Attualità, Complottismo

Aggiornamento della NASA sull’arrivo di Nibiru, previsto per il 23 settembre

Le ricorrenti voci che si sono diffuse sui social, su molti siti internet, e anche su parecchi media tradizionali, anche costretto la NASA a rilasciare un comunicato con aggiornamenti riguardo la situazione che dovremo affrontare una volta che il pianeta X, AKA Nibiru, raggiungerà la Terra e attraverserà la sua orbita o la colpirà.

Il comunicato della NASA contiene importanti notizie sulle conseguenze dell’incontro tra la Terra e Nibiru e su ciò che ci succederà.

NIENTE.

Non succederà niente perché Nibiru non esiste e un eventuale decimo pianeta, nel caso esistesse, non è ancora stato scoperto ma certamente non attraverserà l’orbita della Terra per i prossimi milioni di anni.

Il comunicato della NASA è relativo alle rivelazioni dello scrittore David Meade che nel suo ultimo libro sostiene di avere capito dal passo della Bibbia  – Rivelazione 12: 1, che la Terra sta per essere distrutta dall’arrivo del planet X.

Il passaggio dice: ‘Un grande segno è apparso in cielo; una donna vestita con il sole con la luna sotto i suoi piedi e una corona di 12 stelle sulla sua testa. E con il figlio, ha gridato nel suo travaglio e tutto si riempirà di angoscia”.

In realtà, la NASA aveva già pubblicato un comunicato per smentire le rivelazioni di Meade.

L’agenzia spaziale, in un comunicato apparso sul suo sito web istituzionale, ha stigmatizzato Meade ed i suoi emulatori: “Varie persone “prevedono” che il mondo si concluderà il 23 settembre quando un altro pianeta colliderà con la Terra.” Dice il comunicato della NASA,

Nasa rivela ciò che accadrà quando il Planet X Nibiru colpisce la Terra il 23 settembre

“Il pianeta in questione, Niburu [sic], non esiste, quindi non ci sarà nessuna collisione e non accadrà nulla.”

Sulla questione Nibiru, la NASA effettuò un Q&A nel 2012, quando molti si aspettavano che il mondo finisse il 21 dicembre e, se si cambiasse la data 23 settembre 2017 con 21 dicembre 2012 le risposte sono praticamente le stesse.

La NASA ha fatto notare che la catastrofe fu inizialmente prevista per il maggio 2003, poi non essendo avvenuta, fu spostata prudentemente al dicembre 2012, in accordo alle presunte rivelazioni Maya ma anche in quel caso non successe nulla.

Da allora le previsioni sulla fine del mondo ad opera di Nibiru si sono alternate a quelle su asteroidi in rotta di collisione e sul Sole in via di spegnimento, quella del 23 settembre è già stata spostata da alcuni seguaci di Nibiru al 17 ottobre ma non succederà nulla.

Alla domanda diretta sull’esistenza o meno di Nibiru o Planet X, la NASA Nasa ha dichiarato: “Nibiru e altre storie su pianeti invinsibili sono una bufala diffusa in rete…”

Non c’è nulla su cui queste affermazioni si basano se non la fantasia di qualcuno che vuole vendere libri. Se Nibiru o il Pianeta X fossero reali e diretti ad un incontro con la Terra, gli astronomi avrebbero individuato la minaccia e tracciato la sua orbita da almeno dieci anni e sarebbe ormai visibile ad occhio nudo “.

 

Share