Sunday, 19 May 2019
Tag: antimateria

La macchina di Majorana

Da decenni si vocifera di una presunta macchina, che sarebbe stata progettata da Ettore Maiorana, capace di fare cose strabilianti, dal disintegrare la materia a curare le malattie passando per la pulizia dell’ambiente

Share

Il CERN si è appena avvicinato a capire perché l’antimateria non ha annientato tutto

L’evento BIG BANG dovrebbe avere prodotto la stessa quantità di materia ed antimateria, eppure non fu così altrimenti tutta la materia e l’antimateria si sarebbero annichilite e l’universo non esisterebbe. A cosa è dovuta questa asimmetria che coinvogle anche domande fondamentali sul perché della nostra esistenza? Al CERN hanno compiuto un passo verso la risposta

Share

Bob Lazar, il tenutario di bordello che affermò di aver lavorato con Edward Teller

Il suo nome però compare nelle rubriche telefoniche dei Los Alamos National Laboratory (per conto dei quali affermò di lavorare nel Nevada Test Site), associato al nome di un dipendente, Kirk Meier, indicando che Lazar ha lavorato per quest’ultimo, non per il Los Alamos National Laboratory, inoltre, essendo stato tenutario di una casa di tolleranza, non avrebbe potuto ottenere un permesso di alta sicurezza.

Share

Mappata al CERN l’impronta digitale dell’antimateria

L’esperimento ALPHA in corso al CERN cerca di rispondere a una delle questioni fondamentali della fisica: perché c’è più materia che antimateria nell’universo? Si tratta di uno studio complicato perché l’antimateria è notoriamente difficile da contenere e non appena un atomo di antimateria

Share

L’evento di Tunguska

Siberia, 1908. Vicinanze del fiume Podkamennaja Tunguska, 30 giugno 1908. ore 07.14: un’immane esplosione abbatte 60 milioni di alberi in un’area di 2150 chilometri quadrati. Il boato dell’esplosione viene udito a oltre 1000 chilometri di distanza. A 500 chilometri di distanza alcuni testimoni vedono alzarsi in cielo una palla di fuoco e un’enorme nube di fumo sull’orizzonte. Una forte scossa tellurica, probabilmente generata dall’esplosione e lo spostamento d’aria rischiano di far deragliare un convoglio della transiberiana che transitava a 600 chilometri di distanza.

Share
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: