Monday, 27 May 2019
Tag: ESA

Esplorazione di Marte: montato l’ALD, la scatola che cercherà di rispondere alla più grande domanda

Tutte le sonde ed i rover inviati fino ad oggi su Marte erano attrezzati per capire se Marte abbia o abbia mai avuto le condizioni minime per ospitare la vita ma nessuno di loro era realmente in grado di individuarla nel caso vi sia o di individuare le sue tracce nel caso vi sia stata. Exomars 2020 invierà un rover sulla superficie di Marte che dovrebbe essere in grado di dare una risposta definitiva a questa domanda

Share

Cristalli stellari

Uno studio afferma che le nane bianche si solidificano in cristalli, e ne dobbiamo la scoperta agli astronomi dell’Università di Warwick e al satellite Gaia dell’ESA

Share

Cosa dovremo fare per vivere su Marte?

È solo questione di tempo ma prima o poi andremo su Marte e alcuni imprenditori privati, come Elon Musk, fanno già progetti per la fondazione di colonie umane sul Pianeta Rosso. Ma come potremo adattarci o adattare a noi un pianeta tanto diverso dal nostro? Proviamo ad esaminare le ipotesi sul tavolo

Share
esercitazione sulla reazione all'impatto di un asteroide sulla Terra

Dal 29 aprile al 3 maggio la NASA, l’ESA e la FEMA simuleranno le operazioni di reazione ad un imminente impatto con un asteroide

Enti spaziali importanti come l’ESA e la NASA prendono molto sul serio il rischio di una collisione con un asteroide. A questo fine, durante la conferenza sulla Difesa Planetaria dell’Accademia Internazionale di Astronautica che inizierà il prossimo 29 aprile 2019, si svolgerà un’esercitazione in cui verrà simulato un asteroide che rischierà di impattare con la Terra

Share

Nuove prove di fonti d’acqua sotterranee su Marte

Marte e la Terra sembrano avere molte cose in comune, più di quante credessimo una volta. I flussi superficiali stagionali di acqua liquida sembrano funzionare similmente a quei riscobtrabili nei deserti della Terra, alimentati da fonti poste in profondità…

Share
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: