Fisica/Astronomia/astrofisica, Spazio

Una incredibile serie di immagini della NASA ci mostrano l’immensità dell’Universo

Le immagini che seguono, rilasciate dalla NASA, avranno l’effetto immediato di farci capire quanto siamo piccoli ed insignificanti nell’immensità dell’universo.

Al di là della retorica, si tratta di immagini particolarmente belle e suggestive:

pianeti
 (Stelle e pianeti della nostra galassia rapportati, per dimensioni, alla Terra. – NASA)
(NASA)
 (NASA – Questa immagine è stata presa dal telescopio spaziale Hubble e mostra galassie lontane e cluster)

Nell’immagine, che la NASA descrive come “una sezione casuale del cielo”, è possibile vedere centinaia di galassie a spirale, nubi stellari, lune, scie di asteroidi e, se in alcune di queste galassie vi è la vita, alieni, anche se, data la distanza, è dura distinguerli. 🙂

Per dare un po’ di prospettiva, ognuna di quelle piccole spirali è una galassia simile alla nostra, che sappiamo contenere miliardi di stelle e di pianeta… È difficile, visualizzare e comprendere una cosa simile ma, forse, si può cominciare ad avere un’idea di quanto maledettamente grande sia l’universo.

Per esempio, questa sotto è la  Grande Nube di Magellano, che è semplicemente una piccola galassia satellite della Via Lattea. Contiene un enorme numero di stelle ma è piccolissima in confronto a ad altre galassie.

(NASA)
 (NASA – La nube di Magellano)

“L’universo contiene strutture su varie scale, i pianeti costituiscono sistemi con le loro stelle, le stelle si raccolgono in galassie, le galassie sono raccolte in gruppi e i gruppi di galassie si riuniscono in cluster”, spiega la NASA.

(NASA)
 (NASA)
“I cluster di galassie contengono centinaia e migliaia di galassie legate dalla gravità. La materia oscura e l’energia oscura svolgono ruoli chiave nella formazione e nell’evoluzione di questi cluster, quindi studiando i massicci cluster di galassie attraverso strumenti come Hubble si aiutano gli scienziati a svelare i misteri di questi fenomeni sfuggenti.”

“Nell’immagine compaiono alcune scie di asteroidi. Queste appaiono come striature curve o a forma di S. Non lasciano un’unica scia in linea retta perchè vengono ripresi da Hubble con molteplici esposizioni che vengono poi combinate in un’unica immagine. In questa immagine compaiono in totale venti asteroidi, di questi sette sono oggetti unici. Di questi sette asteroidi, solo due erano già stati identificati in precedenza. Gli altri riflettevano troppa poca luce per essere visti con altri strumenti”.

(NASA)
 (NASA)

Infine, quest’ultima immagine descrive qualcosa chiamato “campo ultra profondo di Hubble“, che mostra circa 10.000 galassie ed è solo un piccolo pezzo dell’universo, circa 3,4 minuti di arco in diagonale.

Share

retemedia