Sunday, 26 May 2019
Categoria: Ambiente e Natura
Riserva naturale di Chernobyl

Inattese conseguenze dell’incidente di Chernobyl

Il 26 aprile 1986, il reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl, in Ukraina, esplose durante un test tecnico, contaminando fortemente con le radiazioni emesse una vasta area di territorio tra l’Ukraina e la Bielorussia. La zona fu immediatamente sgombrata dagli esseri umani e nonostante le procedure di decontaminazione immediatamente applicate si ritenne che tutta la zona sarebbe diventata un deserto inabitabile

Share
fattoria solare nel Sahara

Cosa succederebbe se trasformassimo il deserto del Sahara in una gigantesca “fattoria solare”?

Secondo le stime della NASA, ogni metro quadrato di terreno riceve in media tra 2.000 e 3.000 kilowattora di energia solare all’anno. Se il terreno assorbisse ogni goccia di energia solare, significherebbe che l’energia totale disponibile sarebbe superiore a 22 miliardi di gigawattora (GWh) all’anno, visto le dimensioni del Sahara, che sono di circa 9 milioni di km²

Share
riscaldamento globale

Il riscaldamento globale non ha radici cosmiche e va affrontato

Sulla questione Global Warming i social sono invasi da una marea di “esperti climatologi” pronti a confutare le affermazioni del 97 per cento degli scienziati sulle cause antropiche, sostenendo svariate, e spesso fantasiose, tesi sull’origine naturale delle variazioni climatiche

Share

NASA: per la prima volta da anni torna a crescere il ghiaccio in Groenlandia – video

Un recente rapporto stilato dal Goddard Space Flight Center della NASA ha rilevato che tra il 2016 ed il 2017 il ghiacciaio Jakobshavn della Groenlandia, uno dei maggiori responsabili della crescita dei livelli del mare, ha recuperato massa ghiacciata per la prima volta da anni. Nello stesso periodo è anche rallentata la perdita complessiva di massa ghiacciata. Filmato sottotitolato

Share
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: