Attualità, Salute

K2 o spice: la marijuana sintetica che ha effetti devastanti

La cannabis sintetica è una miscela di erbe essiccate mescolate a sostanze chimiche che  può indurre un effetto simile a quello della Cannabis.
Le erbe utilizzate per produrla sono Canavalia maritima, Nymphaea caerulea, Scutellaria nana, Pedicularis densiflora, Leonotis leonurus, Zornia latifolia, Nelumbo nucifera e Leonurus sibiricus. Secondo alcuni studi di laboratorio sembra che, oltre alle piante, sia presente anche del tocopherol sintetico. La droga in questione è venduta legalmente in alcuni stati degli USA e su Internet. È conosciuta con il nome commerciale di K2 o Spice ma viene chiamata anche Moon Rock, fake weed,Yucatan Fire, Skunk, Black Mamba o, più semplicemente, cannabis sintetica.Questo tritato di erbe varie innaffiato di tocoferolo in realtà non ha niente a che vedere con la canapa, alla quale somiglia vagamente per aspetto e sapore, viene spesso usato come sostituto della canapa per la sua economicità. Risulta particoolarmente diffusa negli Stati Uniti ed in Russia ma si sta affermando anche in Gran Bretagna, Germania e Italia. Un’altra delle ragioni per cui sta prendendo piede è che, non essendone noti i principi attivi, non viene rilevata dai test antidroga.

La Spice è molto più deleteria della canapa, può dare dipendenza fin dalla prima assunzione ed i suoi effetti possono arrivare ad essere letali. 

La Spice viene normalmente fumata, a volte mischiata alla marijuana ma, a volte, viene bevuta come fosse un’infuso di tè. Anche se sembra una “semplice canna” in realtà la Spice ha effetti imprevedibili per ogni confezione, probabilmente a causa di dosaggi non proprio precisi durante la preparazione: in generale provoca un senso di rilassamento e alterazione della percezione. Sono le sostanze addizionate che la rende diversa: la Spice si lega agli stessi recettori con cui si lega il THC ma in maniera più forte provocando un’esperienza più potente che può avere conseguenze imprevedibili.

Le conseguenze peggiori del consumo di Spice riguardano la comparsa di battito accelerato, vomito, agitazione, confusione e allucinazioni, ma anche pressione alta, ischemia e, in alcuni casi, può portare all’infarto.

La Spice è conosciuta anche come la “droga degli zombie“: numerosi sono i filmati recentemente pubblicati in rete dove si vedono persone sotto l’effetto di questa droga che sembrano muoversi come dei veri e propri morti viventi in stile “the walking dead“.

 

Share