Friday, 15 Feb 2019
Tag: bufale

Strane immagini su Google Earth e teorie cospirative

Alcuni mesi fa un noto canale YouTube che diffonde teorie cospirazioniste ha pubblicato una foto cercando di convincere gli spettatori che nell’immagine (di una valanga su un’isola vicino all’Antartide) era, in realtà, immortalato un UFO crash

Share

OOParts: la bufala delle statuette di Acambaro

Gli scavi archeologici, si sa, portano sempre delle sorprese e spesso ribaltano molte conoscenze consolidate, come ha sperato, o forse spera ancora qualche sostenitore del creazionismo quando in uno scavo archeologico vennero ritrovate una serie di statuette che alcuni rivendicarono essere “dinosauri”

Share

La verità è la fuori (ma non è come sembra)

In passato sono circolate delle foto che in ambito ufologico hanno fatto storia, ricordiamo solo per fare un esempio le foto dei mitici “dischi volanti” di George Adamski, contattista americano ma di origini polacche che ha fatto parlare di se negli anni 50 e 60

Share

Il complotto dei rospi ostetrici

L’evoluzionismo ebbe i suoi pionieri, alcuni dei quali si distinsero per una serie di ipotesi che ora ci appaiono bizzarre ma che, all’epoca, potevano apparire credibili. Fu proprio per confermare l’evoluzionismo lamarckiano che un ricercatore perse la sua credibilità di scienziato a causa del complotto dei rospi…

Share

La macchina del moto perpetuo

L’uomo ha più volte cercato di realizzare una macchina o un dispositivo dal quale creare, letteralmente energia dal nulla andando contro i principi della termodinamica. Qualcuno affermò anche di esserci riuscito ma tutte le presunte macchine del moto perpetuo si rivelarono, come nel caso descritto in questo articolo, solo dei tentativi di truffa

Share

Le basi segrete

Molti governi, quasi tutti, dispongono di basi segrete militari dove vengono svolte svariate attività, le quali, ovviamente, sono il vero segreto, non la presenza delle basi in sé

Share

The moon hoax – la prima bufala mediatica che divenne virale

Nel 1835, Richard Adams Locke, direttore del New York Sun, ideò la prima bufalavirale sui media della storia. La storia, completamente inventata, venne ripresa dai giornali in Europa, in Francia ed anche in Italia venne riproposta addirittura con aggiunte e modifiche. E tutto senza internet. Lo scopo? Il solito, aumentare la tiratura e vendere più giornali, esattamente come fanno oggi tanti siti web, anche di nome, per guadagnare visualizzazioni…

Share

La bufala di Little Blue Man

Nel 1958 le autorità del Michigan dovettero fare fronte ad una serie di segnalazioni riportate da automobilisti di passaggio lungo strade rurali, circa l’avvistamento di un misterioso alieno blu, cosa che accadde per diverse notti…

Share
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: