È crollato il radiotelescopio di Arecibo – video

Il celebre telescopio dell'Osservatorio di Arecibo, a Puerto Rico, è crollato ieri. La sua piattaforma di 900 tonnellate è precipitata da 140 metri sulla parabola radio sottostante. Ecco il momento del crollo

11407
Giornata triste per l'astronomia, è crollato il telescopio di Arecibo

Giornata triste per l’astronomia, ieri 1 dicembre, gli scienziati hanno detto addio al celebre telescopio dell’Osservatorio di Arecibo, a Puerto Rico. Gli ingegneri infatti avevano recentemente avvertito delle condizioni decrepite dell’enorme struttura, e la US National Science Foundation (NSF) aveva annunciato solo il mese scorso che sarebbe stata smantellata.

Ma non hanno fatto in tempo perché il caro vecchio telescopio astronomico è crollato ieri: La sua piattaforma di 900 tonnellate è precipitata a 140 metri sulla parabola radio sottostante. Due dei cavi che tenevano la piattaforma sopra la parabola radio, che misura 300 metri di diametro, si sono spezzati quest’anno e la struttura ha finalmente ceduto il passo nella mattinata di martedì.

Nuvole di polvere nell’aria

Le fotografie hanno mostrato nuvole di polvere che si alzavano nell’aria e i resti degli strumenti del telescopio sparsi per il sito. “Possiamo confermare che la piattaforma è caduta e che non abbiamo notizie di infortuni“, ha detto Rob Margetta, portavoce della NSF.

Il telescopio era uno dei più grandi al mondo ed è stato uno strumento per molte scoperte astronomiche dagli anni ’60, oltre ad essere famoso per le sue dimensioni e ambientazione drammatiche.

Fu protagonista di un film con James Bond

Una scena d’azione del film di James Bond “GoldenEye” del 1995, con Pierce Brosnan, si è svolta in alto sopra il piatto, e sono state girate anche scene della pellicola “Contact“, del 1997, dove un’astronoma, interpretata da Jodie Foster, ha usato l’osservatorio nella sua ricerca di segnali alieni.

Giornata triste per l’astronomia“, ha dichiarato Abel Mendez, direttore del Planetary Habitability Laboratory,  presso l’Università di Puerto Rico, ad Arecibo. Lo studioso ha detto che la piattaforma è caduta poco prima delle 8:00 am (1200 GMT), descrivendola come “un disastro totale“.

Musa ispiratrice di molti scienziati

Il telescopio era importantissimo, Mendez ha spiegato che molti studenti venivano formati in astronomia proprio nell’osservatorio, dove erano ispirati a fare una carriera nel campo della scienza e dell’astronomia.

La perdita del telescopio di Arecibo è sì una grande perdita per il mondo, ma è più una perdita per Porto Rico. Era l’icona dell’isola.

Era in funzione dal 1963

Il telescopio è stato in funzione per 57 anni fino ad agosto 2020, e gli scienziati avevano fatto pressioni sulla NSF per annullare la sua decisione di chiudere il sito. Ad agosto, un cavo ausiliario si è guastato dopo essere scivolato dalla sua presa in una delle torri e lasciato uno squarcio di 30 metri nella parabola sottostante.

Gli ingegneri stavano valutando il danno e come ripararlo quando un cavo principale collegato alla stessa torre si è rotto il 6 novembre. Prima di martedì era stata pianificata una demolizione controllata per evitare un crollo inaspettato.

I successi del telescopio

Tra i successi del telescopio c’è stato nel 1992 la scoperta del primo esopianeta, un pianeta al di fuori del sistema solare, e nel 1981 ha contribuito a produrre le prime mappe radar della superficie di Venere .

Il sito web dell’osservatorio afferma che il telescopio era “una radioastronomia leader a livello mondiale, un radar del sistema solare e una struttura di fisica atmosferica, che fornisce dati altamente rilevanti per supportare la scoperta, l’innovazione e il progresso della scienza“.

Mantenere rapporti con Puerto Rico

Che giornata triste per l’astronomia e la scienza planetaria in tutto il mondo, era uno dei telescopi più iconici di tutti i tempi“, ha affermato Thomas Zurbuchen , amministratore associato presso la direzione della missione scientifica della NASA.

Il sito aveva sperato che il piano di smantellamento avrebbe preservato altre parti dell’osservatorio per la ricerca e l’istruzione future. “Mentre andiamo avanti, cercheremo modi per assistere la comunità scientifica e mantenere il nostro forte rapporto con la gente di Porto Rico“, ha conclusa la NSF.