Monday, 18 Feb 2019
Tag: JPL

Oltre Marte, il viaggio delle mini sonde MarCO

Da circa un mese la NASA ha perso i contatti con i due piccoli cubesat MarCO che hanno accompagnato il lander InSight nel suo viaggio verso Marte. Le due piccole sonde, dopo l’atterraggio della missione principale, hanno proseguito il loro viaggio oltre Marte, e, pur essendo ora probabilmente persi, hanno stabilito dei nuovi standard per missioni di esplorazione spaziale molto più economici e alla portata anche delle aziende private

Share

Una nuova ipotesi su ‘Oumuamua

‘Oumuamua continua a far discutere gli astronomi e non solo. Ora dal Jet Propulsion Laboratory della NASA giunge una nuova ipotesi sulla sua origine…

Share

Opportunity ha chiamato la Terra, anzi no

Una delle antenne radio della NASA ha rilevato un segnale da Opportunity, ma ulteriori indagini hanno dimostrato che si trattava di un falso positivo. Ieri pomeriggio, un segnale captato dal DSS-54, una delle antenne della NASA della rete Deep Space

Share

Si risveglierà Opportunity?

La tempesta di sabbia su Marte sta finalmente scemando e si prevede che entro un paio di settimane il cielo della Perseverance Valley tornerà abbastanza limpido da permettere ai pannelli solari di Opportunity di ricaricare le batterie del robottino. Alla

Share

Regioni Speciali ad esplorazione limitata su Marte?

C’è una piccola, insignificante, possibilità che Marte un tempo ospitasse la vita, perlomeno quella unicellulare e, ancora meno probabilmente, potrebbe ospitare ancora oggi qualche superstite di quell’età dell’oro marziana. Per questa ragione, in futuro, alcune regioni speciali del pianeta rosso

Share

Fiocchi di neve notturni su Marte

Su Marte la notte può portare la neve. Le basse temperature serali potrebbero raffreddare le nuvole e attivare venti turbolenti in grado di alimentare brevi tempeste di neve sul pianeta rosso, come suggeriscono le nuove simulazioni. Questo processo, pubblicato sul numero

Share

La più misteriosa stella della galassia

È una stella che vediamo nella costellazione del Cigno, a oltre 1200 anni luce di distanza da noi. il suo nome è KIC 8462852 ma molti la chiamano familiarmente “stella di Tabby” dal nome della sua scopritrice. Il suo mistero

Share
Share
Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: