Irlanda, trovati resti di dinosauri 

I paleontologi hanno trovato i resti fossili di due specie di dinosauri giurassici nella contea di Antrim, nell'Irlanda del Nord. Questi sono i primi resti di dinosauri segnalati da qualsiasi parte dell'Irlanda e alcuni dei più occidentali d'Europa

Irlanda, trovati i primi resti di dinosauri 

Per la prima volta i paleontologi hanno trovato i resti fossili di due specie di dinosauri giurassici, nella contea di Antrim, nell’Irlanda del Nord. Si tratta delle ossa di uno scelidosauro, un animale preistorico erbivoro vissuto nel giurassico inferiore in Inghilterra, un dinosauro lungo e basso, dal corpo affusolato e dalla testa piccola, che raggiungeva i 4 metri di lunghezza. E poi di un sarcosauro, un dinosauro carnivoro relativamente agile, di lunghezza non superiore ai 4,5 metri, e dalla costituzione tutto sommato robusta.

Questi sono i primi resti di dinosauri segnalati da qualsiasi parte dell’Irlanda e alcuni dei più occidentali d’Europa. “E’ una scoperta estremamente significativa“, ha affermato il dottor Mike Simms, curatore e paleontologo del Dipartimento di Scienze Naturali dei Musei Nazionali dell’Irlanda del Nord che ha inoltre detto: “La grande rarità di tali fossili qui è perché la maggior parte delle rocce irlandesi sono dell’età sbagliata per i dinosauri, troppo vecchi o troppo giovani, rendendo quasi impossibile confermare l’esistenza dei dinosauri su queste coste.”

Le due ossa fossili furono trovate dal defunto Roger Byrne, insegnante e collezionista di fossili, che le donò insieme a molti altri all’Ulster Museum. I resti trovati da Roger Byrne furono probabilmente spazzati via in mare, affondando nel fondale del Giurassico dove sono stati seppelliti e fossilizzati.

Due ossa per due tipi di dinosauri

In origine si presumeva che i fossili provenissero dallo stesso animale, ma Simms e il suo team sono rimasti sorpresi nello scoprire che provenivano da due dinosauri completamente diversi. Uno fa parte di un femore di un mangiatore di piante a quattro zampe chiamato scelidosauro. L’altro fa parte della tibia di un mangiatore di carne a due gambe simile al Sarcosaurus.

Analizzando la forma e la struttura interna delle ossa, ci siamo resi conto che appartenevano a due animali molto diversi“, ha dichiarato Robert Smyth, un paleontologo della School of the Environment, Geography and Geological Sciences dell’Università di Portsmouth. Infatti, uno è molto denso e robusto, tipico di un mangiatore di piante corazzato, mentre l’altro è snello, con pareti ossee sottili e caratteristiche che si trovano solo nei dinosauri predatori a due zampe in rapido movimento chiamati teropodi.

Nonostante siano frammentari, questi fossili forniscono informazioni preziose su un periodo molto importante nell’evoluzione dei dinosauri, circa 200 milioni di anni fa. È in questo momento che i dinosauri iniziano davvero a dominare gli ecosistemi terrestri del mondo“, ha aggiunto il paleontologo.

Dato che il dinosauro scelidosaurus continua a comparire dagli strati marini, il professor David Martill, di Scienze geologiche, presso l’Università di Portsmouth, ha cominciando a pensare che potrebbe essere stato un animale costiero, che forse mangiava alghe come fanno le iguane marine oggi. Lo studio è stato pubblicato negli “Atti dell’Associazione dei geologi”.

Fonte: http://www.sci-news.com/paleontology/first-dinosaur-remains-ireland-09085.html