Viaggi e vacanze

Breve guida per una vacanza in Giappone

Una vacanza in Giappone è un’ottima occasione per conoscere un popolo ed una cultura che, per quanto occidentalizzata, proviene da radici assai diverse dalla nostra e presenta tutt’ora alcune caratteristiche peculiari.

Il viaggio tra Italia e Giappone dura circa 12 ore e comporta un fuso orario di 7 ore in avanti nel periodo durante il quale in Italia vige l’ora legale e di 8 quando l’ora legale non è in corso. Dal punto di vista climatico i periodi migliori per visitare il Giappone sono la primavera e l’autunno durante i quali il clima è abbastanza mite. Non occorrono vaccinazioni per entrare nel paese del sol levante ma bisogna essere in possesso di passaporto in corso di validità. Nel caso in cui la permanenza sia inferiore ai 90 giorni non occorre nessun visto. La moneta corrente è lo yen e pur essendo accettate regolarmente tutte le principali carte di credito è opportuno portarsi, per prudenza, una provvista di yen. L’assistenza sanitaria è ottima ma carissima per gli stranieri è quindi opportuno sottoscrivere un’assicurazione di viaggio prima di partire per tutelarsi da eventuali problemi imprevisti. Un’altra cosa da sapere è che i nostri telefoni gsm non sono compatibili con il sistema di telecomunicazioni Giapponese mentre gli UMTS ed i 4G dovrebbero funzionare senza problemi. È però possibile noleggiare un telefono su cui installare la propria sim per la durata del soggiorno. La corrente elettrica è generalmente erogata a 110 volt e le prese necessitano di un adattatore sul tipo di quelli americani. Le indicazioni stradali sono ovunque espresse sia in lingua giapponese che in lingua inglese.

Per muoversi all’interno del Giappone, conviene dotarsi del Japan Rail pass una carta specifica per i turisti che permette libero accesso sui mezzi di trasporto. Al’interno delle città il mezzo più efficiente è la metropolitana mentre per spostarsi da un luogo all’altro i treni della JR, inclusi i famosi treni proiettile, sono sicuramente i migliori.

Chi si recasse in Giappone durante i mesi di marzo e aprile potrebbe avere la fortuna di assistere allo spettacolo dei ciliegi in fiore, un evento naturale cui i giapponesi tengono particolarmente.

Le città che, potendo bisogna assolutamente vedere sono Tokyo, Kyoto ed Hiroshima, collegate con il famoso treno Shinkansen, detto anche treno proiettile. Tra le località da vedere spiccano: Nara con la grande statua del Budda e il parco con i cervi addomesticati; l’antica città di Ise, dove il caratteristico tempio scintoista in legno viene distrutto e costruito ogni 20 anni; Nikko, patrimonio dell’Unesco, con molti templi antichi nel mezzo al bosco; il monte Fuji e le vicine terme di Hakone; la cittadina di Himeji con il castello feudale, unico rimasto intatto, dove hanno girato il film L’ultimo Samurai con Tom Cruise.

Un viaggio in Giappone implica l’assaggiare il cibo tradizionale giapponese che si consuma utilizzando i famosi bastoncini chiamati hashi. La cucina giapponese è assolutamente priva di oli, burro o condimenti come li intendiamo noi, nonostante ciò si presenta molto variegata e piacevole. Oltre all’arcinoto suhi, sono ottime anche per i nostri palati gli tsukunè e yakitori, polpette e spiedini di pollo, il tofu, anche questo abbastanza noto dalle nostre parti ed i deliziosi dolci alla marmellata di Azuki. Assolutamente da provare la carne di manzo di Kobe.

Share