucinando il cibo in modo appropriato, oppure tenere l’adenovirus, un colpevole comune dell’occhio rosso, fuori dagli occhi lavando le mani ed evitando di strofinarsi. Per il resto non bisogna preoccuparsi del mondo invisibile dei microbi in cui vivono gli esseri umani.

L’aspetto fondamentale da tener a mente è che la maggior parte di questi germi ha il suo scopo, e non rappresenta in alcuno modo un rischio per la salute umana. Infatti, esistono moltissimi microbi che sono in grado di apportate molti benefici, che riescono ad aiutare gli animali a prosperare e a sopravvivere.

Questo concetto è stato confermato da Helen Vuong, una studiosa post-dottorato di Biologia e fisiologia integrativa presso l’Università della California, a Los Angeles, che ha scritto in The Conversation, che ha diretto studi sui topi privi di germi.

Sickbert-Bennett, conclude dicendo che: “Anche nel nostro organismo esistono dei batteri buoni che ci aiutano a combattere quelli patogeni e che ci mantengono sani”.

Pubblicato originariamente su Live Science.

https://www.livescience.com/can-anything-be-germ-free.html?fbclid=IwAR2fn j2YNPX3CvaLEjGQ-lifKK8NjjkWlBWlXELSiCv-KEQyXewPSf9p_2U