Fisica/Astronomia/astrofisica

La terra sta rallentando e la luna ne è la causa

La Terra e la Luna sono legate in un balletto gravitazionale, con la Luna in orbita attorno alla Terra influenzandosi a vicenda mentre girano attorno al Sole. Questa interazione provoca conseguenze: ad esempio, il movimento delle maree. Un’altra conseguenza è che l’azione della Luna sta rallentando la Terra, rendendone i giorni più lunghi. 

Secondo un nuovo studio, pubblicato su Proceeding National Academy of Science , la giornata della Terra durava, circa 1,4 miliardi di anni fa, intorno alle 18 ore contro le 24 cui siamo abituati oggi. Per  capire come ciò possa essere successo, i ricercatori hanno usato un approccio statistico chiamato astrocronologia che combina osservazioni astronomiche e analisi geologiche, che considerano un approccio chiave per studiare la storia del Sistema Solare.

Una delle nostre ambizioni era usare l’astrocronologia per raccontare il tempo nel passato più remoto, per sviluppare scale temporali geologiche molto antiche“, ha dichiarato il professor Stephen Meyers, dell’Università del Wisconsin-Madison, co-autore della ricerca. “Vogliamo essere in grado di studiare rocce che hanno miliardi di anni in un modo paragonabile a come studiamo i moderni processi geologici“.

La Luna si è formata nella collisione tra la Terra e un protopianeta delle dimensioni di Marte 4,5 miliardi di anni fa. All’epoca era molto più vicina alla Terra di quanto lo sia oggi. Il sistema obbedisce alle leggi della fisica e quindi le modifiche a un parametro influiscono sull’altra. Come già sappiamo, la Luna si sta allontanando dal nostro pianeta ad una velocità di 3,82 centimetri l’anno, ma a causa dell’interazione tra le due masse, la rotazione della Terra sta rallentando.

Mentre la luna si allontana, la Terra si comporta come una pattinatrice che rallenta allungando le braccia“, ha spiegato Meyers.

L’elaborazione di questa differenza di sei ore negli ultimi 1,4 miliardi di anni non è stata così semplice come si potrebbe pensare, poiché i valori cambiano significativamente nel tempo, il che significa che più indietro si arriverà, meno affidabile sarà la conclusione. Se, ad esempio, prendessimo l’attuale velocità della Luna e la applicassimo alla sua intera storia, potremmo concludere che la Luna si è formata solo 1,5 miliardi di anni fa. Il team ha dovuto utilizzare l’analisi statistica per capire come questi cambiamenti si sono evoluti nel tempo e utilizzato le prove geologiche per rafforzare il modello.  

Lo studio della geologia ci permette di consultare la storia astronomica del primo sistema solare“, dice Meyers. “Stiamo osservando  il suo ritmo pulsante, registrato nella roccia e nella storia della vita.

Di recente, I ricercatori hanno potuto utilizzare prove geologiche  per dimostrare come l’orbita terrestre sia cambiata, nel tempo, da circolare a più ellittica nel tempo di alcuni milioni di anni. In effetti, molti ricercatori stanno lavorando sodo per capire in che modo i cicli astronomici influenzano il clima sulla Terra.

Share